Tre successi consecutivi dopo quasi quattro anni

Tre anni e sette mesi.
A tanto ammonta il periodo di astinenza del Diavolo da tre successi consecutivi in campionato, come quelli ottenuti di misura con Fano (2-1), Monza (0-1) e Ravenna (2-1).
Per una simile striscia positiva, occorre risalire alla stagione 2014/15, precisamente al mese di marzo 2015, quando Lapadula e compagni di successi in serie ne misero insieme quattro, superando Carrarese, Pistoiese, Pro Piacenza e San Marino, anche se un’eguale sequenza si era già registrata a settembre 2014, avendo la meglio di Forlì, Ancona, Gubbio e Santarcangelo.
Per il Ravenna, invece, si conferma la tradizione marcatamente ostile, sia al vecchio Comunale che al “Bonolis”: in totale nove ko su dieci scontri diretti.

Firmato l’attaccante Di Renzo: «Teramo era nel mio destino»

La S.s. Teramo Calcio informa di aver acquisito il diritto alle prestazioni sportive di Luca Di Renzo, che ha sottoscritto un accordo di durata annuale.
Il neo-attaccante biancorosso, originario di Torino, si è messo particolarmente in luce nell’ultima stagione di Serie D con la Pro Sesto, con cui ha siglato venti marcature, totalizzando la bellezza di cinquantanove reti negli ultimi quattro campionati di quarta serie nazionale, avendo anche vestito le casacche di Folgore CarateseChieri Pro Settimo Eureka.
Con quest’ottimo biglietto da visita, Di Renzo si presenta per la prima volta nel palcoscenico professionistico alla soglia dei ventotto anni, compiuti quattro giorni fa.
«Se ho fatto questa scelta – le sue prime parole –è per misurarmi in Serie C dopo aver scalato categorie su categorie partendo dal basso. Il secondo fattore è stato sicuramente il mister Zichella che mi conosce molto bene, il terzo è la piazza, davvero difficile da rifiutare, con un club che mi ha fatto una corte serrata, nonostante abbia sempre giocato in Piemonte e Valle d’Aosta. Posso ricoprire praticamente tutti i ruoli del pacchetto offensivo, da prima, seconda punta o da esterno, pur avendo una certa statura (189 cm, ndr): dicono abbia una buona tecnica ed un discreto tiro, ma lascerò giudicare il campo. Il mio procuratore (Libertazzi, ndr) mi ha parlato molto bene di Teramo, sarà perché qualche anno fa qui è esploso Lapadula, che peraltro conosco da tempo avendoci giocato da bambino con la Juventus e mi ha vivamente consigliato quest’opportunità. So bene che se dovessi disputare una stagione di rilievo qui, potrebbe ancora schiudersi davanti a me una carriera importante: è una carta che mi giocherò con il massimo delle motivazioni. Anche se non sono mai stato in Abruzzo, forse Teramo era nel mio destino, visto che mio padre è nato a Torricella Sicura prima di trasferirsi a Torino. Magari avrò qualche parente da conoscere, chissà…».

Una cena-evento natalizia tra auguri di rito e gradite sorprese

Si è tenuta in un clima moderatamente festoso ed all’insegna della semplicità, la tradizionale cena/evento pre-natalizia della S.s. Teramo Calcio, organizzata per l’occasione nello splendido scenario del Ristorante “Cavallino Rosso” a Castellalto (TE).
squadraLa serata ideale per il giusto atto di ringraziamento e gli auguri di rito verso partner commerciali, organi d’informazione e tifoseria, per l’occasione rappresentata dal Club Biancorosso.
Con il sottofondo delle immagini in scorrimento relative alle marcature dell’anno in corso, durante la conviviale non sono mancate anche due gradite sorprese: i saluti di Javier Zanetti, Bandiera neroazzurra ed attuale Vice-Presidente del F.c. Internazionale, e quelli dell’indimenticato bomber Gianluca Lapadula, in questa stagione in forza al Genoa Cfc.

