Diavolo mai arrendevole, ma la capolista passa (0-2)

Impegno infrasettimanale al “Bonolis”, con il Diavolo che riceve la visita della capolista Pordenone.
Biancorossi incerottati, senza sei pedine, tre per infortunio (Barbuti, Speranza e Spighi), altrettanti per squalifica (Caidi, Piacentini e Ventola).
Ramarri, invece, al gran completo, con il miglior attacco e la leadership del girone.

TERAMO CALCIO (4-3-1-2): 22 Lewandowski, 24 Mantini, 21 Altobelli (K), 2 Fiordaliso, 30 Celli; 18 Persia (71′ Zenuni), 8 Proietti, 10 De Grazia (71′ Cappa); 4 Ranieri (50′ Bacio Terracino); 16 Zecca (58′ Di Renzo), 14 Piccioni.
A disp.: 1 Pacini, 12 Natale, 3 Vitale, 13 Mastrilli, 25 Celentano, 28 Ragozzo.
All.: Maurizi.

PORDENONE (4-3-1-2): 1 Bindi, 11 Semenzato, 6 Barison, 26 Bassoli, 3 De Agostini (K); 21 Misuraca (65′ Damian), 8 Burrai (VK), 5 Bombagi (83′ Cotali); 7 Gavazzi (90′ Stefani); 17 Magnaghi (90′ Ciurria), 27 Candellone (90′ Germinale).
A disp.: 22 Meneghetti, 10 Berrettoni, 18 De Anna, 20 Bertoli, 23 Cotroneo, 25 Florio.
All.: Tesser.

Arbitro: Amabile di Vicenza.
Assistenti: Perrotti e Severino di Campobasso.

Reti: 19′ Gavazzi (P), 37′ Candellone (P).
Ammoniti: Gavazzi (P), Fiordaliso (T).
Espulsi: -
Note: Spettatori 888 (5 ospiti). Recupero: 1′pt, 5′st.

2′: lob di De Grazia dai venti metri, para Bindi.

Biancorossi aggressivi in questi primi dieci minuti, con la novità di Ranieri nel ruolo di trequartista, utile in copertura nella marcatura su Burrai.

11′: calcio di rigore molto generoso assegnato agli ospiti. Dagli undici metri Lewandowski ipnotizza Burrai e respinge la conclusione del metodista neroverde!

Proteste veementi del pubblico per un metro di gara del direttore di gara Amabile di Vicenza decisamente anti-casalingo in quest’avvio.

15′: conclusione di controbalzo di De Grazia, ma Bindi devia in tuffo.

16′: stecca di De Agostini su Zecca, per l’arbitro nessun cartellino!

16′: Diavolo positivo sinora. Altra botta di Ranieri da fuori area, palla alta di poco sopra la trasversale.

19′: GOL PORDENONE. Si apre la difesa biancorossa sulla torre di Magnaghi, con Gavazzi che chiude in porta in maniera imparabile. 0-1

28′: Lewandowski dice di no a Magnaghi.

29′: ammonito Gavazzi per un nuovo, duro fallo ai danni di Proietti.

30′: tiro di De Grazia da posizione siderale, blocca ancora Bindi.

31′: fendente di Bombagi, palla a lato.

36′: GOL PORDENONE. Lewandowski non trattiene il tiro di Bombagi, con Magnaghi che da due passi non fallisce il facile tap-in. 0-2

Si alza dalla panca Bacio Terracino per avviare gli esercizi di riscaldamento.

Un minuto di recupero.

46′: bell’aggancio in volo di Piccioni, con successiva girata non molto distante dall’incrocio dei pali.

INTERVALLO: due imprecisioni condannano il Diavolo nella prima frazione. Le firme sono di Gavazzi e Candellone, con Lewandowski che ha respinto sullo 0-0 un penalty di Burrai.

Si riprende senza cambi.

50′: dentro Bacio Terracino, fuori Ranieri.

52′: conclusione potente e tesa di Gavazzi, palla a lato di poco.

56′: velenoso tiro-cross di De Grazia con palla che rientra e sfiora il palo lontano.

57′: slalom di De Grazia, con successivo rasoterra bloccato in due tempi da Bindi.

Pronto Di Renzo.

58′: “giallo” per Fiordaliso per gioco falloso.

58′: Di Renzo per Zecca.

59′: siluro di Bombagi, sfera sull’esterno della rete.

65′: Proietti per Piccioni, lob alto di poco.

65′: Damian per Misuraca tra gli ospiti.

