Stop contro la capolista

pubblico

Arriva la capolista al “Bonolis”.
Biancorossi privi del portiere Branduani e con Caidi in diffida; lagunari senza gli squalificati Facchin e Malomo e con quattro diffidati (i difensori Domizzi e Modolo, i centrocampisti Marsura e Pederzoli).
Entrambi gli allenatori Ugolotti e Inzaghi confermano l’atteggiamento tattico tradizionale.
Priam del fischio d’inizio osservato un minuto di raccoglimento per onorare il ricordo di Guido Valloni.

TERAMO CALCIO (5-3-2): 30 Narciso, 3 Imparato, 23 Caidi, 6 Speranza (53′ Spighi), 28 Sales, 15 Karkalis; 16 Ilari (53′ Fratangelo), 18 Amadio, 7 Di Paolantonio; 9 Barbuti (69′ Petrella), 10 Sansovini (VK).
A disp.: 22 Calore, 5 Altobelli, 11 Petrella, 14 Camilleri, 17 Masocco, 19 Scipioni, 20 Carraro, 24 Mantini, 26 Baccolo, 27 Tempesti.
All.: Ugolotti.

VENEZIA (4-3-3): 22 Vicario, 27 Zampano, 13 Modolo, 6 Domizzi (VK), 26 Garofalo; 23 Falzerano (78′ Ferrari), 7 Bentivoglio, 8 Soligo (Cap.); 18 Moreo, 19 Geijo (68′ Acquadro), 17 Marsura (74′ Cernuto).
A disp.: 12 Sambo, 3 Galli, 10 Fabiano, 11 Tortori, 14 Pellicanò, 15 Stulac, 20 Caccavallo, 24 Fabris, 29 Camerlengo
All.: Inzaghi.

Arbitro: Matteo Proietti di Terni.
Assistenti: Alessandro Cipressa di Lecce e Giampiero Urselli di Taranto.

Ammoniti: Sales (T), Barbuti (T), Modolo (V), Falzerano (V), Caidi (T).
Reti: 7′ Domizzi (V), 45′ Marsura (V), 56′ Bentivoglio (V), 63′ Sansovini (T), 90′ Ferrari (V).
Note: giornata soleggiata (recupero 0′pt; 4′st).
Spettatori: 1.753 (di cui 514 abbonati, 47 nel settore “Ospiti”).

La capolista parte forte e dopo sette giri di lancette trova la rete grazie ad un colpo di testa di Domizzi. La reazione dei padroni di casa è veemente, Barbuti reclama un rigore solare che il direttore di gara non concede, Di Paolantonio sfiora il pari con una gran conclusione che prende in pieno la traversa, poi proprio al 45′ Marsura ottiene triangolo da Geijo e supera Narciso siglando il raddoppio, una punizione davvero eccessiva. Terzo gol in avvio di ripresa per i lagunari con il piazzato di Bentivoglio; Sansovini riduce parzialmente lo svantaggio con un gran destro al volo su assist di Fratangelo, prima del poker di Ferrari in contropiede. Nonostante tutto la squadra esce tra gli applausi del proprio pubblico dopo una prova comunque generosa. Prossimo impegno, domenica prossima (ore 16:30), a Bergamo, ospiti dell’Albinoleffe, senza lo squalificato Caidi.