Messina 57
Casertana 57
Teramo 55
Nuova Cosenza 55
Foggia 51
Melfi 51
Isolaverde 48
Vigor Lamezia 46
Sorrento 45
Tuttocuoio 44
Aversa 43
Arzanese 43
Martina 42
Aprilia 41
Chieti 40
Poggibonsi 36
Castel Rigone 34
Gavorrano 30

 

Punti di vista

News

Il Teramo non affonda a Fondi ed anzi ritorna dalla trasferta laziale con i primi tre punti esterni di questo campionato.
Vittoria difficile e sudata, ma ampliamente meritata, viste le occasioni, tante, sciupate dai biancorossi, agevolati anche dall’ingenuità di Guidone, che ha rimediato una giusta espulsione proprio ad inizio della ripresa.
Il Fondi, dirà il maligno, è poca cosa, vista la sua magra classifica, ma è la stessa squadra che ha fatto tremare la corazzata L’Aquila e che è stata ad un passo dal battere il tanto e giustamente lodato Chieti di Mister De Patre.
Una squadra non irresistibile, certo, ma che ha venduto cara la pelle ed ha cercato in tutte le maniere di recuperare il risultato, anche aggrappandosi alla cattiveria agonistica e alla grinta, sospinta dalla carica del suo istrionico allenatore.
I ragazzi di Mister Cappellacci hanno disputato un’altra buona gara in trasferta; magari il bel gioco e le qualità che lui tanto predilige non si sono visti in terra laziale, ma di certo la squadra ha dimostrato di non aver perso la grinta e la determinazione già palesate nella vittoriosa gara interna col Borgo a Buggiano.
Non è ancora una squadra bella a vedersi e nemmeno così tanto cinica, la nostra, però vince e non pare che in giro ci siano tante squadre che riescono a coniugare bel gioco con il risultato.
Al momento è un ibrido che non ha trovato ancora la sua giusta dimensione, ma che, a dispetto di taluni, guarda la classifica con rinnovato ottimismo.
Quando i meccanismi saranno assimilati del tutto dai ragazzi e quando la forma fisica tornerà ottimale per alcuni nostri giocatori, di sicuro le cose cambieranno; al momento va benissimo così.
Nessun trionfalismo adesso, come nessun dramma vi era stato nella Società e nei tifosi dopo l’inizio stentato; solamente tanto, sano, realismo.
Questo è un campionato lungo e durissimo e bisogna cercare di far più punti possibile, vengano come vengano.
Troppo importante l’obiettivo fissato di poter festeggiare i 100 anni di Teramo tra i Pro e di mantenere la categoria, acquisendo esperienza, per poi tentare di realizzare qualcosa di più importante.
Adesso ci aspettano due gare durissime a Piano d’Accio, iniziando dal Poggibonsi, seconda forza del torneo.
Non sarà una passeggiata ma con l’apporto del pubblico (anche ieri a Fondi Teramani presenti) e col calore della Est, nessun risultato è precluso in partenza.
Il bello potrebbe iniziare proprio domenica…

** * **

FONDI – TERAMO 0-1 (p.t. 0-0) 

FONDI: Gasparri, Palumbo, Marotta (23’st De Giorgi), Tamasi, Fedi, Naglieri, Pacini, Cucciniello (37’st Esposito), Guidone, D’Anna (4’st Prisco), Bernasconi. A disp. De Lucia, Serpico, Mucci, Vaccaro. All. Capuano

TERAMO: Serraiocco, De Fabritiis, Chovet, Coletti, Ferrani, Speranza, Novinic (8’st Iazzetta), Valentini, Bellucci, Foglia (25’st Di Paolantonio), Petrella (39’st Giannetti). A disp. Santi, Caidi, Scipioni, Patierno. All. Cappellacci 

ARBITRO: Lazzeri di Arezzo (Pugi e Berti di Prato)
RETI: 19’st Petrella
ESPULSI: 34’ pt De Feudis (vice all. Teramo); 1’ st Guidone (somma di ammonizioni).
AMMONITI: Guidone, Coletti, Ferrani, Marotta.
SPETTATORI: 200 circa

Cerca News in Archivio
       
Data:
   
Parola chiave: