Il nuovo responsabile tecnico Tedino si presenta: «Mi piacciono le sfide»

pp

Presentazione pomeridiana a stampa e tifosi, presso la “Sala Conferenze” della Infosat, per Bruno Tedino, il nuovo responsabile tecnico della prima squadra biancorossa.
È stato il Presidente Franco Iachini ad aprire il meeting, illustrando le motivazioni della scelta dell’ex tecnico del Palermo in Serie B: «Tedino è sempre stato il primo profilo scelto, la pietra fondante della nuova struttura che, pezzo dopo pezzo, con grande entusiasmo, stiamo completando».
Gli ha fatto eco il General Manager Andrea Iaconi: «E’ un allenatore completo, avevamo bisogno di un tecnico bravo sul campo e lui è un lavoratore instancabile, ci completa sicuramente. Gli abbiamo prospettato quella che, a tutti gli effetti, è una nuova epoca per i colori biancorossi e lo ringrazio perché, a dir la verità, non pensavamo accettasse».
Da sx, Nino Galli (preparatore portieri), Alcide Di Salvatore (collaboratore tecnico), Bruno Tedino (allenatore), Carlo Marchetto (vice-allenatore)Bruno Tedino si è presentato così: «Questa non è la mia palestra, insieme ai miei collaboratori (il vice Carlo Marchetto, il collaboratore tecnico Alcide Di Salvatore, il preparatore atletico Giuseppe Puleo ed il riconfermato preparatore dei portieri Nino Galli, ndr) ci piace molto di più lavorare sul campo. La nostra sintonia dev’essere contagiosa per la città. Se sono venuto qui, in punta di piedi, è perché mi piacciono le sfide, sono entusiasta e non vedo l’ora di cominciare. Se dobbiamo costruire una bella casa, abbiamo bisogno di fondamenta solide e dell’unione tra tutte le componenti, con una critica leale e costruttiva. Per portare questa città ad essere conosciuta sotto l’aspetto calcistico, c’è bisogno di lavoro quotidiano maniacale e questo non s’inventa. Siamo ambiziosi, ma dobbiamo nel contempo usare la giusta cautela».