La Storia

Nel 1913 il football, soprattutto in provincia, è ancora considerato meno educativo, nobile ed aristocratico di altre discipline allora in voga.
Infatti le uniche due Società Sportive al tempo presenti a Teramo, la “Società Sportiva Gran Sasso” e il “Club Sportivo Teramun”, si occupano di ben altre discipline sportive; la prima si interessa di ginnastica, mentre la seconda pratica l’alpinismo e l’escursionismo.
Tuttavia anche in città vi è chi comincia a coltivare l’idea di praticare questa disciplina.
Si tratta di un giovane, Umberto De Titta, il quale, per vincere una scommessa fatta con gli amici, organizza il primo incontro di calcio disputato nella Città di Teramo.
Alle ore 15.00 del 15 di Luglio del 1913, i teramani, per la prima volta in città, assistono ad una partita di calcio.
In Piazza d’Armi, infatti, si affrontano, in gara amichevole una formazione in casacca biancoceleste e un’altra in casacca rossa; vince la prima, col rotondo risultato di 3-0.
Il calcio ha ufficialmente fatto la sua comparsa a Teramo.
La curiosa novità del giuoco del calcio, che pure incontra i favori del pubblico e la segnalazione della stampa locale non è, tuttavia, sufficiente a far nascere una struttura societaria articolata ed affiliata alla Federazione, e che partecipi a manifestazioni ufficiali.
Eppure, nel gennaio del 1914, il lungimirante prof. Giuseppe D’Alessandro, presidente della Gran Sasso, si era pure procurato, da Pezzarossa di Bari, un pallone ed altri accessori, tra cui due reti per porta.
Nel periodo 1920-1924 il calcio teramano non riesce a decollare, limitandosi ancora ad attività di gare amichevoli.
In verità riscuote grande successo il torneo di calcio organizzato dalle Società Sportive teramane nel 1921, ma il crescente entusiasmo per il calcio non porta ancora alla costituzione di una Società ufficiale, iscritta alla Federazione; anche perché, a Teramo, non vi è un vero e proprio campo di giuoco.
L’uso della Piazza d’Armi viene concesso di rado e gli unici posti per giuocare al calcio si riducono ai cortili, ai giardini e agli spiazzi, come quelli dei “Tigli” o di Porta Madonna.
Nel 1925 si svolge il primo campionato di calcio regionale, mentre nel 1926 la Lega Sud della Federazione riserva alla nostra Regione un Campionato di Seconda divisione, oltre ad Campionato di Terza Divisione e di Quarta Divisione.
Manifestazioni, tutte, che non vedono la partecipazione di alcuna squadra della città di Teramo.
Nel 1928, finalmente, viene individuata un’area sulla quale allestire un terreno di giuoco, cosicché,  il 25 Agosto 1929 viene fondata la A.S. Teramo, società con proprio statuto, che il 5 Settembre si riunisce in Assemblea generale ed elegge il proprio Consiglio Direttivo.
Presidente viene nominato, per acclamazione, il cav. Francesco Paolone.
Ora Teramo ha una società di calcio ed anche un terreno di giuoco e così, il 27 Ottobre 1929, alle ore 15.00, viene inaugurato il nuovo impianto sportivo; quello che, da allora in poi, sarà la casa del Teramo ed il teatro di tante giornate esaltanti ed anche di momenti meno lieti: “Il Comunale”.
La A.S. Teramo, che ospita la U.S. Osimana, si impone per 2-1; la prima rete della storia del Teramo la mette a segno la mezzala Gaiani II, un fornaio di origine felsinea.
Seconda amichevole al Comunale il 3 Novembre 1929, contro la Cluana Portocivitanova; più che il risultato finale (4-0), da segnalare il particolare curioso che la squadra teramana indossa una casacca giallorossa. Il 26 ottobre 1930 i colori verranno cambiati nel bianco-rosso tradizionale.

