Il calore del “Bonolis” fa la differenza

Non è solo un caso se in questa stagione il Diavolo ha conquistato 26 punti (sui 35 ottenuti sul campo) nel suo impianto, il “Gaetano Bonolis”.
Con 7 vittorie, 5 pareggi e nessuna sconfitta, i biancorossi hanno il terzo miglior rendimento casalingo del girone B, dietro a Pisa (con una partita in più) e Spal.
Teramo conferma la quinta affluenza del raggruppamento, sfiorando le duemila unità (1.906 presenze medie), in una speciale graduatoria che vede in testa la città di Pisa (6.141 spettatori per gara), seguita da Ferrara (4.651), Siena (3.648) e Ancona (2.004).
Arezzo è la prima inseguitrice dei biancorossi (1.723 unità), precedendo Rimini (1.501), Macerata (1.461), Lucca (1.407), Carrara (1.058) e L’Aquila (1.038).
Il girone centrale ha una media di presenze pari a 1.760 sostenitori ed è davanti al girone settentrionale (1.472 spettatori) ma largamente indietro rispetto al girone C (3.118) che si conferma leader.

Pubblico ok con quasi duemila presenze “medie” casalinghe

A 90 minuti dalla conclusione del girone di andata in Lega Pro, il bilancio del tifo premia il girone C, con una media che supera le tremila unità (3.130), seguito da quello centrale (1.805) e, dulcis in fundo, dal raggruppamento A (1.508).
La partita che ha fatto segnare il maggior numero di presenze sinora nella terza serie nazionale, è stato il “derby dello Stretto” Messina – Catania (18.426 unità); nel girone B si è rivelato essere il derby toscano Pisa – Prato (7.596), seguito in quello settentrionale dal match tra Reggiana e Alessandria (4.881).
Per quanto concerne i tifosi biancorossi, nello specifico, la gara d’apertura con il Savona è stata quella che ha fatto registrare il miglior colpo d’occhio, con 2.484 presenze comprensive degli oltre 600 abbonati siglati, mentre nell’anno solare rimane il nuovo record nella storia del club, con gli 8.362 spettatori (tutti teramani) presenti in occasione di Teramo – Ascoli dello scorso 9 maggio, seguiti dai 6.790 di Teramo – Pontedera.
La media pubblico al “Bonolis”, in questa stagione sportiva, sfiora le duemila unità (1.927) e pone Teramo al quinto posto di questa speciale graduatoria nel girone, con la squadra biancorossa che è stata l’unica del raggruppamento centrale ad aver disputato solo 7 incontri casalinghi, contro gli 8 generali ed i 9 della Spal.
Nel girone B guida il Pisa (6.549 presenze medie), seguito da Ferrara (4.583) Siena (3.634), Ancona (1.991), Teramo (1.927), Arezzo (1.925), Macerata (1.483), Rimini (1.428), Lucca (1.424) e, a chiudere la top ten, Carrara (1.100).

Doppia seduta anche oggi. A Perugia biglietti in vendita anche venerdi’

Doppia seduta, quest’oggi, mercoledì, per i diavoli, allo stadio “Bonolis”.
Identico programma verrà bissato nella giornata di domani.
La rifinitura, invece, è pianificata per venerdì mattina, prima della partenza pomeridiana in direzione Perugia, per sfidare in amichevole la compagine umbra, reduce dalla trasferta di “TIM Cup” contro il Milan a “San Siro“.
Al “Renato Curi” di Perugia si giocherà alle ore 20:30.

Ricordiamo che:
- Il costo del biglietto del “Settore Ospiti” è di € 10,00, incluso diritto di prevendita (“Ridotto€ 8,00 per Donna, Over 65 e Under 14);
- La prevendita sarà attiva fino alle ore 19 di domani, giovedì, nei punti vendita “Listicket” già noti “Carlo Giacomo Di Domenico“, in Corso San Giorgio, 123 a Teramo e “Tabaccheria Ricci“, in viale Francesco Crispi, 53 a Teramo;
- Sarà comunque possibile acquisire il tagliando d’ingresso anche il giorno della gara, direttamente al botteghino dello stadio “Renato Curi”, con identica tariffa;
E’ confermata l’adozione del programma “Porta due amici allo stadio”: pertanto un tifoso tesserato potrà accompagnare fino a due sostenitori non muniti di “Supporters Card” o “Tessera del Tifoso”;

Questi i prezzi relativi agli altri settori:
- Tribuna Laterale: € 15,00 (“Ridotto” € 12,00);
- Poltroncine: € 20,00 (“Ridotto” € 16,00);
-  Tribuna Vip: € 25,00 (“Ridotto” € 20,00).

