Comunicato stampa

In merito alla notizia apparsa sul portale TuttoC.com, dal titolo “Caos fideiussioni, i club a rischio in Serie C”, la S.s. Teramo Calcio intende precisare quanto segue:
La fideiussione presentata in data 28 giugno 2018 tramite la Finworld Spa, è pienamente conforme ai parametri imposti, perché la stessa è regolarmente iscritta all’albo degli intermediari finanziari, come richiesto dalle normative federali.
Qualora il Consiglio di Stato dovesse esprimersi in maniera negativa circa la medesima società, la S.s. Teramo Calcio sarebbe semplicemente tenuta a presentare una garanzia sostitutiva e, fino a comunicazioni contrarie, la società biancorossa è assolutamente in regola con quanto richiesto, come peraltro evidenziato in data 12 luglio scorso dalla Commissione criteri infrastrutturali e sportivi-organizzativi e dalla Co.vi.soc., con relativo rilascio della licenza nazionale, elemento imprescindibile ai fini dell’ammissione al campionato di Serie C 2018/19.

Ufficializzate due figure nello staff

La S.s. Teramo Calcio rende note le nomine di due figure della prima squadra che si aggiungono al responsabile tecnico Giovanni Zichella, all’allenatore in seconda Edmondo De Amicis, al preparatore dei portieri Giuseppe Oliverio ed al preparatore atletico Daniel Perazzolo.
L’incarico di team manager sarà ricoperto da Enzo Montani, che aveva già rivestito per undici stagioni consecutive (dal 1994/95 al 2004/05) tale mansione nel club, mentre Andrea Belfiore, da anni prezioso collaboratore del Settore Giovanile, è il nuovo dirigente addetto agli ufficiali di gara.
Nel rivolgere il classico in bocca al lupo per un proficuo lavoro a Enzo e Andrea, la società intende ringraziare l’ex team manager Andrea Masciangelo per l’attività svolta, augurandogli le migliori fortune professionali.

Ottenuta la Licenza Nazionale, il Teramo e’ iscritto al campionato 2018/19

La Commissione criteri infrastrutturali e sportivi-organizzativi e la CO.VI.SOCesaminata la documentazione prodotta dalla S.s. Teramo Calcio e tenuto conto della certificazione favorevole della Lega Italiana Calcio Professionistico, hanno riscontrato il pieno rispetto dei criteri previsti per l’ottenimento della Licenza Nazionale, ai fini dell’ammissione al campionato professionistico di competenza 2018/19 del club di via Irelli.

Dal Sassuolo ecco l’attaccante esterno Zecca

Dopo gli ingressi, in rigoroso ordine cronologico, di Piccioni, Ferretti, Mastrilli, Zenuni e Di Renzo, la S.s. Teramo Calcio dà il benvenuto nella sua famiglia a Giacomo Zecca.
Arrivato a titolo temporaneo dall’U.s. Sassuolo Calcio, il sesto acquisto stagionale è un attaccante esternodi ventuno anni, nativo di Piacenza e dotato di una buona fisicità (186 centimetri di altezza), formatosi calcisticamente nelle giovanili nella città di origine, prima di vivere le importanti esperienze nelle Primavera di Parma Sassuolo e quella in Serie C proprio nel Piacenza.
FOTO firma Zecca«Mi hanno convinto i programmi del club– le prime dichiarazioni di Giacomo -il discorso di costruire una squadra con un giusto mix tra calciatori esperti e giovani già con esperienza nei campi professionistici. Le parole del direttore Federico sono state convincenti, non vedo l’ora di iniziare, sperando di ritagliarmi uno spazio maggiore rispetto all’annata passata, magari con un minutaggio più elevato e mettendo qualche rete in più nel mio score, pur essendo un attaccante esterno. Con le Primavera di Parma e Sassuolo (al fianco dei vari Adjapong, Cerri e Mauri, ndr) mi sono affinato calcisticamente: preferisco partire dall’esterno sul fronte offensivo, penso di essere dotato di gamba e di buona progressione, mi piace attaccare la profondità mentre devo migliorare sotto il profilo tecnico. So che è stato ingaggiato Ferretti che ho conosciuto ai tempi della Cremonese, con cui sostenni lo scorso pre-campionato prima di passare al Piacenza. Mi è stato riferito di una tifoseria calda, che si fa sentire in casa come in trasferta e di una città che, pur essendo piccolina, è accogliente oltre al fatto di essere l’unica abruzzese della terza serie nazionale».

