“Focus Giovani”: alla scoperta dei nostri Pulcini

SCUOLA CALCIO

Per il consueto appuntamento settimanale con “Focus Giovani“, ci addentriamo nella Scuola Calcio Biancorossi Teramo 1913, ascoltando Giampiero De Luca, istruttore dei Pulcini 2005.

Come nasce la passione per la panchina?
«Sono stato calciatore dilettante per vent’anni, quindi ho preso al volo la possibilità di sostenere il corso a L’Aquila per diventare allenatore, iniziando con l’Asd Cona, passando per una breve esperienza in Seconda Categoria, prima di dedicarmi agli Juniores Regionali della Valle del Gran Sasso. Quello corrente è, per il sottoscritto, il primo anno nel Teramo».

Con quale fascia lavori?
«Personalmente mi occupo di una ventina di bambini, il terzo anno dei Pulcini, classe 2005. Questa è un’età importante, perché la considero spartiacque per capire se si ha voglia di giocare o se si considera lo sport un semplice divertimento: non bisogna, comunque, mai essere superficiali, soprattutto quando hai a che fare con dei bambini».

Qual è il tuo punto di vista sull’operato della cantera biancorossa?
«Sia il Settore Giovanile che la Scuola Calcio godono di ottima salute. Si rende necessario investire sui più piccoli per avere in futuro una sorta di autofinanziamento che possa permettere di avere soddisfazioni anche dal punto di vista finanziario. C’è voglia di migliorarsi e di crescere: sono costantemente in contatto con Marco Villa per qualsiasi accadimento o evenienza e lo ringrazio per la vicinanza».

Aspirazioni future?
«Mi piacerebbe continuare a prestare la mia collaborazione per i giovani, in generale, e per la Teramo Calcio in particolare. E’ lampante, infatti, in questo contesto, l’aspirazione ad aumentare costantemente il livello qualitativo e la passione che si respira da parte di tutti ed in tutto quello che si fa».