Riviviamo la “Favola Biancorossa” in piazza Martiri

Da questa sera, martedì 14 luglio, la centralissima piazza Martiri della Libertà si colorerà di passione, rivivendo la “Favola Biancorossa“, l’ultra-centenaria storia della Teramo Calcio, ripercorsa con i dvd realizzati dall’associazione “Amici del calcio teramano”.
Dalle ore 21:15, su un apposito maxi-schermo, verranno rivissuti i momenti salienti, raccontati dai protagonisti principali che hanno fatto grande il Diavolo.
L’evento si consumerà in quattro serate, dal 14 al 18 luglio.
Questa sera, in particolare, si rivivrà il periodo dal 1913 al 1960; domani, mercoledì, si viaggerà dal 1960 al 1974; giovedì, invece, il percorso si originerà nel 1974 per il successivo ventennio; dopo il turno di riposo di venerdì, infine, sabato è previsto il gran finale, con i venti anni di storia della Teramo Calcio vissuti dal 1994 al 2014.

Teramo chiude la stagione sfiorando i tremila di media

Gli oltre ottomila cuori presenti sugli spalti di un “Bonolis” completamente vestito di biancorosso, nell’ultima gara di campionato giocata con l’Ascoli, hanno timbrato l’high stagionale del girone centrale di Lega Pro, superando i 7.961 registrati all’”Arena Garibaldi“, nel confronto tra il Pisa ed il team bianconero, ma non solo.
Teramo, infatti, approfitta dell’importante ascesa degli ultimi mesi, per toccare la quota media di 2.874 presenze stagionali, quinta nel girone B e quattordicesima assoluta tra le sessanta società partecipanti alla Lega Pro.
Scendendo nel dettaglio, il raggruppamento centrale ha visto il primato del Pisa (5.334), davanti all’Ascoli (5.145), la Spal (3.415), la Reggiana (3.334) e, appunto, il Teramo (2.874): dietro, invece, praticamente il vuoto, con l’Ancona (1.814), la Lucchese (1.617), L’Aquila (1.611), la Pistoiese (1.446) e il Gubbio (1.190) a chiudere la top ten.
Regine degli altri gironi sono le due vincitrici dirette del campionato, il Novara (4.062) e la Salernitana (10.709), con i campani leader per distacco nella terza divisione nazionale.
Appena quattro i club sopra quota duemila nel comparto settentrionale: oltre ai piemontesi, la Cremonese (3.292), l’Alessandria (2.239) ed il Mantova (2.030), mentre ben più numerosa è la lista nel raggruppamento meridionale, con (oltre alla Salernitana) il Matera (4.653), il Lecce (4.200), il Benevento (3.531), il Foggia (3.282), la Casertana (3.200), il Catanzaro (2.945), la Reggina (2.861), il Messina (2.240) ed il Cosenza (2.111).

8.362 cuori palpitanti

Con una squadra leader in tante graduatorie, anche il pubblico biancorosso è cresciuto in modo esponenziale negli ultimi mesi, fino a toccare la strabiliante cifra emersa nella passerella finale con l’Ascoli.
Gli 8.362 paganti per un incasso di 97.700 euro, registrati ieri in un “Bonolis” vestito completamente a festa, senza la presenza della tifoseria ospite e con centinaia di sostenitori anche in “Curva Nord”, hanno superato i 7.961 spettatori del match Pisa – Ascoli, timbrando il primato assoluto nella stagione sportiva 2014/15 nel girone B del campionato di Lega Pro.
Uno spettacolo nello spettacolo, prima, durante e dopo la contesa, con i festeggiamenti che sono poi proseguiti in grande stile con il bus scoperto per le vie cittadine.

