Stop a Modena dopo l’iniziale vantaggio

stadio modena

Si torna in campo a distanza praticamente di un mese dalla trasferta di Bassano, per iniziare il 2017 al “Braglia” di Modena.
Biancorossi senza gli indisponibili Caidi, Capitanio, Croce, Manganelli, Scipioni e Steffè ed inizialmente in campo con il 4-3-1-2.
Prima dell’inizio del match, verrà osservato un minuto di raccoglimento per ricordare la sciagura di Rigopiano.
Biancorossi in campo con il lutto al braccio per onorare la memoria di Davide De Carolis, deceduto lo scorso 24 gennaio a seguito dell’incidente aereo verificatosi durante l’operazione di soccorso di uno sciatore nei pressi della stazione sciistica di Campo Felice.

MODENA (3-5-1-1): 12 Manfredini, 5 Ambrosini, 20 Aldrovandi (46′ Laner), 4 Accardi (46′ Milesi); 23 Calapai, 21 Remedi, 24 Giorico (Cap.) (85′ Besea), 32 Schiavi, 25 Basso; 10 Nolè; 13 Diop.
A disp.: 1 Costantino, 2 Guardiglio, 7 Sakaj, 9 Ravasi, 16 Zucchini, 19 Loi, 33 Chiossi.
All.: Capuano.

TERAMO CALCIO (4-3-1-2): 1 Branduani, 3 Imparato, 5 Altobelli, 6 Speranza (Cap.), 15 Karkalis; 26 Baccolo (63′ Fratangelo, 83′ Cesarini), 18 Amadio, 16 Ilari; 20 Carraro (63′ Petrella); 10 Sansovini (VK),  7 Di Paolantonio.
A disp.: 22 Calore, 4 Spighi, 8 Bulevardi, 14 Camilleri, 24 Mantini, 28 Sales.
All.: Zauli.

Arbitro: Fabio Pasciuta di Agrigento.
Assistenti: Vingo di Pisa e Vettorel di Latina.

Ammoniti: Imparato (T), Ilari (T), Petrella (T).
Reti: 16′ Ilari (T), 52′, 58′ Diop (M).
Note: (recupero 1′pt; 5′st).
Spettatori: 2.194 (1.406 abbonati, 50 circa da Teramo).

Seconda sconfitta consecutiva con il medesimo risultato (2-1) e lo stesso andamento (rimonta subita dopo l’iniziale vantaggio). Un primo tempo ai limiti della perfezione, suggellato dal gol di Ilari e da due occasionissime sciupate da Carraro e Sansovini (salvataggio sulla linea), non è sufficiente per uscire dal “Braglia” con un risultato positivo. La ripresa è nefasta, grazie a due gravi disattenzioni difensive che permettono al centravanti Diop di realizzare la doppietta vincente nel giro di sei minuti nel primo quarto d’ora. Cinque minuti di recupero non portano punti al Diavolo che domenica prossima (ore 18:30) ospiterà al “Bonolis” il Santarcangelo.