“Focus Giovani”: tre domande a…Mister Possenti

possenti

Il mister dell’Under 14 biancorossa, Andrea Possenti, insieme a Giuseppe Scervino, ha di recente ottenuto il patentino “UEFA A“. Un traguardo importantissimo per lui e per la Teramo Calcio, che accresce così il valore tecnico e professionale degli allenatori delle giovanili.

Congratulazioni per l’importante traguardo raggiunto…
«Sì, è stata un’esperienza meravigliosa. Io e Giuseppe (Scervino, ndr) abbiamo trascorso tre mesi nel centro tecnico di Coverciano, condividendo le lezioni con i colleghi del Master, partecipando al corso di allenatore professionista “UEFA A”: la naturale conclusione dello stesso ci può consentire ora di guidare tutte le prime squadre fino alla Lega Pro, le Primavera e, da allenatori in seconda, fino alla massima serie».

Qual è il tuo bilancio sul campionato Under 14?
«Direi secondo le aspettative, visto il terzo posto nella generale con alcune partite da recuperare. I vari eventi cataclismatici di gennaio hanno finito per rallentare la nostra marcia e attenuare il lavoro sul campo. Inoltre, a causa del corso di cui sopra, ho potuto allenarli sono una volta a settimana, ma la crescita complessiva è buona: facciamo valutazioni specifiche tre volte all’anno e ne faremo un’altra a fine stagione per conoscere meglio lo sviluppo fisico e tecnico dei nostri atleti».

Quanto e perchè giudichi importante il Settore Giovanile?
«E’ fondamentale per qualsiasi realtà e per Teramo in particolare. Non ha solo aspetti positivi per la crescita dei singoli ragazzi, ma potrebbe portare qualche plusvalenza che farebbe bene alle casse societarie. In più ci deve essere una stretta collaborazione tra la prima squadra ed i vari team giovanili, sulla falsariga del lavoro che stiamo portando avanti in questi anni».