Ventidue convocati per Salo’

Il tecnico Zichella ha convocato ventidue calciatori in vista del turno esterno con la Feralpisalò, in programma domani, domenica 7 ottobre (ore 14:30), allo stadio “Turina”.
La squadra è partita stamane alla volta del ritiro in terra bresciana.

La lista completa:
PORTIERI: 22 Lewandowski, 1 Pacini.
DIFENSORI: 21 Altobelli, 2 Fiordaliso, 13 Mastrilli, 26 Piacentini, 6 Speranza, 27 Ventola, 3 Vitale.
CENTROCAMPISTI: 10 De Grazia, 18 Persia, 8 Proietti, 4 Ranieri, 20 Spighi, 5 Zenuni.
ATTACCANTI: 11 Bacio Terracino, 19 Barbuti, 17 Cappa, 9 Di Renzo, 7 Fratangelo, 14 Piccioni, 16 Zecca.

Non convocati Caidi e Gomis (infortunati), oltre a Mantini.

Zichella: «Credo nei miei ragazzi, con la Feralpi gara bella da giocare»

Al termine della rifinitura di questo pomeriggio, venerdì (la squadra partirà domattina, sabato) a parlare in conferenza stampa è il responsabile tecnico della prima squadra Giovanni Zichella, ex di turno, in vista della trasferta di Salò, ospiti della Feralpi (domenica, ore 14:30): «Forse l’avversario peggiore sinora è stato il Gubbio, con cui abbiamo disputato un secondo tempo pessimo. Questa con la Feralpi, invece, è una partita bella da giocare, contro una squadra dotata di individualità importanti, ma in settimana abbiamo lavorato sui loro aspetti negativi per andarli a colpire. Il modulo nostro sarà lo stesso di inizio ritiro, magari con piccoli accorgimenti tattici in base al loro atteggiamento. Preoccupato per l’assenza di Caidi? In questo momento servirebbe a poco, bisogna trovare delle soluzioni. Loro giocano molto sulla spizzata di Caracciolo per Guerra: è importante in quei casi che il mediano non lasci da solo i centrali difensivi. Spighi e Speranza? Sono recuperati. Io non temo nessuno, credo nei miei ragazzi e sono sempre positivo di natura. Di certo la Feralpi ha un tandem di attaccanti notevole per la categoria, mi aspetto il loro furore agonistico, ma sono sicuro che la mia squadra giocherà una grande gara. Piccioni e Di Renzo? Possono coesistere. I tre davanti devono muoversi anche in ampiezza e non dare punti di riferimento. Fratangelo? E’ partito dall’inizio a Imola, poi mi chiese il cambio per dei crampi al polpaccio, ma rimane uno di quei pochi giocatori in grado di spaccare le partite negli ultimi venti minuti. La mia è una squadra che va a corrente alternata, ma è un gruppo che lavora sempre bene, quando troveremo la giusta costanza di rendimento faremo il salto di qualità».

Anticipata a sabato 13 la sfida del “Romeo Neri” con il Rimini

La Lega Pro, vista la comunicazione avanzata dalle autorità competenti per la concomitanza di altro evento nella Città di Rimini fissato per domenica 14 ottobre prossimo, ed a ratifica degli accordi intercorsi tra le società interessate, ha disposto che la gara Rimini – Teramo sia anticipata a sabato 13 ottobre, alle ore 16:30, allo stadio “Romeo Neri”.