1929-30: Campionato Terza Divisione Marche-Abruzzo; inaugurazione del gagliardetto; 26 Dicembre 1929 primo derby della storia (A.S. Teramo-Pro Italia Giulianova 1-1 con incidenti già prima della gara). 3º in Terza Divisione Marchigiana-Abruzzese
1930-31: Cambio di denominazione sociale in A.S. Gran Sasso; adozione dei colori sociali bianco e rosso; Campionato Seconda Divisione, Girone Marche-Umbria-Abruzzo. 2º in Seconda Divisione Marchigiana-Umbra-Abruzzese.
1931-32: Attività amichevole non ufficiale.
1932-33: Campionato Provinciale ULIC con la denominazione Teramo: 1° posto
1933-34: Ricostituzione della U.S. Gran Sasso; 3º in Seconda Divisione Abruzzese.
1934-35: Campionato Seconda Divisione Abruzzo; 2º in Seconda Divisione Abruzzese.
1936: Estinzione U.S. Gran Sasso.
1936-37: Fondazione dell’Associazione Polisportiva Interamnia; 4º in Prima Divisione Abruzzese
1937-38: Campionato prima Divisione Marche-Abruzzo-Dalmazia; Coppa Italia Centrale; 4º in Prima Divisione Marchigiana
1938-39: 3º in Prima Divisione Abruzzese-Molisana promossa in Serie C; Coppa Italia Centrale;.
1939-40: Cambio di denominazione sociale in Associazione Sportiva Interamnia; 6º in Serie C gir. G.
1940-41: 3° in Serie C gir. F. Primo turno eliminatorio di Coppa Italia.
1942-44: Interruzione attività per cause belliche.
1944-45: Ricostituzione della S.C. Interamnia; Campionato Misto Abruzzese.
1945-46: Cambio di denominazione sociale in Libertas Teramo; 7º in Prima Divisione Abruzzese gir. CAmmesso in Serie C.
1946-47: Fusione tra G.S. Libertas Teramo e A.S. Gran Sasso; nasce la S.S. Teramo; 8º in Serie C Lega Interregionale Centro gir. F.
1947-48: 5º in Serie C Lega Interregionale Centro gir. QRetrocesso in Promozione Interregionale. Assume la nuova denominazione Associazione Sportiva Teramo.
1948-49: 7º in Promozione Interregionale Lega Interregionale Centro gir. L.
1949-50: 6º in Promozione Interregionale Lega Interregionale Centro gir. L.
1950-51: 6º in Promozione Interregionale Lega Interregionale Centro gir. L.  Retrocesso in Prima Divisione.
1951-52: 1º in Prima Divisione Abruzzese gir. AAmmesso alla Promozione vincendo lo spareggio promozione.
1952-53: 2º in Promozione Abruzzese.
1953-54: 3º in Promozione Abruzzese.
1954-55: 1º in Promozione Abruzzese.  Promosso in IV Serie.

Cambio di denominazione sociale in S.S. Teramo;

1955-56: 5º in IV Serie gir. G.
1956-57: 10º in IV Serie gir. G.  Retrocesso in II categoria di IV Serie.

Cambio di denominazione sociale in A.S. Teramo

1957-58: 7º in II categoria di IV Serie gir. GAmmesso in IV Serie.
1958-59: 3º in IV Serie gir. GAmmesso nella nuova Serie C.
1959-60: 18º in Serie C gir. C.  Retrocesso in Serie D.
1960-61: 7º in Serie D gir. E.
1961-62: 12º in Serie D gir. E.
1962-63: 6º in Serie D gir. E.  Retrocesso in Prima Categoria. Perde gli spareggi ed è retrocesso in Prima Categoria.
1963-64: 1º in Prima Categoria Abruzzese gir. B. Vincendo lo spareggio promozione è promosso in Serie D.
1964-65: 12º in Serie D gir. E.
1965-66: 17º in Serie D gir. E.  Retrocesso in Prima Categoria.
1966-67: 3º in Prima Categoria Abruzzese gir. B.
1967-68: 1º in Prima Categoria Abruzzese gir. B. Perde lo spareggio promozione.
1968-69: 1º in Prima Categoria Abruzzese gir. B. Perde lo spareggio promozione. È successivamente ammesso in Serie D. Fusione tra G.S. Interamnia e A.S. Teramo; nasce la U.S. Teramo;
1969-70: 11º in Serie D gir. D.
1970-71: 9º in Serie D gir. D
1971-72: 2º in Serie D gir. H
1972-73: 2º in Serie D gir. H.
1973-74: Cambio di denominazione sociale in Teramo Calcio S.p.a.; 1° in Serie D gir.H. Promosso in Serie C. Prima fase di Coppa Italia Semiprofessionisti.
1974-75: 3° in Serie C gir. B.

Prima fase di Coppa Italia Semiprofessionisti.

1975-76: 3° in Serie C gir. B. Prima fase di Coppa Italia Semiprofessionisti.

Partecipazione al Trofeo Anglo-Italiano.

1976-77: 12º in Serie C gir. B. Prima fase di Coppa Italia Semiprofessionisti.

Fase eliminatoria del Trofeo Anglo-Italiano.

1977-78: 8° in Serie C gir. BAmmesso alla Serie C1. Prima fase di Coppa Italia Semiprofessionisti
1978-79: 10º in Serie C1 gir. B. Quarti di finale di Coppa Italia Semiprofessionisti.
1979-80: 18° in Serie C1 gir. B.  Retrocesso in Serie C2.

Prima fase di Coppa Italia Semiprofessionisti.

1980-81: 5º in Serie C2 gir. B. Prima fase di Coppa Italia Semiprofessionisti.
1981-82: 5º in Serie C2 gir. B.Sedicesimi di finale di Coppa Italia Serie C.
1982-83: 8º in Serie C2 gir. C.Prima fase di Coppa Italia Serie C.
1983-84: 3° in Serie C2 gir. C. Prima fase di Coppa Italia Serie C.

