Messina 57
Casertana 57
Teramo 55
Nuova Cosenza 55
Foggia 51
Melfi 51
Isolaverde 48
Vigor Lamezia 46
Sorrento 45
Tuttocuoio 44
Aversa 43
Arzanese 43
Martina 42
Aprilia 41
Chieti 40
Poggibonsi 36
Castel Rigone 34
Gavorrano 30

 

La Storia

Gli Italiani, fin dalla fine del 1800, cominciano ad appassionarsi e a praticare un nuovo e curioso giuoco di origine anglosassone, chiamato foot-ball (importato in Italia soprattutto da cittadini inglesi, presenti numerosi nel Belpaese ed impiegati nella nascente industria tessile),  il cui scopo è “portare un pallone di cm. 30 di diametro, gonfiato a pneumatico, nel campo avversario, e farlo passare attraverso alla porta, spazio segnato con travi sulle due linee del goal” (Il Caffaro di Genova, 1900).
Nelle grandi città, soprattutto del Nord del Paese, si costituiscono numerose Società che praticano attivamente il foot-ball, anche se molti giuocatori, i più forti, sono Inglesi, come il leggendario Kipling, capitano del Milan.
Nel 1893 viene fondato il Genoa Cricket and Athletic Club (rigorosamente riservato ai residenti inglesi nella città ligure), nel 1897 un gruppo di studenti torinesi da vita allo Sport Club Juventus, nel 1899 un gruppo di Inglesi costituisce il Milan Cricket and Football Club.
Nel 1913, tuttavia, il foot-ball, soprattutto in provincia, è ancora considerato meno educativo, nobile ed aristocratico di altre discipline allora in voga.
Infatti le uniche due Società Sportive al tempo presenti a Teramo, la “Società Sportiva Gran Sasso” e il “Club Sportivo Teramun”, si occupano di ben altre discipline sportive; la prima si interessa di ginnastica, mentre la seconda pratica l’alpinismo e l’escursionismo.
Tuttavia anche in Città vi è chi comincia a coltivare l’idea di praticare il giuoco del foot-ball.
Si tratta di un giovane, Umberto De Titta, il quale, per vincere una scommessa fatta con gli amici, organizza il primo incontro di calcio disputato nella Città di Teramo.
Alle ore 15.00 del 15 di Luglio del 1913, i Teramani, per la prima volta in Città, assistono ad una partita di calcio.
In Piazza d’Armi, infatti, si affrontano, in gara amichevole, due formazioni di “bravi giovanotti” teramani; l’una in casacca biancoceleste, l’altra in casacca rossa; vince la prima, col rotondo risultato di 3-0.
Il calcio ha ufficialmente fatto la sua comparsa a Teramo.
La curiosa novità del giuoco del calcio, che pure incontra i favori del pubblico e pur segnalato dalla stampa locale non è, tuttavia, sufficiente a far nascere una struttura societaria articolata ed affiliata alla Federazione, che faccia del foot-ball la sua attività principale e che partecipi a manifestazioni ufficiali.
Eppure, nel gennaio del 1914, il lungimirante prof. Giuseppe D’Alessandro, presidente della Gran Sasso, si era pure procurato, da Pezzarossa di Bari, un pallone da foot-ball ed altri accessori, tra cui due reti per porta.
Passato il fragore dei cannoni ed il terrore della “inutile strage” della Grande Guerra, il Paese ricomincia a vivere e con esso il calcio.
Tuttavia, nel periodo 1920-1924, il calcio teramano non riesce a decollare, limitandosi ancora ad attività di gare amichevoli.
In verità riscuote grande successo il torneo di calcio organizzato dalle Società Sportive teramane nel 1921, ma il crescente entusiasmo per il calcio non porta ancora alla costituzione di una Società ufficiale, iscritta alla Federazione; anche perché, a Teramo, non vi è un vero e proprio campo di giuoco.
L’uso della Piazza d’Armi viene concesso di rado e gli unici posti per giuocare al calcio si riducono ai cortili, ai giardini e agli spiazzi, come quelli dei “Tigli” o di Porta Madonna.
Nel 1925 si svolge il primo campionato di calcio regionale, mentre nel 1926 la Lega Sud della Federazione riserva alla nostra Regione un Campionato di Seconda divisione, oltre ad Campionato di Terza Divisione e di Quarta Divisione.
Manifestazioni tutte che non vedono la partecipazione di nessuna squadra della Città di Teramo.
Nel 1928, finalmente, viene individuata un’area sulla quale allestire un terreno di giuoco, cosicché,  il 25 Agosto 1929 viene fondata la A.S. Teramo, società con proprio statuto, che il 5 Settembre si riunisce in Assemblea generale ed elegge il proprio Consiglio Direttivo.
Presidente viene nominato, per acclamazione, il cav. Francesco Paolone.
Ora Teramo ha una società di calcio ed anche un terreno di giuoco e così, il 27 Ottobre 1929, alle ore 15.00, viene inaugurato il nuovo impianto sportivo; quello che, da allora in poi, sarà la casa del Teramo ed il teatro di tante giornate esaltanti ed anche di momenti meno lieti: “Il Comunale”.
La A.S. Teramo, che ospita la U.S. Osimana, si impone per 2-1; la prima rete della storia del Teramo la mette a segno la mezzala Gaiani II, un fornaio di origine felsinea.
Seconda amichevole al Comunale il 3 Novembre 1929, contro la Cluana Portocivitanova; più che il risultato finale (4-0), da segnalare il particolare curioso che la squadra teramana indossa una casacca giallorossa.