Di seguito ricordiamo il programma dei prossimi impegni già ufficializzati nel timing:
5°giornata
 (domenica 7 ottobre, 14:30): Feralpisalò – TERAMO
6°giornata (sabato 13 ottobre, 16:30): Rimini – TERAMO
7°giornata (mercoledì 17 ottobre, 18:30): TERAMO – Fano
8°giornata (domenica 21 ottobre, 14:30): Monza – TERAMO
9°giornata (domenica 28 ottobre, 14:30): TERAMO – Ravenna

Prevendita attivata per la trasferta di Salo’: biglietti disponibili al “Bonolis”

Feralpisalò comunica che, in occasione della gara Feralpisalò – Teramo, valevole come 5^ giornata del CAMPIONATO di Serie C Girone “B”, in programma domenica 7 ottobre, alle ore 14:30, presso lo Stadio “Lino Turina” di Salò (BS), i tifosi biancorossi potranno acquistare i biglietti online per il “Settore Ospiti” fino alle ore 12 di domenica, al costo di € 8,00 (diritti di prevendita esclusi) al seguente link:

http://www.ticketland1000.com/spettacolo/descrizione.asp?idevento=5454

Il punto fisico disponibile, invece, è la segreteria dello stadio “Bonolis”, con prevendita aperta dalle ore 15 di oggi, mercoledì.

Il botteghino “Ospiti” del “Turina” rimarrà comunque aperto anche il giorno della gara.

Reso noto il timing dalla sesta alla nona giornata

La Lega Pro – Ufficio agonistica, ha reso noto il timing relativo agli impegni di campionato dalla sesta alla nona giornata.
Speranza e compagni giocheranno sempre alle ore 14:30, ad eccezione del turno casalingo infrasettimanale del 17 ottobre con il Fano, pianificato per le ore 18:30.

Di seguito il riepilogo dei prossimi impegni dei biancorossi:
5°giornata (domenica 7 ottobre, 14:30): Feralpisalò – TERAMO
6°giornata (domenica 14 ottobre, 14:30): Rimini – TERAMO
7°giornata (mercoledì 17 ottobre, 18:30): TERAMO – Fano
8°giornata (domenica 21 ottobre, 14:30): Monza – TERAMO
9°giornata (domenica 28 ottobre, 14:30): TERAMO – Ravenna.

Il programma settimanale

La squadra si ritroverà domani, martedì, allo stadio “Bonolis“, per iniziare a preparare la trasferta di Salò, ospiti della Feralpi, in programma domenica prossima al “Turina“.
Saranno da verificare le condizioni di Caidi, Proietti, Speranza e Spighi.

Il programma di lavoro:
Lunedì 01/10: riposo;
Martedì 02/10: ore 17;
Mercoledì 03/10: ore 10; ore 15 (doppia seduta);
Giovedì 04/10: ore 10;
Venerdì 05/10: ore 15 (rifinitura);
Sabato 06/10: viaggio;
Domenica 07/10: ore 14:30 (gara di campionato Feralpisalò – Teramo).

#machepassione chiude sfiorando i 400 abbonamenti

La campagna abbonamenti #machepassione 2018/19 si è chiusa, come anticipato, in occasione del secondo incontro casalingo di campionato, con 385 tessere sottoscritte, un dato lievemente inferiore ad una stagione fa, quando ne erano state rilasciate 419.
La Tribuna si è confermata il settore più numeroso, con 215 abbonati, seguita da Distinti (77), Curva (53) e Poltronissima (40).
Un sentito ringraziamento da parte del club ai suoi più fedeli sostenitori.

Sala stampa. Zichella: «Bisogna continuare a lavorare duramente»

Al termine del pari casalingo maturato con il Gubbio, questa l’analisi di mister Zichella nella sala stampa del “Bonolis“: «Nel primo tempo la squadra non mi è dispiaciuta, mentre nella ripresa abbiamo fatto fatica ed il pareggio finale è giusto anche se, inutile nasconderlo, prima della gara ero fiducioso per cogliere una vittoria. E’ una squadra profondamente rinnovata, bisogna continuare a lavorare duramente, abbiamo chiuso con tre ’99 e due ’97, occorre dar tempo ai nostri ragazzi. Il Gubbio ha mostrato un gran palleggio, sono stati bravi, specie nel secondo tempo, se poi lungo il corso del match gli regali calciatori del calibro di Speranza, Proietti, Spighi e, alla fine, anche Caidi, qualche difficoltà in più puoi averla. Spighi? Credo si tratti di un semplice indurimento del polpaccio. Caidi? Problema all’adduttore, mi preoccupa di più. Avrei voluto aiutare i ragazzi in qualche altro modo, mi spiace per i tifosi. La vittoria? Magari arriverà quando nessuno se l’aspetta…».

