Mauro Schiappa e’ il nuovo Presidente del Settore Giovanile

Mentre sul rettangolo verde del “Bonolis” era in programma un raduno per giovani calciatori delle classi 2004/2005/2006, in collaborazione con l’ACF Fiorentina, la sala stampa ha ospitato un’importante conferenza stampa riguardante le nuove linee programmatiche del Settore Giovanile biancorosso.
Il Direttore Generale Capaldi ha aperto l’incontro con i media con la novità più rilevante: «Mauro Schiappa è il nuovo Presidente del Settore Giovanile della Teramo Calcio. Da un po’ di tempo pensavamo ad una rimodulazione del Settore Giovanile. In tanti ci hanno chiesto di gestirlo, ma non siamo mai stati d’accordo. La nostra idea, invece, era di dare autonomia tecnica ed economica ai nostri dirigenti amanti di questi colori. L’accordo mira a potenziare in modo fattivo le nostre Giovanili, per garantire un futuro roseo e degno della tradizione. Vogliamo, inoltre, recuperare nel modo migliore i rapporti con le società del territorio. Lo scopo non sarà solo quello di creare un serbatoio costante di nuovi talenti per la prima squadra, con la fortuna di avere un referente tecnico del calibro di Cifaldi, ma anche quello di formare uomini. Crediamo tanto in questo progetto e ne sono assolutamente entusiasta».
Queste, invece, le dichiarazioni del neo-Presidente Schiappa: «Sono orgoglioso di prendere in mano questo discorso, cui tengo in maniera particolare. Voglio provare con tutte le mie forze ad apportare qualcosa di nuovo, creando un rapporto basato sulla massima trasparenza con tutti i ragazzi, con l’auspicio che possano fuoriuscire prospetti interessanti».
Gli ha fatto eco il dirigente Luigi Di Battista: «E’ un discorso che affrontavamo da mesi, sono onorato di poter dare una mano a Mauro che dovrà essere il referente di tutti».

Ufficiale l’ingresso dell’esterno difensivo Celli

La S.s. Teramo Calcio rende noto di aver firmato il difensore Alessandro Celli, che ha sottoscritto con il sodalizio biancorosso un accordo fino al prossimo 30 giugno, con opzione per la stagione successiva.

Classe 1994 e originario di Roma, esterno difensivo di piede sinistro, Celli si è formato calcisticamente nel Tor di Quinto, prima di trasferirsi all’Ostia Mare ed al Tor Tre Teste.
Terminato l’iter giovanile, ha successivamente disputato in prima squadra, due campionati con laLupa Frascati, conquistando la promozione in Serie D nel 2013 e guadagnandosi il professionismo sul campo, vincendo il campionato di Serie D 2013/14 con la Lupa Roma, con la quale è poi sceso in campo in 78 occasioni in tre stagioni di Serie C, siglando anche due reti. L’annata scorsa, infine, si è materializzato il passaggio in Serie B, con otto partite da titolare nel Foggia.
Foto«È un’opportunità nata pochi giorni fa– le sue prime dichiarazioni – che ho voluto cogliere al volo per rimettermi subito in gioco e perché conosco bene mister Maurizi e so perfettamente quello che chiede in campo. Sono cresciuto calcisticamente in club capitolini, dalle giovanili alla prima squadra, vincendo complessivamente tre campionati: quello “Allievi” con il Tor Tre Teste, l’Eccellenza con la Lupa Frascati e la Serie D con la Lupa Roma. Quest’anno mi sono allenato personalmente con un preparatore di fiducia: a livello atletico non sono al top perché mi manca il ritmo gara, però ho una grande fame e tanta voglia di dimostrare il mio valore. Sono un esterno mancino puro, ho giocato sia a quattro che a cinque sulla linea difensiva, mi piace spingere sulla fascia e arrivare al cross. Non conoscevo alcun compagno di squadra, ma ho già incontrato il Teramo in passato e so bene quanto sia appassionata e calorosa la tifoseria».

Celli, che indosserà la maglia numero 30, ha sostenuto gli ultimi allenamenti con i suoi nuovi compagni di squadra ed è regolarmente a disposizione per la prossima gara casalinga con il Renate.

Presentato il neo-allenatore Maurizi: «Teramo piazza esigente e competente»

Si è svolta nel pomeriggio, presso la sala stampa del “Bonolis”, la conferenza stampa di presentazione del nuovo responsabile tecnico biancorosso Agenore Maurizi, che si è legato al sodalizio di via Irelli fino al prossimo 30 giugno.
Classe 1964, nativo di Colleferro (RM), il neo-allenatore ha iniziato la sua carriera nel 2006 in qualità di selezionatore della Rappresentativa di Serie D, per poi guidare, sempre in Serie C, le panchine di MasseseScafateseCavesePergocremaViareggioTrevisoPaganeseIschia IsolaverdeLupa Romae, nell’ultima stagione, la Reggina, portandola alla salvezza diretta.

