Inibito il Ds Federico, salgono a sette i calciatori in diffida

In relazione alla gara di campionato con il Fano, il Giudice sportivo di Serie C ha inibito il Ds Federico a svolgere ogni attività in seno alla FIGC a ricoprire cariche federali ed a rappresentare la società nell’ambito federale a tutto il 15 maggio, con ammenda di € 500,00.
Federico era stato allontanato nel corso del match del “Mancini” «per proteste e atteggiamento irriguardoso verso l’arbitro durante la gara (espulso, panchina aggiuntiva)».
Entra in diffida anche Graziano, che raggiunge i suoi compagni di squadra Bacio Terracino, Caidi, Ilari, Milillo, Varas e Ventola, mentre per Sales è il sesto “giallo” del campionato.
Non si registrano squalifiche in vista del prossimo turno di campionato con la Reggiana.

Ammenda al Club dal Giudice sportivo

In relazione all’incontro di campionato disputato al “Riviera delle Palme“, il Giudice sportivo di Serie C ha inflitto un’ammenda di € 1.000,00 alla società biancorossa «perché propri sostenitori in campo avverso introducevano e facevano esplodere nel proprio settore un petardo, senza conseguenze; i medesimi intonavano cori offensivi verso l’opposta tifoseria».
Entra in diffida anche l’attaccante Bacio Terracino, giunto alla quarta ammonizione stagionale, che raggiunge così i suoi compagni di squadra Caidi, Ilari, Milillo, Varas e Ventola.

Squalificato il Capitano, diventano cinque i diffidati

In relazione alla gara disputata tra Teramo e Renate, il Giudice Sportivo di Serie C ha squalificato per una gara effettiva il difensore Speranza «per aver commesso fallo su un avversario lanciato a rete senza ostacolo».
Entra in diffida Milillo (quarta infrazione), che raggiunge così i suoi compagni di squadra Caidi, Ilari, Varas e Ventola.

Le decisioni del Giudice sportivo

In merito all’incontro disputato a Gubbio, il Giudice sportivo di Serie C ha inflitto un’ammenda di € 500,00 alla società biancorossa «perché propri sostenitori, in campo avverso, introducevano e facevano esplodere nel recinto di gioco un petardo, senza conseguenze».
Terza infrazione stagionale per i centrocampisti De Grazia e Graziano, mentre rimangono in diffida Caidi, Ilari, Varas e Ventola.
Salterà il match del “Bonolis”, infine, l’attaccante del Renate De Luca, squalificato per due gare effettive «per atto di violenza verso un avversario a gioco fermo».

Quattro calciatori squalificati per il match di Gubbio

In relazione al match di campionato tra Teramo e Triestina, il Giudice sportivo ha assunto diversi provvedimenti.
Sanzione di € 1.500 alla società teramana «perché propri sostenitori, introducevano e facevano esplodere nel proprio settore due petardi, senza conseguenze».
Tre i calciatori squalificati: tre giornate effettive a Bajic (Triestina) «perché al termine di un principio di colluttazione indirizzava uno sputo verso un avversario colpendolo al viso», due giornate invece sono state comminate a Tulli «per comportamento offensivo verso un avversario generando un principio di rissa» e Hidalgo (Triestina) «per atto di violenza verso un avversario a gioco fermo».
Entra in diffida Ventola (quarta ammonizione), che raggiunge così Caidi, Ilari e Varas.
Terza ammonizione stagionale per Tulli, prima per il giovane portiere Natale.

GUBBIO – TERAMO
Saranno quattro (due per parte) i calciatori che salteranno la prossima sfida di campionato: ai biancorossi Tulli e Sales (recidività in ammonizioni), si aggiungono infatti il centrale difensivo eugubino Dierna e l’attaccante Marchi (Gubbio), entrambi squalificati per una gara effettiva.

Uno squalificato per il match biancorosso del “Bonolis”

Dopo il turno infrasettimanale di campionato, il Giudice sportivo di Serie C ha comminato la terza infrazione stagionale per Milillo, la seconda per De Grazia e Graziano.
Rimangono in diffida Caidi, Ilari, Sales e Varas.
Salterà, invece, la prossima sfida del “Bonolis” perchè squalificato per una gara effettiva per recidività in ammonizione, il centrocampista della Triestina Bracaletti.

Le decisioni del Giudice sportivo

In relazione all’ultimo incontro di campionato disputato con l’Albinoleffe, il Giudice sportivo di Serie C non ha assunto provvedimenti pecuniari nei confronti dei club.
Sono quattro i calciatori biancorossi ora in diffida: ai già noti Sales e Varas, infatti, si sono aggiunti gli ammoniti Caidi e Ilari, giunti entrambi alla nona infrazione stagionale.
Non si ravvisano squalifiche in occasione del prossimo turno di campionato con il Sudtirol.

Le decisioni del Giudice sportivo dopo la gara di Padova

Dopo la partita vinta dal Diavolo a Padova, il Giudice sportivo non ha assunto provvedimenti pecuniari nei confronti dei rispettivi club, ma ha squalificato per quattro gare effettive il difensore patavino Trevisan «per recidività in ammonizioni e per aver colpito volontariamente con una gomitata alla nuca un avversario» e per due gare effettive il preparatore atletico veneto Chiodi «per comportamento offensivo verso la terna arbitrale durante la gara».
In vista, invece, del prossimo confronto casalingo con il Santarcangelo, non si registrano calciatori squalificati sia sul fronte biancorosso che su quello romagnolo.

Il post-Bassano “dona” un’ammenda e un’altra squalifica

Relativamente all’ultimo incontro di campionato con il Bassano, diretto da Alessio Clerico di Torino con gli assistenti Mariottini di Arezzo e Nuzzi di Valdarno, il Giudice sportivo di Serie C ha sanzionato la società biancorossa con un’ammenda di € 2.000,00 «perché propri sostenitori durante la gara rivolgevano ad un assistente arbitrale reiterate frasi offensive e minacciose».
Squalificato per una gara effettiva il centrocampista Amadio «per condotta scorretta verso un avversario e per proteste verso l’arbitro».
Settima ammonizione stagionale per Caidi, quarta per Sales che entra in diffida.
Salteranno per squalifica il prossimo match dello stadio “Euganeo”, pertanto, Amadio e Varas, mentre in casa veneta è stato fermato l’attaccante Guidone per recidività in ammonizione.