Firmato l’attaccante Di Renzo: «Teramo era nel mio destino»

La S.s. Teramo Calcio informa di aver acquisito il diritto alle prestazioni sportive di Luca Di Renzo, che ha sottoscritto un accordo di durata annuale.
Il neo-attaccante biancorosso, originario di Torino, si è messo particolarmente in luce nell’ultima stagione di Serie D con la Pro Sesto, con cui ha siglato venti marcature, totalizzando la bellezza di cinquantanove reti negli ultimi quattro campionati di quarta serie nazionale, avendo anche vestito le casacche di Folgore CarateseChieri Pro Settimo Eureka.
Con quest’ottimo biglietto da visita, Di Renzo si presenta per la prima volta nel palcoscenico professionistico alla soglia dei ventotto anni, compiuti quattro giorni fa.
«Se ho fatto questa scelta – le sue prime parole –è per misurarmi in Serie C dopo aver scalato categorie su categorie partendo dal basso. Il secondo fattore è stato sicuramente il mister Zichella che mi conosce molto bene, il terzo è la piazza, davvero difficile da rifiutare, con un club che mi ha fatto una corte serrata, nonostante abbia sempre giocato in Piemonte e Valle d’Aosta. Posso ricoprire praticamente tutti i ruoli del pacchetto offensivo, da prima, seconda punta o da esterno, pur avendo una certa statura (189 cm, ndr): dicono abbia una buona tecnica ed un discreto tiro, ma lascerò giudicare il campo. Il mio procuratore (Libertazzi, ndr) mi ha parlato molto bene di Teramo, sarà perché qualche anno fa qui è esploso Lapadula, che peraltro conosco da tempo avendoci giocato da bambino con la Juventus e mi ha vivamente consigliato quest’opportunità. So bene che se dovessi disputare una stagione di rilievo qui, potrebbe ancora schiudersi davanti a me una carriera importante: è una carta che mi giocherò con il massimo delle motivazioni. Anche se non sono mai stato in Abruzzo, forse Teramo era nel mio destino, visto che mio padre è nato a Torricella Sicura prima di trasferirsi a Torino. Magari avrò qualche parente da conoscere, chissà…».

Un centrocampista scuola Toro alla corte del Diavolo

La S.s. Teramo Calcio comunica di aver acquisito il diritto alle prestazioni sportive di Federico Zenuni.
Scuola Torino, sua città natale, il ventunenne centrocampista si è legato al club di via Irelli per una stagione e proviene da due campionati tra i “Pro”, vissuti con le maglie di Tuttocuoio prima e Viterbese poi.
zenuni«Il Teramo è una società storica – le dichiarazioni del neo-centrocampista del Diavolo - mi ha affascinato dall’inizio come proposta e non ho avuto remore nell’accettarla, anche grazie alla chiacchierata fatta con mister Zichella ed ai consigli degli ex biancorossi Cenciarelli e Di Paolantonio, con i quali ho condiviso l’ultima esperienza di Viterbo e che conservano ricordi bellissimi. La stagione passata, poi, ci siamo affrontati nella gara di Coppa Italia vinta ai rigori. So che la piazza è molto calorosa e sempre particolarmente vicina alla squadra e vorrei aiutare il gruppo a raggiungere gli obiettivi prefissati. Calcisticamente mi sono formato interamente nelle Giovanili del Torino, dalla Scuola Calcio fino alla Primavera, con la quale ho vinto nel 2015 lo Scudetto in compagnia, tra gli altri, di Bonifazi, Edera e Graziano. Sono una mezzala dinamica, con una discreta qualità, mi piace giocar palla ed essere propositivo. A livello personale mi auguro che questa possa essere la stagione della consacrazione, da vivere da protagonista».