1929-30:

Campionato Terza Divisione Marche-Abruzzo; inaugurazione del gagliardetto; 26 Dicembre 1929 primo derby della storia (A.S. Teramo-Pro Italia Giulianova 1-1 con incidenti già prima della gara).

1930-31:

Cambio di denominazione sociale in A.S. Gran Sasso; adozione dei colori sociali bianco e rosso; Campionato Seconda Divisione, Girone Marche-Umbria-Abruzzo

1931-32:

Attività amichevole non ufficiale.

1933:

Campionato Provinciale ULIC con la denominazione Teramo: 1° posto

1933-34:

Ricostituzione della U.S. Gran Sasso; Campionato Seconda Categoria Abruzzo.

1934-35:

Campionato Seconda Divisione Abruzzo.

1936:

Estinzione U.S. Gran Sasso.

1936-37:

Fondazione dell’Associazione Polisportiva Interamnia; Campionato Prima Divisione Abruzzo.

1937-38:

Campionato prima Divisione Marche-Abruzzo-Dalmazia; Coppa Italia Centrale; Interamnia II al Campionato Seconda Divisione Abruzzo.

1938-39:

Campionato prima Divisione Abruzzo; promossa in Serie C; Coppa Italia Centrale; Interamnia II al Campionato Seconda Divisione Abruzzo.

1939-40:

Cambio di denominazione sociale in Associazione Sportiva Interamnia; Campionato Serie C, Girone G.

1940-41:

Campionato Serie C, Girone F.

1942-44:

Interruzione attività per cause belliche.

1944-45:

Ricostituzione della S.C. Interamnia; Campionato Misto Abruzzese.

1945-46:

Cambio di denominazione sociale in Libertas Teramo; Campionato Prima Divisione Abruzzo.

1946-47:

Fusione tra G.S. Libertas Teramo e A.S. Gran Sasso; nasce la S.S. Teramo; Campionato di Serie C.

1947-48:

Campionato di Serie C, Girone Q.

1948-49:

Cambio di denominazione sociale in A.S. Teramo; Campionato Promozione Interregionale, Girone L.

1949-50:

Campionato Promozione Interregionale, Girone L.

1950-51:

Campionato Promozione Interregionale, Girone L.

1951-52:

Campionato Prima Divisione Abruzzo, Girone A; promossa in Promozione Abruzzo.

1952-53:

Campionato Promozione Abruzzo.

1953-54:

Campionato Promozione Abruzzo.

1954-55:

Cambio di denominazione sociale in S.S. Teramo; Campionato Promozione Abruzzo; promossa in IV Serie.

1955-56:

Campionato IV Serie, Girone G.

1956-57:

Cambio di denominazione sociale in A.S. Teramo; Campionato IV Serie, Girone G.

