“Oggi in Tv”: due ospiti sulle emittenti regionali

Doppio appuntamento questa sera, martedì, con tesserati biancorossi in Tv.
Si comincia alle ore 21 su TvSei, con “Pro Teramo“, condotto da Jacopo Forcella, in cui parteciperà il portiere Tomasch Calore; alle 22:30, invece, su Rete 8 sport, l’addetto stampa Marco De Antoniis presenzierà al nuovo format “Ci Divertiamo“, diretto da Paolo Durante.

Sansovini con gli studenti dell’Istituto Alberghiero “Zoli”

Sport e alimentazione: allenarsi al benessere”.
È il titolo del convegno andato in scena in mattinata presso l’“Abruzzo Marina Hotel” di Silvi Marina, organizzato dall’Istituto Alberghiero “A.Zoli” e che ha visto la presenza di numerosi testimoniali e dirigenti sportivi.
tavolo e plateaTra questi ha rappresentato la società biancorossa l’attaccante Marco Sansovini, che ha spiegato alla giovane platea la propria cura per l’alimentazione, portando la sua esperienza professionale, arricchita dal messaggio finale di educazione alla salute, inteso come benessere completo della persona e ponendo, parimenti, l’accento sull’importanza del risultato scolastico rispetto a quello sportivo.
Al termine foto e autografi di rito hanno fatto da contorno ad una piacevole mattinata.

“Oggi in Tv”: gli ospiti sulle emittenti regionali

Questa sera, lunedì, doppio appuntamento televisivo dedicato ai colori biancorossi.
A Casa del Diavolo“, in particolare, in onda alle ore 21:10 su Vera Tv (canale 79 del digitale terrestre), parteciperà il preparatore atletico Mattia Vincenzi, mentre a “Super Goal” (canale 634 del digitale terrestre), alle ore 21, presenzierà l’addetto stampa Marco De Antoniis.

Piacevole incontro con gli amici della Lega Italiana Fibrosi Cistica

Una visita diventata una piacevole consuetudine pre-natalizia.
Nella mattinata di oggi, lunedì 19 dicembre, una delegazione della Teramo Calcio composta dal Direttore sportivo Alec Bolla, dal collaboratore tecnico Andrea Masciangelo, dall’addetto stampa Marco De Antoniis e dai calciatori Filippo Capitanio, Francesco Rossi e Marco Sansovini, ha incontrato i piccoli degenti del Centro di riferimento regionale per la Fibrosi Cistica della Asl di Teramo, presso l’Ospedale di Atri (TE), diretto dal dott. Moretti.
fibrosi-cisticaUna dolce presenza, quella biancorossa, finalizzata a donare un sorriso ai bambini presenti nel reparto di Pediatria, rinverdendo un legame sempre solido con un Centro, quello atriano, che rappresenta l’unico punto specializzato presente nella Regione Abruzzo.

La Fibrosi Cistica, detta anche mucoviscidosi, è una malattia genetica ereditaria che colpisce un neonato su 2550 – 2700, il 4% della popolazione ne è portatore sano ed in Italia si registrano circa 200 nuovi casi all’anno.
Ad essere colpiti dagli effetti della malattia sono principalmente l’apparato respiratorio, le vie aeree, il pancreas, il fegato e l’apparato riproduttivo.
Le cure attualmente in uso sono molto complesse e consistono principalmente in fisioterapia e riabilitazione respiratoria, nutrizione specifica, antibioticoterapia, terapia cortisonica e antinfiammatoria.
Da diversi anni, inoltre, i pazienti più gravi possono usufruire del trapianto di organi, in genere polmoni e fegato.

L’incontro con i club a Roma: nuove strategie e progetti in itinere

Si è svolto questa mattina presso il “Salaria Sport Village“, sede della “Final Four Berretti“, il confronto con i club di Lega Pro dedicato ai responsabili marketing e comunicazione.
L’incontro, guidato dal Presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, e dal Vicepresidente Mauro Grimaldi, coordinatore anche della Commissione Marketing, è servito per illustrare una linea definita di progetti inerenti il marketing societario, lo studio di forme di co-marketing sul territorio, la nuova veste di Lega Pro Channel per la stagione 2016-2017 e il progetto scuola.
In particolare sono stati affrontati, tra gli altri, i temi riguardanti l’aumento della visibilità degli sponsor sulla maglie da gioco e l’inserimento del nome del calciatore sul retro delle stesse, la biglietteria unica integrata con sedi operative su tutto il territorio, la definizione di un progetto di crowdfunding con l’Università di Parma incentrato sul microfinanziamento per acquisire beni e servizi di utilità sociale, l’avvio di un grande progetto da portare nelle scuole del territorio per parlare di etica e dei valori dello sport a ragazzi compresi tra gli 8 e i 13 anni, attraverso il linguaggio dei fumetti con personaggi innovativi.