160 biglietti ancora disponibili per il match piu’ importante

La S.S. Teramo Calcio comunica che alle ore 12 di oggi, venerdì 1 maggio, rimane un solo biglietto ancora disponibile nel settore “Gradinata Ospiti” degli ottocento complessivamente messi a disposizione dei tifosi teramani.
Limitatamente a questo settore, ci sarà tempo fino alle ore 19 di questa sera per acquisire l’ultimo tagliando in vendita.
Per quanto concerne, invece, la “Tribuna Ospiti“, sono stati attualmente staccati 41 tagliandi e, pertanto, ne restano invenduti 159: solo per questo settore, ricordiamo che sarà possibile acquisire il ticket d’ingresso anche domani, sabato, direttamente presso la biglietteria dello stadio “Bacigalupo” di Savona.

Sia per l’uno che per l’altro settore destinato ai tifosi aprutini, le tariffe sono le seguenti: Intero € 15, Ridotto € 10.
La tariffa “Ridotto” è riservata a: donne, under 18 (che abbiano già compiuto 11 anni) e over 65.
Per i bambini sotto gli 11 anni di età è previsto l’ingresso libero se accompagnati da un maggiorenne.

Si rende noto, infine, che oltre al servizio on-line della “Bookingshow“, sarà possibile acquisire in giornata i biglietti rimanenti solo ed esclusivamente presso il punto vendita “Caffè Dell’Olmo”, sito in via Delfico 56 a Teramo, aperto con orario continuato, mentre rimarranno chiusi sia l’”Alma Sport Srl” che “Discoboom”.

Staccati settecento biglietti in due giorni

Prosegue spedita, sulla sponda teramana, la vendita dei tagliandi per assistere all’importante match di Savona, in programma allo stadio “Bacigalupo” sabato 2 maggio alle ore 15:00.
Alle ore 19:00 del secondo giorno di prevendita, infatti, la segreteria del Savona Fbc comunica che sono stati staccati ufficialmente 697 tagliandi degli 800 totali messi a disposizione dei supporters aprutini.
Ricordiamo che le tariffe sono le seguenti: Intero € 15, Ridotto € 10.
La tariffa “Ridotto” è riservata a: donne, under 18 (che abbiano già compiuto 11 anni) e over 65.
Per i bambini sotto gli 11 anni di età è previsto l’ingresso libero se accompagnati da un maggiorenne.
I tifosi ospiti che volessero assistere all’incontro potranno approfittare dell’operazione “Porta un amico allo stadio”, che permetterà a ogni possessore di Tessera del Tifoso o Supporter Card di acquistare, oltre al biglietto per sè, anche un tagliando per un non tesserato.
Tale opzione sarà attiva fino alle ore 19.00 di venerdì 1° maggio, quando si chiuderanno le vendite per il Settore Ospiti (acquistabile quindi solo in prevendita).

I punti vendita Bookingshow a Teramo sono:
- Discoboom, Via Fedele De Paulis 3;
- Caffè dell’Olmo, Via Delfico 56;
- Alma Sport Srl, Circonvallazione Ragusa 80/B.

E’ il “Bonolis” l’arma in piu’ per questo finale di stagione

Lo dicono i numeri.
L’imperiosa crescita di pubblico registrata nelle ultime due gare casalinghe con Tuttocuoio e Lucchese, oltre ai massicci esodi sostenuti a Reggio Emilia e Prato, confermano in pieno la vicinanza della tifoseria verso Speranza e compagni.
Non solo la città, ma anche i paesi del circondario, ormai, frequentano abitualmente l’impianto di Piano d’Accio, pronti a guidare i biancorossi verso un meraviglioso sogno sportivo.
Così, dai 3.828 spettatori timbrati con il Tuttocuoio, si è passati ai 5.267 con la Lucchese.
Se pensiamo che a più di quarantottore dal match con il Pontedera, si è già superata la soglia dei 4.500, è facile prevedere un nuovo record di presenze domenica pomeriggio, magari scalfendo il primato storico che resiste dal primo aprile 1984.
Teramo ha blindato il quinto posto nel girone, con una media di 2.320 unità, dietro alla capolista Pisa (5.426), Ascoli (5.025), Ferrara (3.356) e Reggio Emilia (3.343). Sesta rimane Ancona (1.864), settima L’Aquila (1.670).
L’high stagionale del girone B, invece, appartiene alla gara Pisa – Ascoli, cui assistettero ben 7.961 tifosi, davanti ad Ascoli – Teramo con 7.044.