Forli’ si conferma campo amico: blitz (0-2) firmato nel primo quarto d’ora

squadra

Il Diavolo torna al “T.Morgagni” di Forlì dopo due stagioni (siglò Lapadula la rete decisiva): assenti il difensore Scipioni e gli attaccanti Forte e Jefferson. In diffida i centrocampisti Bulevardi e Ilari.

FORLì (4-3-1-2): 1 Turrin, 5 Baschinotto (56′ Alimi), 14 Cammaroto, 2 Conson, 13 Adobati; 7 Tentoni, 4 Capellupo (Cap.), 10 Spinosa; 26 Capellini; 21 Bardelloni (71′ Parigi), 11 Ponsat.
A disp.: 22 Baldassarri, 3 Franchetti, 6 Ferretti, 8 Piccoli, 15 Tura, 17 Tonelli, 18 Di Rocco, 19 Croci, 23 Vesi, 27 Semprini.
All.: Gadda.

TERAMO CALCIO (4-1-4-1): 1 Rossi, 28 Sales, 23 Caidi, 6 Speranza (Cap.), 3 D’Orazio; 20 Carraro (75′ Altobelli); 11 Petrella (51′ Fratangelo), 16 Ilari, 8 Bulevardi, 7 Di Paolantonio; 10 Sansovini (VK) (80′ Croce).
A disp.: 22 Calore, 2 Capitanio, 4 Petermann, 9 Croce, 13 Manganelli, 15 Karkalis, 17 Cericola, 24 Mantini, 25 Cesarini, 27 Steffè.
All.: Nofri Onofri.

Arbitro: Luigi Carella di Bari.
Assistenti: Iovine e Netti di Napoli.

Ammoniti: D’Orazio (T), Rossi (T), Parigi (F), Ilari (T).
Reti: 2′ Bulevardi (T), 14′ Carraro (T).
Note: (recupero 1′pt; 5′st).
Spettatori: 764 (quarantasette da Teramo).

Primo tempo perfetto per il Diavolo che approfitta di un’imperfezione del portiere locale Turrin per affondare il primo colpo con Bulevardi dopo settanta secondi dal fischio d’inizio. Il raddoppio è un capolavoro balistico di Federico Carraro, con un fendente che s’insacca sotto l’incrocio dei pali. Il Forlì si affaccia dalle parti di Rossi negli ultimi dieci minuti, con un paio di occasioni disinnescate. Primo quarto d’ora della ripresa di sofferenza, poi gara gestita bene e senza correre ulteriori rischi. Dopo Gubbio il Diavolo conquista il secondo successo esterno stagionale.