Il Diavolo esce a testa alta dalla “TIM Cup” contro la corazzata Alessandria

alessandria

Giornata caldissima al “Moccagatta“, dove Alessandria e Teramo si giocheranno il passaggio del turno in “TIM Cup“: la vincente affronterà domenica prossima, 7 luglio, il Perugia.
Tra i biancorossi assenti il Capitano Speranza (oggi è il suo compleanno), Ilari e Forte.

ALESSANDRIA (4-4-2): Vannucchi, Celjak, Gozzi (62′ Fissore), Sosa (Cap.), Manfrin; Marras, Cazzola, Branca (V.K.), Iocolano (74′ Fischnaller); Bocalon, Gonzalez (68′ Mezavilla). A disp.: La Gorga, Mezavilla, Celussi, Cottarelli, Nicco, Ramello, Gjura, Bertoglio, M’Hamsi. All.: Isetto (Braglia in Tribuna causa squalifica).

TERAMO CALCIO (4-3-1-2): Rossi, Scipioni, Caidi (V.K.), Altobelli (85′ Cericola), D’Orazio; Di Paolantonio, Amadio (Cap.), Petermann (64′ Petrella); Carraro; Croce, Sansovini. A disp.: Calore, Placido, Manganelli, Orlando, Karkalis, Mantini, Calderaro. All.: Zauli.

Arbitro: Pierantonio Perotti di Legnano (MI).
Assistenti: Lombardi di Brescia e Mokhtar di Lecco.
Reti: 40′ Iocolano (A), 42′ Carraro (T), 61′ Bocalon (A).
Ammoniti: Iocolano (A), D’Orazio (T), Mezavilla (A), Altobelli (T).
Spettatori: 2.212 (una ventina da Teramo).
Note: recupero (0′pt, 4′st).

I biancorossi, privi del Capitano Speranza e di Ilari e Forte, disputano al “Moccagatta” di Alessandria (ex semifinalista contro il Milan nella precedente edizione) una partita tonica e con personalità, ma non basta per andare avanti in “TIM Cup” ed affrontare nel secondo turno il Perugia. Carraro pareggia dopo sessanta secondi l’iniziale marcatura di Iocolano, Croce e Petrella non acciuffiano il secondo pari nella ripresa dopo il nuovo vantaggio firmato da Bocalon. Le prossime amichevoli testeranno gli ulteriori progressi dei diavoli in attesa dell’inizio del campionato.