 «Il significativo numero di partecipanti è la dimostrazione della voglia di contribuire attivamente ed in prima persona da parte dei club alle scelte della Lega Pro – ha dichiarato Gabriele Gravina, Presidente Lega Pro – In quest’ottica, per meglio sviluppare le competenze manageriali all’interno delle società, la Lega Pro sta valutando la possibilità di attivare a breve dei corsi di formazione per i vari profili professionali».
«La Lega Pro si sta muovendo a 360° per essere costantemente al fianco delle società – ha sottolineato Mauro Grimaldi, Vicepresidente Lega Pro – e aiutarle a rendere sempre più sostenibile la gestione delle loro strutture interne. I progetti illustrati e le iniziative esposte vogliono essere strumenti di sostegno per attirare nuove risorse finanziarie. Bisogna iniziare a pensare al calcio come ad un’azienda e giocare di squadra, lavorare tutti per lo stesso obiettivo».

La Lega Pro ospita i club per dialogare su comunicazione e marketing

Doppio appuntamento fissato nel fine settimana tra i sodalizi della terza serie nazionale e la Lega Pro.
Si comincerà domani, venerdì 10 giugno, presso il “Salaria Sport Village“, quando i responsabili comunicazione e marketing dei club parteciperanno ad un confronto dedicato al marketing societario, allo studio di forme di co-marketing sul territorio, a Lega Pro Channel per la stagione 2016-2017 e al “progetto scuola”. L’incontro sarà guidato dal Presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina, e dal Vicepresidente Mauro Grimaldi, coordinatore della Commissione Marketing, composta dai rappresentanti delle società Alessandria, Casertana, L’Aquila, Pistoiese e Teramo, di cui sarà presente una delegazione societaria.
Nella mattinata di sabato 11 giugno, invece, sarà in programma il Consiglio Direttivo di Lega Pro e verranno affrontati i temi seguenti: Policy Travel, Policy Beneficenza, le procedure per l’acquisto di beni, lavori e servizi professionali, lo studio di un Codice di Autoregolamentazione e il progetto di revisione e composizione dei Commissari di Campo e degli Ispettori di Lega.
Nel pomeriggio (ore 16), infine, si concluderà la “Final Four Berretti“.

Il primo giorno di Lupo: «A tutti chiedero’ passione, entusiasmo e motivazione»

Il primo passo ufficiale verso la stagione sportiva ventura è stato solcato.
Allo stadio “Bonolis” è andata in scena la conferenza stampa di presentazione del neo Direttore sportivo biancorosso Fabio Lupo, che ha voluto inizialmente dare spazio al libro dei ricordi: «Sono in uno stadio intitolato ad un grande medico sociale, il dott. Gaetano Bonolis che voglio ricordare con affetto, senza dimenticare uno dei miei primi direttori Carmine Rodomonti, mentre un altro pensiero intendo rivolgerlo al mio amico Pino Rubicini.
Proprio ieri riflettevo sul fatto che sono passati venti anni da quando vestivo la maglia del Teramo ed altrettanti da dirigente, all’interno di una doppia carriera sportiva che mi ha dato soddisfazioni. Riparto da Teramo con grande entusiasmo e spero di poter trasmettere queste motivazioni a tutti. So che questo è un ambiente che ha voglia di ripartire. Colgo l’occasione per ringraziare il mio precedente club, il Monopoli, dopo un’esperienza conclusasi bene. Spero che questo sia il primo giorno di una stagione che possa regalare a tutti noi grandi soddisfazioni, come merita la storia del sodalizio. Mi è stato chiesto di costruire una squadra con giocatori bravi e motivati, che non mollino un centimetro e che vedano la maglia del Teramo come un’opportunità importante per la loro professione. Questo, d’altronde, è sempre stato il mio Dna anche da calciatore.
La base attuale? Bisognerà guardarsi occhi negli occhi con il gruppo storico, capire con ognuno di loro quanta voglia abbiano di rimanere e di ripartire: in caso positivo possono porsi come gruppo guida, altrimenti sarà corretto prendere altre strade.
Il profilo tattico che verrà? L’allenatore ha dato come spunto di base il 4-3, completando poi l’undici in base a più soluzioni.
Gli attaccanti? Al Presidente piacciono quelli forti, è vero, ma dovremo essere bravi nel costruire una squadra che sappia mettere le punte in condizione di andare a rete.
Mercato influenzato dalla riforma dei gironi? Non molto, è un aspetto di cui tener conto, ma non è condizionante.
Il nuovo tecnico? C’è stato feeling immediato e questa sarà una stagione all’insegna della piena condivisione del dialogo costruttivo. Le sensazioni nel calcio sono fondamentali e Zauli ci ha dato quella scintilla di cui avevamo tutti bisogno.
Il ritiro? L’idea è quella di confermare la sede passata (Rivisondoli, ndr), ma valuteremo tutto con l’allenatore.
Vorrei chiudere con una cosa: l’ultima passata è stata una stagione tribolata. Mi piace pensare che da oggi possa aprirsi un nuovo libro con delle pagine bianche sulle quali scrivere tante cose belle, nel quale ripartire e continuare ad avere un sogno, con i piedi per terra e guardando a quello che realmente siamo. Cercherò di meritare il consenso della tifoseria a fine stagione, ho sempre conquistato le persone con la mia passione e partecipazione, questa è la mia ricetta».