Finalista del Trofeo Anglo-Italiano.

1984-85: 4° in Serie C2 gir. C. Sconfitta negli spareggi promozione.

Prima fase di Coppa Italia Serie C.

1985-86: 1° in Serie C2 gir. CPromosso in Serie C1. Prima fase di Coppa Italia Serie C.
1986-87: 9° in Serie C1 gir. B. Prima fase di Coppa Italia Serie C.
1987-88: 18º in Serie C1 gir. B.  Retrocesso in Serie C2. Fase a gironi di Coppa Italia Serie C.
1988-89: 8° in Serie C2 gir. C. Sedicesimi di finale di Coppa Italia Serie C.
1989-90: 6° in Serie C2 gir. C. Prima fase di Coppa Italia Serie C.
1990-91: 3° in Serie C2 gir. C. Fase a gironi di Coppa Italia Serie C.
1991-92: 17° in Serie C2 gir. B.  Retrocesso in Campionato Nazionale Dilettanti.

Sconfitto negli spareggi retrocessione. Prima fase di Coppa Italia Serie C.

1992-93: 7° in Campionato Nazionale Dilettanti gir. G. Prima fase di Coppa Italia Serie C.
1993-94: 1º in Campionato Nazionale Dilettanti gir. FPromosso in Serie C2. Eliminato dalla Coppa Italia Dilettanti. Prima fase dello scudetto Dilettanti.
1994-95: 7° in Serie C2 gir. B. Fase eliminatoria di Coppa Italia Serie C.
1995-96: 9° in Serie C2 gir. C. Ottavi di finale di Coppa Italia Serie C.
1996-97: 7° in Serie C2 gir. C. Primo turno di Coppa Italia Serie C.
1997-98: 4° in Serie C2 gir. B. Semifinalista nei play-off. Fase a gironi di Coppa Italia Serie C.
1998-99: 8° in Serie C2 gir. B. Sedicesimi di finale di Coppa Italia Serie C.
1999-00: 5° in Serie C2 gir. B. Semifinalista nei play-off. Fase a gironi di Coppa Italia Serie C.
2000-01: 4° in Serie C2 gir. B. Finalista nei play-off. Fase a gironi di Coppa Italia Serie C.
2001-02: 1° in Serie C2 gir. B.  Promosso in Serie C1.

Fase a gironi di Coppa Italia Serie C.

2002-03: 4° in Serie C1 gir. B. Semifinali play-off promozione. Fase a gironi di Coppa Italia Serie C
2003-04: 10º in Serie C1 gir. B. Secondo turno di Coppa Italia.

Quarti di finale di Coppa Italia Serie C.

2004-05: 13° in Serie C1 gir. B. Ottavi di finale di Coppa Italia Serie C.
2005-06: 7° in Serie C1 gir. A. Primo turno di Coppa Italia. Quarti di finale di Coppa Italia Serie C.
2006-07: 15° in Serie C1 gir. B.  Retrocesso in Serie C2. Sconfitta nei play-out.

Primo turno di Coppa Italia. Quarti di finale di Coppa Italia Serie C.

2007-08: 8° in Serie C2 gir. BAmmesso alla Promozione. Fase a gironi di Coppa Italia Serie C.
2008-09: La Teramo Calcio S.p.a non si iscrive ad alcun campionato. Nasce la A.S.D. Real TERAMO; 1º in Promozione Abruzzese gir. A.  Promosso in Eccellenza. Semifinalista di Coppa Italia Promozione Abruzzo. Sconfitta in Coppa “Nello Mancini”.
2009-10: Cambio di denominazione sociale in S.S.D. Teramo Calcio.

1º in Eccellenza AbruzzesePromosso in Serie D.

2010-11: 2° in Serie D gir. F.F inalista nei play-off. Trentaduesimi di finale di Coppa Italia Serie D.
2011-12: 1° in Serie D gir. F.  Promosso in Lega Pro Seconda Divisione.

Primo turno di Coppa Italia. Trentaduesimi di finale di Coppa Italia Serie D.

Finalista dello scudetto Dilettanti.

2012-13: Cambio di denominazione sociale in S.S. Teramo Calcio S.r.l.; 6° in Lega Pro Seconda Divisione gir. B. Finalista nei play-off promozione.

Fase eliminatoria a gironi di Coppa Italia Lega Pro.

2013-14: 3° nel girone B della Lega Pro Seconda Divisione. Ammesso in Lega Pro.

Secondo turno di Coppa Italia. Primo turno di Coppa Italia Lega Pro.

2014-15: 1° nel girone B del campionato di Lega Pro. Ammesso in Serie B per la prima volta nella storia.

Primo turno di Coppa Italia. Sedicesimi di finale di Coppa Italia Lega Pro.

2015-16 8° nel girone B del campionato di Lega Pro. Secondo turno di “TIM Cup”. Quarti di finale Coppa Italia Lega Pro.