Una storica vetrina sul “Guerin Sportivo”

Tra il 10 ed il 13 giugno prossimi, sarà in edicola il nuovo numero del “GS Guerin Sportivo”, lo storico mensile in vita dal 1912 (è la rivista sportiva tuttora esistente più antica del mondo) e diretto da Matteo Marani.
Una gradita sorpresa sarà riservata ai tifosi biancorossi, con un articolo dedicato alla cavalcata promozione dei diavoli, raccontata mediante interviste esclusive al presidente Luciano Campitelli, al tecnico Vincenzo Vivarini ed al bomber d’Italia Alfredo Donnarumma.
L’approfondimento è stato curato dal giornalista Giuseppe Della Morte.

Teramo grande bellezza

Le eccellenze dello sport italiano hanno illuminato ieri sera, mercoledì 3 giugno, la cornice di Piazza Cavalieri di Vittorio Veneto ad Albanella (Salerno), per l’edizione 2014/15 di “Italian Sport Awards”.
Il Galà dello sport ha incontrato oltre 80 attori della recente annata, tra atleti, giornalisti, dirigenti e rappresentanti delle società sportive.
Splendida protagonista è risultata essere la società biancorossa, che ha conquistato la bellezza di quattro trofei, dominando letteralmente la scena.
Riconoscimenti in Lega Pro per Vincenzo Vivarini, premiato come “Miglior Allenatore dell’anno”, Gianluca Lapadula, consacrato “Miglior Calciatore dell’anno, Alfredo Donnarumma “Miglior Bomber dell’anno e per la Teramo Calcio, quale “Miglior squadra di calcio dell’anno”.
«E’ stato un sogno – le parole di mister Vivarini – per Teramo è la prima volta in B. Una meraviglia nata dalla bravura della società e dei giocatori, coronando il fantastico desiderio di una città intera. I tifosi sono la nostra arma in più, c’è un entusiasmo dilagante e sono convinto che si faranno valere anche in B».
Sotto la luna del cielo campano, erano presenti tra gli altri anche i calciatori Fabio Quagliarella, Massimo Zappino, Edoardo Goldaniga, Andrea Catellani, Federico Dionisio, Luigi Castaldo, Pier Graziano Gori, Lorenzo Dickmann, Salvatore Caturano e Luigi Grassi.

Riconoscimenti anche alle società e a tutte le figure fondamentali del mondo del calcio: tra gli altri, Andrea D’Amico (Miglior Procuratore dell’anno – Serie A), Massimo Ferrero (Miglior presidente dell’anno – Serie A), Marcello Carli (Miglior dirigente sportivo dell’anno – Serie A), Igli Tare (Miglior direttore sportivo dell’anno – Serie A), Fabrizio Castori (Miglior allenatore dell’anno – Serie B), Massimo Rastelli (Miglior giovane allenatore dell’anno – Serie B), Sandro Martone (Miglior procuratore dell’anno – Lega Pro).

Tra le eccellenze del giornalismo sportivo nazionale, infine, premi per Vera Spadini (Giornalista sportivo dell’anno donna), Riccardo Trevisani (Miglior telecronista sportivo), Fabio Ravezzani (Miglior conduttore sportivo), Federica Lodi (Miglior conduttrice sportiva), Xavier Jacobelli (Miglior direttore di testata sportiva), Carlo Paris, (Miglior direttore di rete), Diretta Gol – SKy (Miglior programma televisivo sportivo dell’anno), Dribbling (Miglior rubrica sportiva Tv), Sky Sport 24 (Miglior TG sportivo dell’anno), Sky Sport (Miglior redazione sportiva), Ansa (Miglior redazione sportiva Agenzia di Stampa), Gazzetta dello Sport (Miglior quotidiano sportivo), Sport Mediaset (Miglior quotidiano sportivo on-line), Sport Week (Miglior settimanale sportivo), Guerin Sportivo (Miglior mensile sportivo), Tuttomercatoweb.com (Miglior portale sportivo dell’anno), Sportube.tv (Miglior web tv sportiva dell’anno).