71′: Zenuni per Persia e Cappa per De Grazia.

Tenta il tutto per tutto Maurizi, schierando ora i suoi con il 4-2-4 (Di Renzo – Piccioni centravanti, con Cappa a destra e Bacio a sinistra).

75′: rete annullata a Bacio Terracino, servito su sponda aerea da Di Renzo.

81′: sinistro teso di Mantini, Bindi in volo plastico devia.

83′: Cotali per Bombagi.

86′: Diavolo oltre le tante difficoltà, continua ad attaccare. Stavolta è Bacio che converge e spara un destro potente di poco alto.

90′: triplo cambio ospite. Dentro Ciurria, Germinale e Stefani, fuori Candellone, Magnaghi e Gavazzi.

Cinque minuti di recupero.

91′: tiro di Piccioni, blocca a terra Bindi.

FINALE: un Teramo comunque positivo, nonostante le sei, pesanti assenze, cede alla capolista Pordenone, imbattuta da quasi nove mesi in trasferta, che passa grazie alle reti siglate nella prima frazione da Gavazzi e Candellone. Rete annullata a Bacio Terracino, mentre Lewa ha parato il rigore di Burrai nella prima frazione, con una direzione di gara contestata a più riprese dal pubblico del “Bonolis”.

Tre squalificati dopo Vicenza

Queste le decisioni del Giudice sportivo di Serie C, dopo la gara Vicenza – Teramo.
Squalificato per due gare effettive Ventola «perché in panchina dopo la sostituzione, assumeva un comportamento offensivo verso l’arbitro».
Squalificati per un turno per recidività in ammonizioni (quinta infrazione) i difensori Caidi e Piacentini.
Terza ammonizione stagionale per Persia, prima per Pacini

Ventuno convocati per la sfida serale alla prima della classe

Sono ventuno i convocati per il match casalingo infrasettimanale con il Pordenone, in programma domani, martedì 11 dicembre, alle ore 20:30, allo stadio Bonolis”.

La lista completa:
PORTIERI: 22 Lewandowski, 12 Natale, 1 Pacini.
DIFENSORI: 21 Altobelli, 25 Celentano (dalla Berretti), 30 Celli, 2 Fiordaliso, 24 Mantini, 13 Mastrilli, 28 Ragozzo (dalla Berretti), 3 Vitale.
CENTROCAMPISTI: 10 De Grazia, 18 Persia, 8 Proietti, 4 Ranieri, 5 Zenuni.
ATTACCANTI: 11 Bacio Terracino, 17 Cappa, 9 Di Renzo, 14 Piccioni, 16 Zecca.

Non convocati Barbuti (lesione alla caviglia destra), Speranza (tenosinovite alla caviglia sinistra), Spighi (stiramento bicipite femorale), oltre agli squalificati Caidi, Piacentini e Ventola.

Maurizi: «Non fasciamoci la testa, non partiamo battuti»

Queste le dichiarazioni rilasciate dal tecnico biancorosso Maurizi, nella conferenza stampa tenutasi alla vigilia dell’incontro con la capolista Pordenone: «Le prestazioni ci sono sempre state, abbiamo subìto davvero poco da un mese a questa parte, forse a Vicenza abbiamo creato qualcosa in più. Le tante assenze? Chi fa questo mestiere deve trovare delle soluzioni e non lamentarsi di eventuali criticità che possono starci nell’arco di una stagione. Abbiamo però recuperato Vitale, e non è poco, e convocato due ragazzi della Berretti, non fasciamoci la testa e vedremo quel che succederà. Il Pordenone? Non lo devo certamente scoprire io, massimo rispetto, hanno calciatori importanti e sono anni che costruiscono compagini per vincere, ma noi non partiamo battuti mai e questo credo sia ben chiaro anche nella testa dei ragazzi. Il calcio è fatto di infinite variabili che nessuno può controllare. La consapevolezza di quello che sei come squadra fa la differenza dal punto di vista motivazionale e parlo di motivazioni interne e primarie. Tutti noi crediamo in quello che facciamo e questa è la cosa più importante, indipendentemente dai risultati che rimangono l’essenza del calcio».

La preview di “Teramo Stadio”

Visto l’impegno di campionato di martedì sera, l’House Organ “Teramo Stadio” sarà per quest’occasione in distribuzione esclusivamente allo stadio “Bonolis” nella serata di domani.
Il personaggio prescelto per l’intervista è l’osteopata Antonio Misantone, da dieci anni in biancorosso.
Leggi il nuovo numero in preview!

