Definito lo staff tecnico della prima squadra

La S.s. Teramo Calcio rende noto il completamento dello staff tecnico della prima squadra.
In vista del prossimo campionato di Serie C, stagione 2018/19, collaboreranno con il responsabile tecnico Giovanni Zichella, l’allenatore in seconda Edmondo De Amicis, classe 1965 e nativo di Spoltore (PE), nella stagione appena terminata mister dell’Under 17 Nazionale, il preparatore dei portieri Pino Oliverio, classe 1968 e capitolino d’origine, anche lui promosso dal Settore Giovanile biancorosso, ed il preparatore atletico Daniel Perazzolo, alla sua seconda stagione consecutiva nel club, nato trentotto anni fa ad Arzignano (VI).
Il rinnovato staff tecnico si è legato alla società di via Irelli per una stagione.

Ufficializzata la conferma del tecnico Zichella per la stagione 2018/19

La S.s. Teramo Calcio comunica l’avvenuta conferma di Giovanni Zichella nel ruolo di responsabile tecnico della prima squadra per la stagione sportiva 2018/19.

Classe 1964, in possesso del patentino di Allenatore Professionista di Prima Categoria UEFA Pro, originario di Cerignola ma torinese d’adozione, Zichella è stato per diciannove anni allenatore nelle varie categorie del Settore Giovanile del Torino F.c., inframmezzati dalla parentesi biennale nell’U.s. Avellinocome allenatore in seconda e tecnico della Primavera, prima di vivere l’importante triennio (2010 – 2013) nella Valle d’Aosta, contraddistinto dalla promozione in Lega Proe le due successive stagioni nel Chieriin Serie D, con le più recenti esperienze da vice-allenatore nella Feralpisalòe, l’anno passato, con il Diavolo.

«Conosco già l’ambiente e la dirigenza– le sue dichiarazioni - e penso sia quindi più semplice ripartire con i giusti propositi, in un campionato che abbiamo visto essere tanto affascinante quanto selettivo come la Serie C. In questo mese mi sono sentito quotidianamente con la società, non ho mai avuto il minimo dubbio sulla possibilità di rimanere, poi nella serata di ieri ho ricevuto la chiamata risolutrice. Al di là delle frasi di circostanza, però, mi preme mandare un messaggio ben definito: la vittoria potrà derivare dagli avversari, dalle dinamiche di campo, dal clima che si respirerà allo stadio e da tantissimi altri fattori, ma la migliore prestazione possibile dipenderà solo ed unicamente da noi, dalla fame che avremo e dalla volontà che dovremo dimostrare di mettere in campo per superare gli ostacoli e raggiungere i nostri obiettivi, per tornare a far gioire una tifoseria, la nostra, che merita soddisfazioni importanti».

Presentato il nuovo corso tecnico. Zichella: «Daro’ tutto quello che ho»

Nella sala stampa dello stadio “Bonolis”è stato presentato nel pomeriggio il ritorno dell’allenatore Giovanni Zichella, questa volta nel ruolo di responsabile tecnico della prima squadra, dopo aver iniziato la stagione corrente come vice-allenatore.