Ha dato poi il benvenuto ufficiale al Ds Lupo, il Presidente Luciano Campitelli: «Bisognava ripartire seriamente. C’è voluto un anno per disintossicarci. Vedendo quanto successo ad altri club è stato già un bel successo essere arrivati alla salvezza tranquilla. Non conoscevo Lupo: mi ha dato sensazioni importanti e parlandoci ho capito il suo valore. Intraprendiamo un percorso a medio–lungo termine, in una società che dovrà essere forte e snella, capace di investire sui giovani e su calciatori che vogliano rilanciarsi. Ringrazio per i successi conseguiti nel recente passato sia Vivarini che Di Giuseppe. In qualunque girone verremo inseriti andremo a sfidare città con tessuti industriali mostruosi, ma con passione e cuore potremo divertirci fino all’ultima giornata, con lo stesso budget di due stagioni fa. Anche a livello imprenditoriale, pertanto, sarebbe bello se possa essere data una mano ad una delle poche realtà sportive rimaste a livelli importanti sul territorio e, peraltro, una delle tre in Abruzzo nel settore calcistico a livello professionistico. Stiamo costruendo un Settore Giovanile di qualità, ci sono ragazzi seguiti anche in Serie A come Faggioli (classe 2000, ndr) richiesto da Lazio ed altri. In questo sta contribuendo il miglioramento generale delle strutture, pur ricordando che non siamo ancora dotati di un campo nostro».

“Il calcio e le ore di lezione”: Biancorossi a contatto con tre classi della Media “Zippilli”

Sessanta minuti in compagnia degli appassionati più giovani, quelli della Scuola Media “Zippilli” di Teramo.
Nell’ambito del progetto “Il calcio e le ore di lezione”, promosso da FIGC e Lega Pro, una delegazione della Teramo Calcio, composta dai calciatori Brugaletta e Narduzzo, dal preparatore atletico della “BerrettiMassimiliano Lattanzi e dall’addetto stampa e Supporter Liaison Officer (figura cui è demandata dalla Federazione l’organizzazione degli incontri formativi presso le scuole) Marco De Antoniis, si è intrattenuta nella tarda mattinata di oggi con le classi IIA, IIC e IIID del plesso di riferimento, sotto lo sguardo attento delle professoresse Di Sante, D’Eugenio e Gorra.
scuola zippilli _Una vita da sportivo” è stato il tema centrale della lezione, supportata da clip multimediali che hanno attirato l’attenzione degli alunni presenti: dopo il focus introduttivo del prep.atletico Lattanzi incentrato sull’attività fisica, muscolare e nutrizionale settimanale cui sono sottoposti i ragazzi del Settore Giovanile biancorosso, i calciatori Brugaletta e Narduzzo hanno raccontato la propria esperienza di crescita maturata grazie allo sport, l’impegno quotidiano, i sacrifici, le luci e le ombre dell’impegno agonistico, il valore dell’educazione, la gloria ed i momenti difficili.
Dopo le foto e gli autografi di rito, sono stati donati all’Istituto scolastico teramano un pallone autografato da tutti i componenti la prima squadra della Teramo Calcio, l’almanacco ufficiale 2015/16 e delle cartoline biancorosse.