Un direttore veneto designato per il match con il Pordenone

Il sig. Daniele Amabile della sezione di Vicenza, è il fischietto chiamato a designare l’incontro di campionato tra Teramo e Pordenone, in programma domani, martedì 11 dicembre, alle ore 20:30, allo stadio “Bonolis”.
L’arbitro veneto sarà coadiuvato dagli assistenti, i sigg. Giuseppe Perrotti e Antonio Severino della sezione di Campobasso.

Un solo (positivo) precedente con il direttore di gara veneto:
Ottavi di Finale di Coppa Italia di C, 23/11/16: Teramo – Siena 2-0 (2 Croce).

Prevendita in atto per la sfida alla capolista

La S.s. Teramo Calcio rende noto che è regolarmente iniziata la prevendita dei biglietti per assistere all’incontro di campionato tra Teramo e Pordenone, in programma d0mani, martedì 11 dicembre (ore 20:30), allo stadio “Bonolis”.

Questo il piano tariffario tradizionale previsto, comprensivo dei diritti di prevendita:

INTERO  RIDOTTO*/
RIDOTTO
PLUS**
UNDER***
POLTRONISSIMA € 35,00 - -
TRIBUNA  € 20,00 € 15,00 € 2,00
DISTINTI Popolari € 11,00 € 9,00 € 2,00
CURVE € 10,00 € 8,00 € 2,00

* Donne e Over 65 (1953 e retro).
** Genitori Scuola Calcio “Bonolis”.
*** Ragazzi sotto i 18 anni di età (dal 2001 al 2018 compreso).

I PUNTI adibiti alla PREVENDITA a Teramo e Provincia sono:
- “Caffè dell’Olmo“, via Delfico, 56 – Teramo;
- “Crossover“, via Cavacchioli, 4 – Teramo;
- “Disco Boom“, via Fedele De Paulis, 3 – Teramo;
- “Goldbet“, viale Bovio, 61 – Teramo;
- “Palace Caffè“, via G.Galilei, 20 – San Nicolò a Tordino;
- “Scommessa Bet“, via L.Tripoti, 21 – Teramo.
- “Cartolibreria “Le Due Esse”, Largo Rosciano, 46 – Montorio al Vomano;
- “Bar Jonny”, via Giuseppe Di Vittorio, 16 – Roseto degli Abruzzi.

E’ confermata la modalità di acquisto on-line, direttamente sul circuito Vivaticket.

INVALIDI
Per poter usufruire dell’ingresso gratuito, gli invalidi al 100% devono presentare regolare richiesta di accredito annuale o, in alternativa, entro 48 ore dall’inizio della gara, unitamente ad un documento d’identità in corso di validità ed alla certificazione INPS attestante l’invalidità, qualsiasi altro tipo di certificazione (medico curante, specialista, ecc.) non verrà ritenuta valida per l’assegnazione del biglietto d’ingresso.

PRESCRIZIONI GOS
In seguito all’incontro tenuto nella tarda mattinata di oggi dal Gruppo Operativo di Sicurezza, presso la Questura di Teramo, si riportano le principali prescrizioni stabilite:
- La vendita dei tagliandi sarà consentita anche il giorno della gara, con i botteghini che rimarranno aperti regolarmente, ad eccezione del settore “Ospiti” che resterà chiuso;
- I tifosi provenienti dalla regione Friuli Venezia Giulia potranno acquisire il tagliando di Curva Nord entro le ore 19 di questa sera, lunedì 10 dicembre, mentre il ticket di accesso esclusivamente valido per il settore “Tribuna” sarà prelevabile anche il giorno della gara;

- L’apertura dei cancelli relativi all’ingresso nell’impianto è fissata per le ore 19:15;
- E’ previsto l’arrivo di un esiguo numero di tifosi ospiti;
- Saranno assicurati i punti ristoro in tutti i settori dello stadio.

Si rimarca che in ottemperanza al protocollo d’intesa promosso dal Ministero dell’Interno, si consente l’ingresso di tamburi e megafoni quali strumenti sonori ed acustici, con la medesima disciplina prevista per gli striscioni e la successiva ratifica del GOS, a condizione che:
a) Il numero sia proporzionato alla grandezza del rispettivo settore;
b) I tamburi siano ad una sola battuta.

La S.s. Teramo Calcio ricorda che dalle ore 18:30 di martedì tutti gli sportelli (biglietti e accrediti) saranno operativi.