Con lui, a fornire le motivazioni della scelta, il Direttore Generale Emilio Capaldi: «Dopo aver sentito l’ex mister Asta, che ha declinato per motivi personali, ho sempre pensato a Zichella per la nomina di tecnico della prima squadra, non interessandomi a terze persone. Conosco bene “Zic”: è affidabile, è un allenatore capace, conosce l’ambiente ed i singoli calciatori a menadito per averli testati sin dal ritiro estivo. Se la società ha optato per questo cambio è per non lasciare nulla d’intentato, provandoci fino all’ultimo e con l’auspicio che sia per una sola settimana. Mi spiace soltanto di non essere più padroni del nostro destino: mi auguro, però, che con la medesima lealtà e correttezza si comportino anche i nostri competitors. Gli attori di questo sport sono i giocatori, toccherà principalmente a loro dare qualcosa in più. Mi preme, infine, ringraziare Palladini ed il suo secondo Voltattorni per la disponibilità e la correttezza mostrate, ma all’apice di tutto ci sono gli interessi della Teramo Calcio».
Queste, invece, le dichiarazioni del neo-tecnico biancorosso Zichella, in precedenza tecnico di Valle d’Aosta Chieri, in Serie C2 e D, con una lunga esperienza alle spalle nel Settore Giovanile del Torinoe che ha già diretto il suo primo allenamento al “Bonolis”: «Quando ieri mattina il direttore mi ha chiamato, gli ho chiesto soltanto cinque minuti, per avvertire il mister Asta e la famiglia. Sono pronto e carico, non prometto nulla, ma soltanto di dedicarmi interamente a questi colori. Sono molto legato a questo gruppo, ho visto tutte le partite giocate nei novanta giorni in cui non ero presente, perché quando sei a casa le giornate sono interminabili. Ogni allenatore ha le sue idee, giuste o sbagliate che siano, bisogna individuare le strategie giuste, anche se fossero impopolari, per migliorare il rendimento dei singoli e puntare alla vittoria. Dovremo essere bravi nella lettura della partita ed, eventualmente, applicare alcuni accorgimenti in base agli avversari».

Nel contempo si rende noto che, come collaboratore tecnico di mister Zichella, è stato nominato l’attuale allenatore della Berretti Rinaldo Cifaldi.

Sollevato lo staff tecnico, Zichella nuovo allenatore

La S.s. Teramo Calcio rende noto di aver sollevato dai rispettivi incarichi il responsabile tecnico della prima squadra Palladini ed il suo secondo Voltattorni.
Ringraziandoli per l’impegno e la professionalità profusi sotto la loro gestione, il club comunica contestualmente di aver affidato la panchina a Giovanni Zichella, classe 1964, che aveva iniziato la stagione sportiva corrente nel ruolo di vice-allenatore, in precedenza tecnico di Valle d’Aosta Chieri, in Serie C2 e D, con una lunga esperienza alle spalle nel Settore Giovanile del Torino.
Nelle prossime ore, invece, verrà nominato il suo secondo.
La conferenza stampa di presentazione si terrà domani, martedì 1 maggio, alle ore 15:30, presso la sala stampa dello stadio “Bonolis”.

Firmato il portiere Ricci. Il Ds Federico: «Non vogliamo lasciare nulla al caso»

La S.s. Teramo Calcio rende noto di aver raggiunto l’accordo con il portiere Matteo Ricci, svincolato, che si è legato al club fino al prossimo giugno.
Classe 1994 per circa 195 centimetri d’altezza, Ricci è cresciuto calcisticamente nell’Empoli, con cui ha fatto tutta la trafila delle giovanili sino alla Primavera, per poi conoscere le realtà di Pontedera e Pistoiese in Serie C, salendo di categoria nella stagione 2015/16 a Livorno, scendendo in campo in otto occasioni; la scorsa annata, infine, si è diviso tra la serie cadetta portoghese con l’Olhanense e l’Olbia, nella terza categoria nazionale, nella quale ha complessivamente disputato più di settanta partite.
«Il tesseramento di Ricci rappresenta un ulteriore sforzo della società – le parole del Ds Federicoproprio perchè mancano cinque partite alla fine e non vogliamo lasciare nulla al caso. Il suo arrivo si è reso necessario sia per non sovraccaricare di responsabilità un classe 2001 come Natale, sia perché la risonanza odierna ha confermato la gravità della lesione occorsa a Bifulco, con tempi di recupero fissati in un mese. L’operazione Ricci, inoltre, può essere valutata anche in prospettiva, vista la sua giovane età nonostante la ricca esperienza professionistica già maturata».

Ricci ha sostenuto la rifinitura odierna con i suoi nuovi compagni di squadra ed è regolarmente a disposizione per il match di domani con il Gubbio (indosserà la maglia numero uno).

Comunicato stampa

In riferimento alle dichiarazioni rilasciate a margine dell’incontro casalingo con il Bassano, il Presidente Luciano Campitelli, nel profondo rispetto che da sempre nutre verso la sua tifoseria, intende scusarsi apertamente con il pubblico e con la città per le proprie esternazioni, unicamente dettate dalla profonda amarezza e dalla poca lucidità del momento per una sconfitta difficile da digerire.
In una fase sportivamente delicata sotto il profilo dei risultati, si rendono necessarie, da parte di tutte le componenti, compattezza e piena unità d’intenti, riunire le varie anime in un corpo unico, esclusivamente finalizzato al mantenimento della categoria, per poter continuare ad essere la seconda realtà del panorama calcistico abruzzese.
Un patrimonio, questo, che appartiene unicamente alla città di Teramo, e che va custodito gelosamente con quell’attaccamento ai colori biancorossi che da sempre la contraddistingue.

Ufficiale anche l’esterno difensivo Rossi: sette operazioni in entrata, sei cessioni

La S.s. Teramo Calcio comunica di aver ratificato l’accordo contrattuale con il calciatore Andrea Rossi.

Classe 1986, il nuovo difensore esterno mancino biancorosso è cresciuto nelle Giovanili della Juventus, trasferendosi a Siena dal 2006/07 e per sei annate consecutive, tra la massima serie e quella cadetta, per poi scendere in campo sempre in Serie B nelle successive cinque stagioni e mezzo, vestendo le maglie di Cesena, Bari, Latina, Salernitana, Brescia, Ternana e Pescara, con cui ha iniziato l’attuale campionato.

«Sono reduce da un infortunio che mi ha tenuto fuori per qualche mese – le sue prime parole – e non vedo l’ora di riassaporare una gara ufficiale. Teramo è stata la proposta di maggior interesse pervenutami ed è tra l’altro vicino casa. Sono nato calcisticamente nella Truentina, con cui ho iniziato la trafila delle giovanili fino all’esordio in Serie D nel 2002; quindi mi ha acquistato la Juventus, con cui ho giocato in Berretti e in Primavera, per poi passare a Siena in Serie A. Nelle ultime sei stagioni, invece, ho conosciuto diverse realtà in B prima di fermarmi a Pescara. In campo posso essere utilizzato da esterno basso o alto, sempre sul lato mancino. Dei miei nuovi compagni di squadra conosco Ilari perché suo padre era stato un mio allenatore da ragazzino e Mancini, oltre a Palladini che è mio concittadino ed il Ds Federico che ho avuto ai tempi di Siena. Il nostro è un gruppo che deve ritrovare entusiasmo e, in un torneo equilibrato come questo, basta poco per svoltare in positivo. La nota curiosa è che a 31 anni e mezzo farò praticamente il mio esordio in Serie C, un campionato che non ho mai vissuto da protagonista ma che ho sempre seguito con la massima attenzione. Ora, però, devo concentrarmi sul lavoro per ritrovare la migliore condizione fisica ed offrire il mio contributo».

Andrea Rossi, che si è legato al club di via Irelli fino al termine della stagione sportiva corrente, vestirà la maglia numero cinque.

SETTE OPERAZIONI IN ENTRATA, SEI IN USCITA
Con questa, sono sette le operazioni in entrata (il portiere Bifulco, i difensori Cretella e Rossi, il centrocampista Castagna e gli attaccanti Gondo, Panico e Sandomenico) condotte dalla società biancorossa nella suddetta finestra di mercato, a fronte di sei cessioni (il portiere Lewandowski, il difensore Altobelli, il centrocampista Paolucci e gli attaccanti Barbuti, Foggia e Soumarè).