È stato inizialmente il Direttore Generale Capaldi a motivare la scelta del club di sollevare Giovanni Zichella dal suo incarico: «La decisione è maturata ieri pomeriggio ed è stata condivisa da tutti i dirigenti. È stata sicuramente presa a malincuore perché avevamo tutti un ottimo rapporto con Gianni, ma fa parte del calcio. Ci siamo orientati su Maurizi perché rispetta in pieno gli obiettivi prefissati ed è abituato a lavorare con i giovani. Il resto dello staff tecnico rimane assolutamente invariato».

Gli ha fatto eco il Ds Federico: «Dispiace perché è una sconfitta per tutti, specialmente dopo una buona prestazione come quella di Rimini. Siamo però convinti della bontà dell’organico a disposizione e di come si possa e si debba fare molto di più, magari alzando il livello di concentrazione e di cattiveria in un campionato molto livellato come quello corrente. Dobbiamo voltare pagina ed iniziare a dare ai tifosi le soddisfazioni che meritano. Maurizi è un tecnico esperto, crede fermamente nei nostri calciatori e siamo fiduciosi nel suo operato».

Il nuovo allenatore del Diavolo Maurizi si è presentato così alla stampa: «Sono emozionato, perché Teramo rappresenta una piazza esigente, calda e competente. È una grande opportunità quella concessami dal club, nata nel tardo pomeriggio di ieri. Il nostro, d’altronde, è un mestiere costantemente a rischio e siamo i primi a pagare in caso di risultati negativi. La mia idea è proiettata agli allenamenti ed all’importante sfida di mercoledì con il Fano. Dobbiamo operare insieme per l’obiettivo prefissato: sono abituato a lavorare e non sono affatto catastrofista sull’organico a disposizione, perché ho guidato squadre anche più giovani in passato. Non credo in moduli prestabiliti, ma solo nei principi di gioco: voglio un calcio di comando sia in fase di possesso che di non possesso, ma non c’è mai una ricetta unica, perché le situazioni vanno vissute quotidianamente e l’obiettivo è quello di portare i ragazzi ad uno stato di forma ottimale».

Prodotta la fideiussione sostitutiva richiesta

La S.s. Teramo Calcio rende noto che in data odierna, in anticipo rispetto alla scadenza prefissata, come precedentemente richiesto dalla FIGC, con un ulteriore sacrificio economico della proprietà, è stata prodotta una nuova fideiussione bancaria.
La suddetta, valida a garanzia dell’iscrizione al campionato di Serie C 2018/19, sostituisce la precedente, sottoscritta con la compagnia assicurativa Finworld e peraltro ancora in essere, sebbene sia opportuno ribadire come quest’ultima fosse assolutamente conforme ai parametri richiesti e verificati in data 12 luglio scorso, dalla Commissione criteri infrastrutturali e sportivi-organizzativi e della Co.Vi.Soc, con relativo rilascio della licenza nazionale.

Svelate le divise da gioco ufficiali e gli sponsor di maglia

Sono state presentate stamane, presso la “Sala Convegni” dello stadio “Bonolis”, le quattro divise da gioco ufficiali della S.s. Teramo Calcio, in vista del settimo campionato consecutivo tra i “Pro”.
Le novità principali sono due: il ritorno alle strisce verticali, nel segno dell’ultracentenaria tradizione del Diavolo, e la maglia blu jeans a strisce orizzontali biancorosse.
maglie3“Modelli per un giorno”, Capitan Speranza ed i suoi compagni di squadra Di RenzoFratangeloLewandowski Proietti.

Il benvenuto del Presidente Luciano Campitelli: «Siamo orgogliosi che un partner di spessore come Eviva, abbia deciso di investire sul nostro territorio, accompagnando Groupama sulle divise da gioco. L’auspicio è che possa entrare nelle case di tutti gli abruzzesi e che, come le altre aziende sponsor, possa generare un interesse concreto verso i nostri tifosi».
Gli ha fatto eco Marco Bisidirettore commerciale Eviva: «Al vocabolo “orgoglio” espresso dal Presidente, rispondo con “piacere”. Rappresento una società che opera in Italia da quando il mercato del settore è stato liberalizzato. Vendiamo energia elettrica e gas dalle grandi aziende alle famiglie. Siamo una multinazionale, ma ci siamo affiancati al Teramo Calcio perché è risultato decisivo l’incontro di fine agosto con il Presidente, in cui è scoccata la classica scintilla, e si è deciso di comune accordo di vivere questo progetto congiunto con grande entusiasmo».
DSC_0349La chiusura è spettata a Luigi Di Battista Groupama Assicurazioni – e Amadeo Moscianese – Oriente Spa che, insieme a Cristalpack, completano gli sponsor di maglia: «Ormai per noi è il terzo anno di partnership con il Diavolo, crediamo fortemente in questo progetto e ci auguriamo che l’imprenditoria teramana possa avvicinarsi ulteriormente alla seconda realtà professionistica regionale. Teramo ha una tradizione calcistica di livello, l’augurio di tutti è che il campionato possa donarci le soddisfazioni che la città merita».