Ufficiale l’innesto dalla Spal del mancino Mastrilli

La S.s. Teramo Calcio rende noto che Riccardo Mastrilli, ventunenne esterno difensivo mancino, è il terzo innesto della nuova stagione sportiva.
Il neo-arrivo, che proviene a titolo temporaneo dalla S.p.a.l., ha avviato la sua carriera con le maglie di Giulianova Gozzano in Serie D, prima di essere prelevato dalla società estense che lo ha girato in prestito al Pontedera nell’annata appena trascorsa.
«Quando il Ds mi ha proposto questa possibilità– le sue prime dichiarazioni - ho accettato subito di buon grado vista l’importanza del club e la passione della gente: Teramo può costituire un trampolino di lancio per ogni calciatore e far bene qui significa consolidarsi a livello professionistico. Dal punto di vista tattico sono stato impiegato sempre da esterno mancino, mi piace propormi e prediligo maggiormente la fase offensiva. La parentesi di Gozzano è stata la mia esperienza migliore, avendo vinto anche i playoff, mentre a Pontedera, dopo aver cominciato bene segnando anche due reti decisive, un brutto infortunio mi ha costretto a rimanere fermo fino al termine del campionato. Anche per questo motivo non vedo l’ora di iniziare con entusiasmo e partecipazione questa nuova stagione, offrendo il mio contributo per gli obiettivi di squadra».

Il difensore Johad Ferretti e’ biancorosso

La S.s. Teramo Calcio comunica di aver acquisito, a titolo definitivo dalla Ternana Calcio, il diritto alle prestazioni sportive di Johad Ferretti, ventiquattrenne difensore esterno destro.
Originario di Marsiglia ma di nazionalità italiana, muove i primi passi nei prestigiosi Settori Giovanili di Genoa Milan, con due convocazioni in Nazionale Under 19, prima di iniziare a prendere confidenza con la terza serie nazionale con le casacche di BeneventoSpalMateraAlbinoleffe Cremonese, per un bilancio complessivo di 66 presenze condite da 2 reti.
Nella stagione passata, infine, ha esordito in Serie B con la Ternana, scendendo in campo in 11 occasioni.
Ferretti ha sottoscritto un contratto annuale.

Legea e’ il nuovo fornitore ufficiale

La S.s. Teramo Calcio è lieta di annunciare il ritorno del marchio Legea nella famiglia biancorossa dopo la positiva esperienza pregressa (dal 2012 al 2015), in qualità di fornitore tecnico ufficiale per le prossime tre stagioni (con opzione per la quarta).
La partnership instaurata riguarderà il materiale tecnico-sportivo e di rappresentanza della prima squadra, del settore giovanile, della scuola calcio e della divisione femminile, e costituirà un’occasione importante di sviluppo del brand e di collaborazione sul territorio per future iniziative sinergiche.

L’attaccante Piccioni e’ il primo arrivo della nuova stagione

Il primo volto nuovo per l’annata sportiva 2018/19 è quello di Gianmarco Piccioni, legatosi ai colori biancorossi per una stagione.
Classe 1991, nato calcisticamente nelle giovanili della Sambenedettese, il neo-attaccante ha proseguito la fase di crescita nella Primavera del Vicenza, abbracciando l’Abruzzo con le maglie di Lanciano L’Aquila, prima di vivere un’importante esperienza estera per quattro stagioni e mezzo, nei campionati bulgaro, maltese e rumeno, con le casacche di Shumen, Mosta, Balzan, Politehnica Iasi Uta Arad, con 37 reti complessive a referto.
Nell’ultima stagione, infine, Piccioni si è messo in luce con la maglia del Santarcangelo, timbrando undici marcaturee andandoin doppia cifra anche negli assist.
«Teramo è stata la prima società ad avermi contattato - le sue prime dichiarazioni - credendo nelle mie potenzialità e mostrando un interesse costante anche nel recente passato: l’aver conosciuto il Presidente Campitelli, poi, è servito per creare il giusto feeling con lui e contribuire all’esito positivo della trattativa. Mi ritengo una prima punta, ma in carriera ho rivestito tutti i ruoli d’attacco senza problemi e sono a disposizione del mister. Nonostante le ultime due annate non siano state positive sotto il profilo dei risultati, Teramo è sempre stato un club ambizioso in Serie C, che ha costruito rose di livello per la categoria, con calciatori d’indubbia rilevanza. Mio zio Bruno, inoltre, ha disputato oltre duecento partite con questa maglia, abbiamo un ottimo rapporto e mi ha già parlato in toni lusinghieri della città: non devo certamente scoprire io la piazza, calda e passionale, ma starà a noi portare i sostenitori dalla nostra parte e farli tornare a sorridere».