Messina 57
Casertana 57
Teramo 55
Nuova Cosenza 55
Foggia 51
Melfi 51
Isolaverde 48
Vigor Lamezia 46
Sorrento 45
Tuttocuoio 44
Aversa 43
Arzanese 43
Martina 42
Aprilia 41
Chieti 40
Poggibonsi 36
Castel Rigone 34
Gavorrano 30

 

Teramo, buon punto a Melfi

Finisce 1-1 in terra lucana. Bucchi risponde ad Improta

News

Dopo quattro anni nell’inferno dei dilettanti, finalmente il Teramo riassapora il gusto della categoria che per storia e tradizione più gli compete e al “Valerio” di Melfi conquista il primo punto del suo nuovo corso. Un punto guadagnato, secondo alcuni, due punti persi, secondo altri. Tralasciando ogni commento e giudizio di natura tecnico-tattica, che lasciamo agli esperti del settore, non possiamo non considerare come il punto conquistato dai ragazzi in terra lucana sia oro colato. Non foss’altro perché l’avventura ricomincia col piede giusto. I biancorossi sono sembrati più squadra ed anche più forti dei ragazzi di Mister Bitetto. Ai punti, probabilmente avremmo vinto noi. Ma nel calcio la vittoria si conquista segnando più reti e il campo ha detto che di reti ne sono state segnate una per parte.

Ecco perché qualcuno ha storto il naso, pensando alla mancata vittoria. In realtà è bene considerare che nelle fila teramane vi erano parecchi esordienti (quasi tutti), che la squadra era andata sotto alla prima azione del Lucani e che il Melfi, seppur formazione non accreditata dagli addetti ai lavori come una delle compagini più forti del girone, è pur sempre una solida realtà della categoria, visto che da un decennio risiede in pianta stabile in Seconda Divisione. Non è un caso che alla prima occasione, come detto, Improta abbia gonfiato al rete biancorossa.

In definitiva un punto che fa classifica e fa morale, perché i ragazzi hanno saputo reagire, trovando la rete del pari e sfiorando quella del vantaggio. Un punto che proietta il Teramo verso la prima gara interna con ottimismo e convinzione dei propri mezzi. Lo stesso Presidente, notoriamente avvezzo al gusto del bottino pieno, ha salutato il pari di Melfi come un buon risultato. Il futuro si chiama Gavorrano e la speranza è che i ragazzi possano conquistare i primi tre punti del campionato sul terreno amico, davanti al proprio pubblico. Non sarà una passeggiata; i Toscani non regaleranno niente e cercheranno di imbrigliare la manovra del Diavolo. Ma siamo sicuri che i nostri giocatori metteranno l’anima in campo, per regalare la prima gioia al Popolo biancorosso. Quel Popolo che sabato, alla rifinitura prima dell’esordio, è accorso a Piano d’Accio per incitare la squadra e che ha chiesto lacrime e sangue per onorare i colori della Città, nel rispetto di una tradizione che si appresta a spegnere le 100 candeline. Quel Popolo che, siamo certi, accorrerà domenica a Piano d’Accio per incitare i biancorossi, dal primo all’ultimo minuto, come sempre. Forza ragazzi…


** * **

MELFI – TERAMO 1-1 (p.t. 1-0)

MELFI: Scuffia, Spirito, Gennari, Porcaro, Benci, Suarino (29’st Giglio), Signorelli, Muratore, Improta, Allegretta (19’st Conte), Caira (14’st Simeri). A disp. Della Luna, Dermaku, D’Angelo, Locci. All. Bitetto
TERAMO: Serraiocco, De Fabritiis (22’st Chovet), Scipioni, Coletti, Ferrani, Speranza, Novinic (30’st Bellucci), Valentini, Bucchi, Di Paolantonio, De Stefano (1’st Petrella). A disp. Santi, Giannetti, Righini, Patierno. All. Cappellacci
ARBITRO: Rocca di Vibo Valentia (Allegra - Rizzo)
RETI: 44’ Improta, 20’st Bucchi su rig.
AMMONITI: Bucchi, Muratore, Benci, Simeri
Angoli: 6-1 per il Teramo. Spettatori: 1000

Cerca News in Archivio
       
Data:
   
Parola chiave: