Un guizzo di Bacio Terracino fa esplodere il “Bonolis” 56 giorni dopo l’ultimo sorriso

bacio terracino - curva

Altra sfida abruzzo-marchigiana al “Bonolis”.
Di scena il Fano di Brevi, privo degli indisponibili Fabbri, Favo, Lanini e Schiavini. Tre assenze nelle file biancorosse: agli squalificati Calore e Caidi (rimane in diffida al pari di Varas), si aggiunge l’infortunato Amadio, mentre Fratangelo recupera dalla sindrome influenzale e si accomoda in panchina.

Queste le formazioni ufficiali:
TERAMO CALCIO (3-5-2): Lewandowski, Altobelli, Speranza (K), Sales; Ventola (91′ Milillo), Varas, Ilari (91′ Graziano), De Grazia, Pietrantonio; Barbuti (61′ Tulli), Foggia (82′ Bacio Terracino).
A disp.: Bolognesi, Natale, Paolucci, Soumarè, Diallo, Faggioli, Mancini, Fratangelo.
All.: Asta.

FANO (5-3-2): Miori, Torelli (65′ Varano), Sosa, Gattari, Ferrani (K), Fautario; Eklu (83′ Melandri), Lazzari, Filippini (76′ Capellupo); Fioretti, Germinale (76′ Rolfini).
A disp.: Thiam, Soprano, Camilloni, Maddaloni, Masetti, Costantino.
All.: Brevi.

Arbitro: Federico Fontani di Siena. 
Assistenti: Dell’Olio di Molfetta e Politi di Lecce.

Ammoniti: Pietrantonio (T), Altobelli (T), Milillo (T), Eklu (F), Ventola (T).
Marcatori: 30′ Ventola (T), 86′ Melandri (F), 87′ Bacio Terracino (T).
Spettatori: 1.143, 51 settore “Ospiti” (minimo stagionale).
Note: pomeriggio freddo. Recupero: 1′pt, 4′st.

La prima frazione viene decisa dalla rete capolavoro di Ventola (secondo centro stagionale) giunta alla mezzora esatta, all’interno di un confronto molto tattico e privo di occasioni nitide. Nella ripresa la gara si movimenta maggiormente, ma il succo del match risiede sul finire: prima Melandri al minuto 86 incrocia un gran mancino sul quale Lewandowski, all’esordio tra i Pro, può solo sfiorare la sfera prima che insacchi la rete; quindi, sessanta secondi dopo, una gran giocata sulla fascia destra del subentrante Tulli, assiste alla perfezione Bacio Terracino che di testa, a mezza altezza, beffa i longilinei centrali granata e fa esplodere il “Bonolis”, per il terzo successo casalingo in campionato, a quasi due mesi di distanza dal successo con il Padova. Sabato prossimo si torna in trasferta (l’ultima del 2017), al “Mapei Stadium”, ospiti della Reggiana.