Le decisioni del Giudice sportivo

In relazione al match di campionato disputato con l’Albinoleffe, il Giudice sportivo di Serie C non ha inflitto ammende alla società biancorossa.
Terza infrazione stagionale per Celli, mentre rimangono in diffida i difensori Fiordaliso e Piacentini ed i centrocampisti Persia e Spighi.
Salterà, invece, il prossimo match del “Bonolis”, il difensore della Virtus Vecomp Verona, N’Ze, squalificato per due turni effettivi «
perché durante l’intervallo, al rientro negli spogliatoi, colpiva con una manata al volto un avversario».

Confermata la prima diagnosi per Gomis: domani la visita dal prof. Cerulli

Verrà dimesso nel primo pomeriggio di oggi dal reparto di Ortopedia dell’Ospedale Civile di Teramo, il portiere biancorosso Lys Gomis.
Confermata la prima diagnosi: distacco del tendine rotuleo del ginocchio sinistro.
Il calciatore domani, martedì 12 marzo, alle ore 14, sarà visitato dal prof. Cerulli a Perugia e nel corso dell’incontro sarà fissata la data dell’intervento.

Sala stampa. Maurizi: «Dovremo comprendere i motivi della sofferenza odierna, ma sono tre punti d’oro»

Nella sala stampa dello stadio “Atleti Azzurri d’Italia” di Bergamo, dopo aver colto il secondo successo esterno consecutivo, questa l’analisi offerta dal tecnico biancorosso Maurizi: «Abbiamo sofferto per gran parte della partita, bisogna essere onesti, dobbiamo comprendere i motivi, ma la vittoria è importantissima, sono tre punti d’oro, ottenuti con le unghie e con i denti, ma bisognerà verificare meglio in settimana le cause. Nel primo tempo, anche grazie allo schieramento odierno, abbiamo retto bene l’urto, concedendo poco, riuscendo a pareggiare con una giocata di De Grazia e con la rete successiva di Infantino, ma nella ripresa, con le due punte, contro una delle migliori squadre del campionato, abbiamo faticato tanto. Gomis? Purtroppo l’infortunio sembra serio, ma dobbiamo aspettare gli esami strumentali. Mi dispiace molto per lui, perchè è un ragazzo cui sono affezionato in modo particolare. Infantino? Parlano i numeri per lui, non mi sorprende affatto. Ora ci vuole equilibrio, a Teramo non è facile trovarlo in tutte le componenti, bisogna rimanere con i piedi per terra, senza fare inutili voli pindarici».