Zichella: «Credo nei miei ragazzi, con la Feralpi gara bella da giocare»

ZICHELLA

Al termine della rifinitura di questo pomeriggio, venerdì (la squadra partirà domattina, sabato) a parlare in conferenza stampa è il responsabile tecnico della prima squadra Giovanni Zichella, ex di turno, in vista della trasferta di Salò, ospiti della Feralpi (domenica, ore 14:30): «Forse l’avversario peggiore sinora è stato il Gubbio, con cui abbiamo disputato un secondo tempo pessimo. Questa con la Feralpi, invece, è una partita bella da giocare, contro una squadra dotata di individualità importanti, ma in settimana abbiamo lavorato sui loro aspetti negativi per andarli a colpire. Il modulo nostro sarà lo stesso di inizio ritiro, magari con piccoli accorgimenti tattici in base al loro atteggiamento. Preoccupato per l’assenza di Caidi? In questo momento servirebbe a poco, bisogna trovare delle soluzioni. Loro giocano molto sulla spizzata di Caracciolo per Guerra: è importante in quei casi che il mediano non lasci da solo i centrali difensivi. Spighi e Speranza? Sono recuperati. Io non temo nessuno, credo nei miei ragazzi e sono sempre positivo di natura. Di certo la Feralpi ha un tandem di attaccanti notevole per la categoria, mi aspetto il loro furore agonistico, ma sono sicuro che la mia squadra giocherà una grande gara. Piccioni e Di Renzo? Possono coesistere. I tre davanti devono muoversi anche in ampiezza e non dare punti di riferimento. Fratangelo? E’ partito dall’inizio a Imola, poi mi chiese il cambio per dei crampi al polpaccio, ma rimane uno di quei pochi giocatori in grado di spaccare le partite negli ultimi venti minuti. La mia è una squadra che va a corrente alternata, ma è un gruppo che lavora sempre bene, quando troveremo la giusta costanza di rendimento faremo il salto di qualità».