Sofferto pari casalingo (1-1) con il Gubbio

Secondo incontro casalingo stagionale per i biancorossi di Zichella, orfani del Capitano Speranza che non ce l’ha fatta a recuperare dalla botta subìta a Imola, oltre a Gomis e Proietti.
Gubbio praticamente al completo, con un solo assente, Paramatti.

TERAMO CALCIO (4-3-3): 22 Lewandowski, 27 Ventola, 23 Caidi (K), 21 Altobelli (VK), 13 Mastrilli (46′ Piacentini); 20 Spighi (40′ Fiordaliso), 4 Ranieri, 10 De Grazia; 11 Bacio Terracino (76′ Barbuti), 14 Piccioni (85′ Cappa), 9 Di Renzo (46′ Zecca).
A disp.: 1 Pacini, 3 Vitale, 5 Zenuni, 6 Speranza, 7 Fratangelo, 18 Persia, 24 Mantini.
All.: Zichella.

GUBBIO (4-3-1-2): 27 Marchegiani, 15 Schiaroli, 19 Espeche, 23 Piccinni, 3 Lo Porto; 29 Casoli, 18 Ricci (63′ Benedetti), 7 Malaccari; 10 Casiraghi (87′ Plescia); 9 Marchi (K), 26 Campagnacci (63′ De Silvestro).
A disp.: 1 Battaiola, 4 Paolelli, 14 Conti, 17 Tavernelli, 20 Tofanari, 21 Battista, 25 Pedrelli.
All.: Sandreani.

Arbitro: Di Cairano di Ariano Irpino.
Assistenti: Fontemurato di Roma 2 e Salama di Ostia Lido.

Reti: 19′ Bacio Terracino (T),
Ammoniti: Ricci (G), Lo Porto (G), Ventola (T),
Espulsi: -
Note: 1.396 presenti (385 abbonati, 11 ospiti). Recupero: 2′pt, 5′st.

2′: destro di Marchi alzato in angolo da Lewandowski. Sugli sviluppi del calcio d’angolo seguente, Spighi salva sulla linea. Gubbio subito molto pericoloso.

3′: sventola di Lo Porto, Lewandowski in tuffo devia, ma biancorossi in difficoltà in quest’inizio.

Un brutto tamponamento all’uscita di San Nicolò sta bloccando diverse centinaia di tifosi all’esterno dell’impianto.

9′: primo squillo biancorosso. Colpo di testa in torsione di Piccioni, palla alta di poco.

GOL TERAMO! 19′: che gol di Bacio Terracino! Parte da destra, converge e spara un mancino dai venti metri che s’infila all’angolino basso. 1-0!

25′: Diavolo vicinissimo al raddoppio. Cross di Ventola, testa di Piccioni, sfera che sfiora letteralmente il palo.

33′: colpo di testa di Marchi da calcio d’angolo, Lewandoswki la respinge, la difesa perfeziona il rinvio.

38′: corner di Casiraghi, colpo di testa di Ricci che rimbalza a terra e si perde alta. Biancorossi in affanno in questa fase.

40′: non ce la fa Spighi. Gli subentra Fiordaliso, con Ventola che si alza a fare la mezzala.

Si riscalda Zecca.

Due minuti di recupero.

INTERVALLO: decide un gran gol di Bacio Terracino, ma Diavolo in sofferenza all’inizio e nell’ultimo quarto d’ora, con quattro interventi decisivi di Lewandowski. Cambio forzato per Spighi, rilevato da Fiordaliso.