Ufficiale anche la punta ivoriana Gondo

La S.s. Teramo Calcio rende noto di aver acquisito dal Delfino Pescara 1936, con la formula del prestito fino al prossimo giugno, il diritto alle prestazioni sportive dell’attaccante ivoriano Cedric Gondo. Classe 1996 per circa 190 centimetri d’altezza, Gondo ha fatto tutta la trafila delle giovanili nella Fiorentina, trasferendosi successivamente a Terni in Serie B (con due reti) nel 2015/16, mentre nell’ultima stagione e mezza ha vestito la maglia dell’Asteras Tripolis, nella Super League ellenica. «In Grecia non giocavo molto – le sue prime parole in biancorosso – e quando ho avuto la possibilità di rientrare grazie al Teramo e di far vedere al calcio italiano che non ero sparito, non ci ho pensato due volte. Sono cresciuto nella Fiorentina, dove sono stato per sei anni, quindi Terni in B e l’esperienza greca della Super League. In campo vengo etichettato come un attaccante veloce, cui piace attaccare gli spazi. Dei miei nuovi compagni di squadra conosco sia Panico che Graziano, per averci giocato contro nei campionati giovanili, gli altri li scoprirò gradualmente come la Serie C. L’obiettivo che mi pongo è quello di vincere più partite possibili e, a livello personale, fare bene e tornare a segnare con continuità».

Gondo ha già fatto la conoscenza dei suoi nuovi compagni di squadra e sarà regolarmente a disposizione per il match di sabato con il Pordenone.

Scambio col Gavorrano: Cretella in Abruzzo, Barbuti in Toscana

La S.s. Teramo Calcio rende noto di aver perfezionato con la U.s. Gavorrano (Serie C, girone A), uno scambio di prestiti fino al termine della stagione sportiva corrente: in biancorosso arriva il difensore Riccardo Cretella, classe 1994, mentre compie il viaggio inverso l’attaccante Barbuti, classe 1992.
Nativo di Grosseto, Cretella ha sempre indossato la maglia del Gavorrano, ad eccezione di una breve parentesi nella seconda parte del 2014/15, dove ha militato nella Fortis Juventus, in Serie D.
Nel campionato corrente è sceso in campo in diciassette occasioni.
Cretella domani, giovedì, si metterà a disposizione dello staff tecnico biancorosso.

Ufficiale l’arrivo dell’attaccante Panico

La S.s. Teramo Calcio rende noto di aver acquisito dal Genoa C.F.C., a titolo temporaneo fino al termine della corrente stagione sportiva, il diritto alle prestazioni sportive dell’attaccante Giuseppe Panico.
Ventuno anni da compiere, nativo di Ottaviano (NA), ha all’attivo due apparizioni nella massima serie in maglia rossoblu e ventiquattro presenze con il Cesena nel campionato cadetto, con l’aggiunta di una rete siglata in Coppa Italia ad Empoli.
Panico ha inoltre vestito la maglia della Nazionale Under 17, mettendo a segno otto marcature in quattordici presenze, proseguendo con l’Under 18 e l’Under 19, con la quale ha segnato altre quattro reti, partecipando gli Europei 2015 e 2016. L’anno passato, infine, è stato selezionato per disputare i Mondiali Under 20, andando in gol in due occasioni, contro il Giappone e la Francia.
«Ho scelto Teramo perché in questo momento mi sembra la soluzione migliore per continuare il mio percorso di crescita professionale – le sue prime parole – Tatticamente nasco come punta centrale, ma so ricoprire anche il ruolo di esterno d’attacco o seconda punta. Mi sono formato nel Genoa, dove sono stato per cinque stagioni, dai Giovanissimi nazionali fino al secondo anno di Primavera, prima di trasferirmi a Cesena. L’obiettivo è quello di offrire una mano alla squadra, impegnarmi e dare il massimo per questi colori».
Panico si è già unito ai suoi nuovi compagni di squadra e sarà regolarmente a disposizione per la prossima gara casalinga con il Pordenone.