REGOLAMENTO D’USO
Si ribadisce che, ai sensi del regolamento d’uso dell’impianto, non è possibile occupare gli spazi di passaggio comune, pena l’applicazione di sanzione amministrativa per violazione del regolamento stesso.

Rifinitura a porte chiuse

Dopo la positiva prestazione di Vicenza, i biancorossi riprenderanno la normale attività già dal pomeriggio di oggi, domenica (ore 14:30), allo stadio “Bonolis”, in previsione dell’infrasettimanale di martedì sera, contro la capolista Pordenone.
Oltre agli indisponibili già noti, saranno da valutare le condizioni di Caidi e Ventola, con il primo comunque squalificato per la partita di dopodomani, al pari di Piacentini (erano entrambi diffidati).
La rifinitura (a porte chiuse), invece, è programmata per le ore 14:30 di lunedì.

Sala stampa. Maurizi: «La squadra e’ sempre stata viva»

Nel dopo-partita, nella sala stampa dello stadio “Menti”, dopo il meritato pari conquistato in casa del Vicenza, questa l’analisi dell’allenatore biancorosso Maurizi: «Sono diverse partite che produciamo buone prestazioni, stiamo soltanto proseguendo su una strada già tracciata. Oggi abbiamo affrontato una grande squadra, in un contesto di categoria superiore e in una piazza competente e civilissima: difficile vedere in tanti stadi il pubblico applaudire la propria squadra nonostante un pareggio casalingo, sono rimasto davvero meravigliato. Abbiamo giocato una gara accorta, specie nel primo tempo, con sette under contemporaneamente in campo che si sono districati davvero bene, qualche esordio dal primo minuto e chiudendo con due classe 1999 come coppia centrale difensiva. Abbiamo occupato bene il campo con i giusti tempi di pressione, prestando attenzione nel non perdere palla nella zona centrale del campo, dove loro facevano tanta densità. Devo complimentarmi con tutti, specie con quei 4-5 giocatori che sono dei punti di riferimento dentro e fuori lo spogliatoio. E’ un gruppo con dei valori importanti, il calcio è frutto di mille variabili, occorrerebbe valutare di più il lavoro settimanale, ma la squadra è sempre viva».

Testa e cuore: il Diavolo spreca ma trova un pari d’oro a Vicenza

Tanti assenti nelle fila del Diavolo impegnato quest’oggi al “Menti”.
Rimasti a Teramo Barbuti, Speranza, Spighi e Vitale, mentre De Grazia, non al meglio della condizione, partirà inizialmente dalla panchina. Linea verdissima in campo, con Caidi Capitano e 3-5-2 confermato, con l’esordio dal primo minuto del prodotto delle Giovanili Mantini.
Sul fronte opposto non ce la fa (problema al polpaccio) il capocannoniere del girone Giacomelli, che non figura neanche in panchina, sostituito dal classe ’97 Tronco, mentre Bizzotto siede in panca.
Prima del fischio d’inizio verrà osservato un minuto di raccoglimento per onorare il ricordo di Luigi Radice e l’assistente arbitrale Can Pro Riccardo Pelagatti.

VICENZA (4-3-1-2): 22 Grandi, 2 Bianchi (79′ Bonetto), 13 Pasini (K), 29 Mantovani (72′ Bizzotto), 4 Solerio; 7 Laurenti (63′ De Falco), 8 Bianchi (VK), 6 Zonta; 28 Curcio; 16 Arma (72′ Maistrello), 11 Tronco (63′ Gashi).
A disp.: 1 Albertazzi, 9 Razzitti, 14 Zarpellon, 18 Rover, 24 Stevanin.
All.: Colella.

TERAMO CALCIO (3-5-2): 22 Lewandowski, 2 Fiordaliso, 23 Caidi (67′ Bacio Terracino), 26 Piacentini; 27 Ventola (43′ De Grazia), 18 Persia, 8 Proietti, 24 Mantini, 30 Celli; 14 Piccioni, (78′ Di Renzo) 16 Zecca (78′ Cappa).
A disp.: 1 Pacini, 12 Natale, 4 Ranieri, 5 Zenuni, 13 Mastrilli, 21 Altobelli.
All.: Maurizi.

Arbitro: Acanfora di Castellammare di Stabia.
Assistenti: Testi di Livorno e Amantea di Milano.

Reti: 33′ Tronco (V), 87′ Proietti (T).
Ammoniti: Caidi (T), Bianchi (V), Piacentini (T), Pasini (V), Persia (T).
Espulsi: -
Note: Spettatori 9.000 circa (una ventina da Teramo). Recupero: 3′pt, 5′st.