1957-58:

Campionato IV Serie II Categoria, Girone G.

1958-59:

Campionato IV Serie II Categoria, Girone G.

1959-60:

Campionato Serie C, Girone C.

1960-61:

Campionato Serie D, Girone E.

1961-62:

Campionato Serie D, Girone E.

1962-63:

Campionato Serie D, Girone E.

1963-64:

Campionato Promozione Abruzzo, Girone B; promossa in Serie D.

1964-65:

Campionato Serie D, Girone E.

1965-66:

Campionato Serie D, Girone E.

1966-67:

Campionato Prima Categoria, Girone B.

1967-68:

Campionato Prima Categoria, Girone B.

1968-69:

Fusione tra G.S. Interamnia e A.S. Teramo; nasce la U.S. Teramo; Campionato Promozione Abruzzo, Girone B; promossa in Serie D.

1969-70:

Campionato Serie D, Girone D.

1970-71:

Campionato Serie D, Girone D.

1971-72:

Campionato Serie D, Girone H.

1972-73:

Campionato Serie D, Girone H.

1973-74:

Cambio di denominazione sociale in Teramo Calcio S.p.a.; Campionato Serie D, Girone H; promossa in Serie C.

1974-75:

Campionato Serie C, Girone B.

1975-76:

Campionato Serie C, Girone B.

1976-77:

Campionato Serie C, Girone B.

1977-78:

Campionato Serie C, Girone B.

1978-79:

Campionato Serie C1, Girone B.

1979-80:

Campionato Serie C1, Girone B.

1980-81:

Campionato Serie C2, Girone B.

1981-82:

Campionato Serie C2, Girone B.

1982-83:

Campionato Serie C2, Girone C.

1983-84:

Campionato Serie C2, Girone C.

1984-85:

Campionato Serie C2, Girone B.

1985-86:

Campionato Serie C2, Girone B: promossa in Serie C1.

1986-87:

Campionato Serie C1, Girone B.

1987-88:

Campionato Serie C1, Girone B

1988-89:

Campionato Serie C2, Girone C.

1989-90:

Campionato Serie C2, Girone C.

1990-91:

Campionato Serie C2, Girone C.

1991-92:

Campionato Serie C2, Girone B.

1992-93:

Campionato Nazionale Dilettanti, Girone G.

1993-94:

Campionato Nazionale Dilettanti, Girone F; promossa in Serie C2.

1994-95:

Campionato Serie C2, Girone B.

1995-96:

Campionato Serie C2, Girone C.

1996-97:

Campionato Serie C2, Girone C.

1997-98:

Campionato Serie C2, Girone B.

1998-99:

Campionato Serie C2, Girone B.

1999-00:

Campionato Serie C2, Girone B.

2000-01:

Campionato Serie C2, Girone B.

2001-02:

Campionato Serie C2, Girone B; promossa in Serie C1.

2002-03:

Campionato Serie C1, Girone B.

2003-04:

Campionato Serie C1, Girone B.

2004-05:

Campionato Serie C1, Girone B.

2005-06:

Campionato Serie C1, Girone A.

2006-07:

Campionato Serie C1, Girone B.

2007-08:

Campionato Serie C2, Girone B.

2008-09:

La Teramo Calcio S.p.a non si iscrive a nessun campionato.
Nasce la A.S.D. Real TERAMO; Campionato Promozione Abruzzo, Girone A; promossa in Eccellenza.

2009-10:

Cambio di denominazione sociale in S.S.D. Teramo Calcio.
Campionato Eccellenza Abruzzo; promossa in Serie D.

2010-11

Campionato Nazionale Serie D, Girone F.

2011-12 Campionato Nazionale Serie D, Girone F: promossa in Lega Pro-Seconda Divisione.
2012-13 Cambio di denominazione sociale in S.S. Teramo Calcio S.r.l.; Campionato Nazionale Lega Pro-Seconda divisione

Bibliografia:
E.S. Serpentini, “Storia del calcio teramano (1913-1983)”, Edizioni Radio Teramo In, Teramo, 1983 (per le notizie storiche e statistiche fino al 1984).