“Focus Giovani”. Scervino e la sua Under 15: «Campionato piu’ equilibrato»

24 SCERVINO GIUSEPPE

Una vittoria e una sconfitta costituiscono il bilancio dell’Under 15 biancorossa, dopo le prime due giornate di campionato. Sulla panchina il riconfermato Giuseppe Scervino, e proprio con lui analizziamo il campionato che affronteranno i suoi ragazzi.
La sua analisi dopo le prime due gare?
«Abbiamo fatto due discrete partite. Contro la Samb ci ha condizionato l’espulsione di un nostro giocatore dopo dieci minuti. Risultato bugiardo vista la prestazione fatta in inferiorità numerica. Con la Casertana abbiamo dimostrato invece di avere un buon assetto di gioco, tenendo testa ad una delle squadre più forti del campionato».
Vedendo il vostro girone, che idea si è fatto sugli avversari?
«È un campionato molto più equilibrato rispetto a quello dell’anno scorso. Ci sono due o tre compagini che possono avere qualcosa in più, come Casertana, Juve Stabia e Fondi. Con il lavoro che stiamo svolgendo, però, possiamo stare al passo delle migliori del girone e cercheremo sempre di dire la nostra».
Rispetto alla precedente stagione quali sono le differenze sostanziali?
«Quest’anno abbiamo un gruppo totalmente nuovo. Il lavoro che dobbiamo fare quotidianamente è anche quello di creare un team compatto. L’anno scorso, invece, era più semplice perché c’era una base consolidata da due stagioni».
Qual è il macro obiettivo?
«Cerchiamo sempre di far crescere i nostri ragazzi sotto due aspetti. Il primo è quello mentale. Bisogna creare degli uomini. Ad esempio, nella gara contro la Sambendettese, l’arbitro ha palesemente sbagliato ad espellere un nostro ragazzo ma io, nel discorso fatto alla ripresa degli allenamenti, ho fatto capire che l’errore più grande è stato quello di rispondere male all’arbitro, perché nel calcio, spesso, i direttori di gara sbagliano ma questo non autorizza a reagire male. L’altro aspetto della crescita è quello prettamente tecnico. La partita della domenica è solo la messa in pratica del lavoro svolto in settimana».
Domenica giocherete contro la Juve stabia al “Romeo Menti”…
«Non ho avuto modo di vedere l’avversario, ma conoscendoli metteranno la partita sul piano fisico e sull’agonismo. Sarà un avversario ostico ma noi cercheremo di fare la nostra partita con rispetto e senza timore».