Maurizi sposta Piacentini sul centro destra difensivo, con Fiordaliso sul lato opposto, con Mantini e Persia mezzali al fianco di Proietti.

10′: Caidi mette una pezza in tackle scivolato sull’errore in retropassaggio di Celli che rischiava di mettere Curcio davanti a Lewa.

16′: proteste teramane per una manata data a Persia che si stava incuneando in area grazie ad un bel tacco di Piccioni. L’arbitro lascia correre.

25′: conclusione flebile e centrale di Ventola dai venticinque metri, nessun problema per Grandi.

31′: Diavolo vicino al vantaggio. Staffilata di Proietti dai venti metri, la palla scende e sfiora l’incrocio dei pali.

32′: bella azione in linea orchestrata da Proietti, con Zecca che fa sponda per il tiro di prima intenzione di Piccioni che è troppo centrale per creare problemi.

33′: GOL VICENZA. Lewandowski compie un primo miracolo su Arma, ma non può nulla su Tronco che in acrobazia trova la zampata giusta per portare in vantaggio i suoi. 1-0

35′: ammonito Caidi.

A terra dolorante Ventola, mentre Piccioni zoppica vistosamente dopo un precedente contrasto: per il momento proseguono entrambi.

43′: pronto ad entrare De Grazia. Non ce la fa Ventola, altro infortunio per mister Maurizi, con una squadra già rimaneggiatissima. De Grazia mezzala sinistra, con Mantini che passa a fare il tuttofascia a destra.

Tre minuti di recupero.

48′: ammonito Bianchi per gioco falloso.

INTERVALLO: nel catino del “Menti” una buona mezzora iniziale di Caidi e compagni, vanificata dal gol subito al minuto 33 da Tronco alla prima conclusione locale. Nuovo infortunio tra i biancorossi, con Ventola che ha lasciato anzitempo il campo in luogo di De Grazia.

47′: ammonito Piacentini per gioco falloso. Diffidato, salterà il prossimo confronto casalingo con il Pordenone.

54′: contropiede vicentino, con Arma che alza troppo il mancino.

56′: incredibile palla-gol sciupata dal Diavolo. Finta di corpo di De Grazia a metà campo, verticalizzazione per Zecca che si porta davanti a Grandi, ha il tempo di coordinarsi, ma a tu per tu con il portiere veneto, spara in Curva.

60′: ancora vicini al pari. Destro a palombella di Piacentini che sfiora letteralmente l’incrocio opposto.

63′: doppio cambio berico. Fuori Tronco e Laurenti, dentro Gashi e De Falco.

Anche Caidi a terra dolorante, non ce la fa nemmeno lui.

67′: Bacio Terracino per l’infortunato Caidi. Biancorossi in campo con il 4-3-3.

69′: Pasini ammonito per gioco falloso. Punizione dal limite per il Teramo.

70′: piazzato dal limite di Piccioni, sfera fuori di un soffio. Il Diavolo strameriterebbe il pari ma non concretizza le chiare occasioni da rete create.

71′: Bizzotto e Maistrello rilevano Mantovani e Arma.

Pronti Di Renzo e Cappa.

78′: Di Renzo e Cappa per Piccioni e Zecca.

79′: Bonetto per Bianchi.

85′: trattenuta prolungata in area vicentina su Fiordaliso. Anche in questo caso l’arbitro lascia correre.

87′ GOL TERAMO! Prodezza balistica di Proietti che, sugli sviluppi di calcio d’angolo, col mancino trova l’angolino opposto alto, imprendibile per Grandi. 1-1

89′: rovesciata di Renzo, palla alta.

Cinque minuti di recupero.

91′: mischione in area, nessuno la ribadisce in rete, poi ancora un diagonale di De Grazia, palla fuori.

94′: ammonito Persia per gioco falloso.

95′: altro contropiede del Diavolo, Cappa serve Di Renzo ma il suo piatto è debole.

FINALE! Un Teramo rimaneggiato fino all’osso, nonostante i successivi infortuni di Ventola e Caidi, strappa un pari d’oro davanti ai novemila del “Menti” grazie ad una prodezza balistica di Proietti in “zona Cesarini” e dopo una ripresa semplicemente da applausi. Paradossalmente il pari, ai punti, va molto stretto agli uomini di Maurizi, oggi straordinari. Martedì si torna in campo, al “Bonolis”, contro il Pordenone (ore 20:30) senza gli squalificati Caidi e Piacentini.