Dopo il riposo Zichella inserisce Zecca e Piacentini in luogo di Di Renzo e Mastrilli.

55′: Marchi elude la tattica dell’offside, diagonale a incrociare a fil di palo.

Diavolo ora in campo con due ’99 e tre ’97: pesano le assenze di Speranza, Proietti e Spighi.

60′: Piccioni recupera palla sulla trequarti su disimpegno difensivo ospite errato, tergiversa, attende l’inserimento centrale di Bacio Terracino, ma preferisce la soluzione personale rimpallata dalla retroguardia eugubina. Peccato perchè per Bacio sarebbe stato un rigore in movimento.

61′: il primo ammonito della contesa è Ricci per gioco falloso.

63′: doppio cambio ospite. Dentro Benedetti per Ricci e De Silvestro per Campagnacci.

70′: pareggio eugubino in mischia con Schiaroli sugli sviluppi di un calcio d’angolo. 1-1

71′: ammonito Lo Porto per fallo commesso ai danni di Zecca. Dalla conseguente punizione dal limite Piccioni tira prima sulla barriera, poi sulla ribattuta alto non di molto.

75′: ammonito Ventola per gioco falloso.

76′: Barbuti per Bacio Terracino (acciaccato) è il quarto cambio operato da Zichella.

Dieci minuti al termine.

80′: traversone di De Grazia, testa di Barbuti in torsione alta di poco.

Cappa sarà l’ultimo cambio biancorosso.

85′: Cappa per Piccioni.

87′: Plescia per Casiraghi.

Cinque minuti di recupero.

Non ce la fa nemmeno Caidi che ormai gioca centrocampista, ma i cambi sono esauriti.

Dopo cinque giri di lancette termina 1-1 la sfida del “Bonolis” con il Gubbio. Biancorossi in sofferenza nel secondo tempo, con Lewandowski protagonista nel garantire il prezioso pari finale. Ora due trasferte consecutive attendono il Diavolo: la prima a Salò domenica (ore 14:30).

Zichella in conferenza: «Presto per avere un’identita’ di squadra definita»

Vigilia di conferenza stampa allo stadio “Bonolis” per il tecnico Zichella: «E’ sempre importante vincere, specialmente quando le prestazioni sono positive, perchè poi capiterà di disputare partite meno buone. Speranza? E’ convocato, ma ci ragioneremo meglio io e lui direttamente domani: vedremo se rischiarlo o meno, anche se sono sempre contrario a queste situazioni, perchè per noi è fondamentale e non vorrei perderlo per troppo tempo. Il Gubbio? Nasce con il 4-3-3, ma nell’ultima fase della gara più recente ha cambiato pelle in 5-3-2. Sto portando avanti un determinato progetto: trovo riduttivo giocare sempre con gli stessi undici, con gli altri quindici seduti sempre in panchina, non voglio dividere il team in due gruppi distinti. Tra l’altro, non so se dovuto ai troppi impegni ravvicinati, ma nell’ultimo turno l’Imolese ha perso due calciatori per infortunio durante la partita. Voglio allenare tutti allo stesso modo e poi in base allo stato di forma dei singoli, opererò di conseguenza. E’ chiaro che occorre trovare un’identità di squadra, ma sono troppo poche le partite ufficiali disputate per averne una già chiara. Si migliora giocando, non solo allenandosi.  Si lavora sugli errori per cercare di eliminarli. E aggiungo una cosa: i più attenti avranno notato che in tre gare abbiamo subìto un solo cartellino giallo, ma non certamente perchè non abbiamo carattere, anzi, si tratta solo di essere intelligenti in determinate circostanze e stare sempre sul pezzo. Gli attaccanti? I gol me li aspetto da tutti, e poi devono essere più bravi gli altri reparti nel saperli innescare. L’importante è portare avanti delle proprie idee con coerenza, perchè poi devo rendere conto alla società, ai calciatori ed anche ad una città che ci segue sempre con estrema passione».