L’arrivo di Vitale chiude il mercato biancorosso

La S.s. Teramo Calcio comunica che, al termine dell’allenamento odierno, Simone Vitale ha sottoscritto un accordo di durata annuale con la società biancorossa.

Il 32enne difensore esterno originario di Balsorano (AQ) ha alle spalle un’importante esperienza professionistica tra Serie B e C (180 presenze), iniziata nelle giovanili del Pescara, per poi vestire anche le maglie di Pro VastoFrosinone Nocerina tra i “Pro”, e quelle di AngolanaChieti Spoltore nell’ultimo quadriennio tra i dilettanti.
«Questo gruppo è già diventato una famiglia per me – le sue prime parole – avendo sostenuto l’intero precampionato con la squadra e credo ci siano delle potenzialità per far bene. È una chance importante per me, una sorta di rivincita dopo il brutto infortunio subìto nel 2010 e ciò che ne è conseguito: anche per questo motivo devo ringraziare Presidente, direttori e allenatore per la fiducia accordatami. Tatticamente sono un esterno difensivo, mancino puro, ed in carriera ho giocato indistintamente sia nella difesa a tre che a quattro. Adesso, però, ciò che più mi preme è il presente, sfruttare le mie doti e metterle al servizio del gruppo con applicazione e umiltà».

Chiusura di mercato con due preziosi innesti: Proietti e Pacini

La S.s. Teramo Calcio rende noti gli arrivi in chiusura di mercato del portiere Francesco Pacini, classe 1995, dal Novara Calcio e del centrocampista Mattia Proietti, classe 1992, dal Delfino Pescara, entrambi con la formula del prestito annuale.
Proietti, già allenato dal tecnico Zichella nel Saint Christophe nella stagione 2010/11, può vantare 154 presenze in Serie C e dieci reti in sei stagioni consecutive con la maglia del Bassano, oltre a sette gettoni in Serie B con il club di provenienza.
Pacini, invece, con i suoi 191 centimetri d’altezza, si è formato nelle giovanili dell’Empoli, per poi trasferirsi prima a Poggibonsi in D e, successivamente, al Novara per quattro annate, con la parentesi di Trapani vissuta nella stagione passata.
Entrambi i neo-acquisti saranno a disposizione dello staff tecnico già a partire dall’allenamento di domattina.

Fiordaliso e’ ufficialmente biancorosso

La S.s. Teramo Calcio rende noto di aver acquisito, a titolo temporaneo fino al 30 giugno 2019 dal Torino Fc, il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Alessandro Fiordaliso.
Autentico jolly difensivo, classe 1999 e originario di Treviglio, Fiordaliso si è formato interamente nelle giovanili granata, disputando nella scorsa stagione una positiva annata nel campionato Primavera.
«Sono felice che la trattativa si sia conclusa in modo positivo– le sue dichiarazioni - ho trovato subito una grande accoglienza da parte di tutti, ma devo ringraziare in particolare il mister, che conoscevo sin dagli Allievi del Toro, ed il direttore per la costanza e l’interesse con la quale mi hanno seguito. In difesa posso ricoprire sia il ruolo di esterno destro che mancino, m’ispiro a Darmian anche per i suoi trascorsi in maglia granata e per la professionalità fuori dal campo. Ho fatto conoscenza con un gruppo coeso e mi metto subito a disposizione dello staff con la massima umiltà, provando ad offrire il mio contributo».

Fiordaliso ha regolarmente sostenuto nel pomeriggio al “Bonolis” l’allenamento con i suoi nuovi compagni di squadra.

Un gradito ritorno: riveste il biancorosso Christian Ventola

La S.s. Teramo Calcio è lieta di comunicare il ritorno in maglia biancorossa di Christian Ventola, a titolo temporaneo fino al 30 giugno 2019, dal Delfino Pescara.
Dopo essersi formato nella cantera biancazzurra, nonostante la giovane età, Ventola può già vantare 63 presenze e 4 reti in Serie C, nella stagione 2016/17 con la maglia della Maceratese e, in quella appena archiviata, proprio con la casacca del Diavolo, scendendo in campo da titolare in ventisette occasioni, con l’addizione di due segnature.

Ventola raggiungerà domani il “Bonolis” e si metterà subito a disposizione dello staff tecnico.