Tre giocatori squalificati e una nuova sanzione per il club

Il Giudice Sportivo Not. Pasquale Marino, assistito dal Rappresentante dell’A.I.A. Sig. Roberto Calabassi, nella seduta del 25 Maggio 2015 ha adottato le deliberazioni seguenti, in seguito al match di Supercoppa tra Teramo e Novara:
- Sanzione pecuniaria di € 1500,00 per la Teramo Calcio, “perchè propri sostenitori durante la cerimonia di premiazione intonavano più volte cori offensivi verso l’istituzione calcistica“;
- Squalifica per una gara effettiva al difensore Marco Perrotta, “per aver commesso fallo su un avversario lanciato a rete, senza ostacolo”
- Squalifica per una gara effettiva per recidività in ammonizione (IV infr.) al difensore Nebil Caidi ed all’attaccante Gianluca Lapadula.

Le squalifiche verranno scontate alla prima giornata del prossimo campionato.

La Teramo Calcio assoluta protagonista agli “Italian Sport Awards”

Dominatori sul campo, conquistatori di premi.
La Teramo Calcio, con i suoi meravigliosi protagonisti, sbanca letteralmente gli “Italian Sport Awards – La notte dei campioni dello sport italiano”, manifestazione organizzata dal giornalista Donato Alfani.
Al Gran Galà, in programma il prossimo 3 giugno, alle ore 20:00, ad Albanella (SA), in piazza Cavaliere di Vittorio Veneto, parteciperanno infatti tre tesserati biancorossi nella sezione/categoria “Lega Pro – stagione 2014/15:
- Vincenzo Vivarini, premiato come “Miglior Allenatore dell’anno”;
- Gianluca Lapadula, premiato come “Miglior Calciatore dell’anno”;
- Alfredo Donnarumma, premiato come “Miglior Bomber dell’anno”;
Dulcis in fundo, verrà consegnato un premio anche alla società, quale “Miglior Squadra di calcio dell’anno“.

La serata sarà condotta da Franco Lauro (giornalista Rai) e Monica Vanali (giornalista Mediaset).

Il premio, giunto alla quinta edizione, con il patrocinio di CONI e FIGC, è concepito con l’intento di omaggiare gli sportivi italiani che si sono contraddistinti durante l’anno nelle rispettive categorie sportive nazionali di appartenenza, attraverso le preferenze di una Giuria Popolare e di una Giuria Tecnica composta da direttori, vice-direttori, capo-redattori e vice capo-redattori dei mass-media sportivi nazionali.

Sul tetto d’Italia

Nessuno come loro, individualmente e in tandem.
Alfredo Donnarumma e Gianluca Lapadula sono i bomber d’Italia, gli attaccanti più produttivi dell’intero panorama professionistico nazionale: 44 le reti siglate in tandem, 23 quelle firmate dal capocannoniere italiano Donnarumma (5 rigori), 21 quelle griffate da Lapadula (2 rigori).
Più in alto di tutti, sia nel nostro girone che nelle altre categorie “Pro”.
A livello peninsulare, in particolare, seguono Tevez (Juventus), in Serie A, con 20 centri, la coppia Granoche (Modena) – Catellani (Spezia) in B con 19 marcature e ancora, in Lega Pro, Eusepi (Benevento) e Caturano (Melfi) con 18, stessa cifra di Cellini (Carrarese).
Proseguendo nel raggruppamento centrale della terza serie nazionale, ha chiuso a quota 17 Altinier (Ascoli), a 16 Arma (Pisa) e Bocalon (Prato), con 15 reti si ferma Torromino (Grosseto), con 13 Ruopolo (Reggiana).
Tra i diavoli biancorossi, infine, dopo la premiata ditta Donna – Lapa, sono 4 le realizzazioni del teramano Di Paolantonio, 3 quelle del capitano Bucchi.

“Oggi in Tv”: tanti i protagonisti sulle emittenti regionali

Un lunedì denso di appuntamenti sulle emittenti televisive abruzzesi.
Alle ore 21:00 saranno tre, infatti, gli eventi previsti.
A Teleponte per “Biancorossi“, saranno presenti il direttore sportivo Di Giuseppe e il teramano doc Di Paolantonio; a Vera Tv, per “Qui Pro“, il capocannoniere Lapadula e il difensore Perrotta; a Super J, infine, per “J Magazine“, il dirigente Testa.