Presentato il neo-allenatore Maurizi: «Teramo piazza esigente e competente»

Si è svolta nel pomeriggio, presso la sala stampa del “Bonolis”, la conferenza stampa di presentazione del nuovo responsabile tecnico biancorosso Agenore Maurizi, che si è legato al sodalizio di via Irelli fino al prossimo 30 giugno.
Classe 1964, nativo di Colleferro (RM), il neo-allenatore ha iniziato la sua carriera nel 2006 in qualità di selezionatore della Rappresentativa di Serie D, per poi guidare, sempre in Serie C, le panchine di MasseseScafateseCavesePergocremaViareggioTrevisoPaganeseIschia IsolaverdeLupa Romae, nell’ultima stagione, la Reggina, portandola alla salvezza diretta.

È stato inizialmente il Direttore Generale Capaldi a motivare la scelta del club di sollevare Giovanni Zichella dal suo incarico: «La decisione è maturata ieri pomeriggio ed è stata condivisa da tutti i dirigenti. È stata sicuramente presa a malincuore perché avevamo tutti un ottimo rapporto con Gianni, ma fa parte del calcio. Ci siamo orientati su Maurizi perché rispetta in pieno gli obiettivi prefissati ed è abituato a lavorare con i giovani. Il resto dello staff tecnico rimane assolutamente invariato».

Gli ha fatto eco il Ds Federico: «Dispiace perché è una sconfitta per tutti, specialmente dopo una buona prestazione come quella di Rimini. Siamo però convinti della bontà dell’organico a disposizione e di come si possa e si debba fare molto di più, magari alzando il livello di concentrazione e di cattiveria in un campionato molto livellato come quello corrente. Dobbiamo voltare pagina ed iniziare a dare ai tifosi le soddisfazioni che meritano. Maurizi è un tecnico esperto, crede fermamente nei nostri calciatori e siamo fiduciosi nel suo operato».

Il nuovo allenatore del Diavolo Maurizi si è presentato così alla stampa: «Sono emozionato, perché Teramo rappresenta una piazza esigente, calda e competente. È una grande opportunità quella concessami dal club, nata nel tardo pomeriggio di ieri. Il nostro, d’altronde, è un mestiere costantemente a rischio e siamo i primi a pagare in caso di risultati negativi. La mia idea è proiettata agli allenamenti ed all’importante sfida di mercoledì con il Fano. Dobbiamo operare insieme per l’obiettivo prefissato: sono abituato a lavorare e non sono affatto catastrofista sull’organico a disposizione, perché ho guidato squadre anche più giovani in passato. Non credo in moduli prestabiliti, ma solo nei principi di gioco: voglio un calcio di comando sia in fase di possesso che di non possesso, ma non c’è mai una ricetta unica, perché le situazioni vanno vissute quotidianamente e l’obiettivo è quello di portare i ragazzi ad uno stato di forma ottimale».

Sollevato il responsabile tecnico Zichella

La S.s. Teramo Calcio rende noto di aver sollevato Giovanni Zichella dal ruolo di responsabile tecnico della prima squadra.
Nel ringraziarlo per l’indubbio impegno e la professionalità mostrate in questi mesi, il club comunica che è indetta una conferenza stampa per le ore 15 di oggi, lunedì, presso la sala stampa dello stadio “Bonolis”.

Il programma settimanale

Dopo il quarto punto stagionale incamerato, Speranza e compagni si ritroveranno già domani, domenica, al “Bonolis”, per iniziare a preparare un nuovo turno infrasettimanale (mercoledì, ore 18:30), contro il Fano.
All’orizzonte un tour de force che vedrà poi i biancorossi giocare domenica in trasferta sul campo del Monza.

Il programma di lavoro:
Domenica 14/10: ore 17;
Lunedì 15/10: ore 17;

Martedì 16/10: ore 10:30 (rifinitura);
Mercoledì 17/10: ore 18:30 (gara di campionato Teramo – Fano);
Giovedì 18/10: ore 17;
Venerdì 19/10: ore 17 (rifinitura);
Sabato 20/10: viaggio.
Domenica 21/10: ore 14:30 (gara di campionato Monza – Teramo).

Sala stampa. Zichella: «Buona prestazione, guardiamo avanti»

Al termine del beffardo pari subìto in pieno recupero al “Romeo Neri” di Rimini, l’analisi post-gara è affidata al tecnico Zichella: «Non mi sento di rimproverare nulla ai ragazzi. Con il 3-5-2 siamo andati meglio, mi sono piaciute le due punte vicine e sempre pronte al dialogo, siamo stati più pericolosi in fase offensiva, ma certe piccole ingenuità che si ripetono non possiamo più permettercele. Nella ripresa ci siamo abbassati non tanto per nostra volontà, quanto per l’attacco alla profondità avversario. Resta il fatto che ad un minuto e quaranta secondi dalla fine il mio avversario non deve far gol.  Prendiamo per buona la prestazione dei ragazzi e guardiamo avanti, spiace per la nostra gente».

Amara rimonta finale: a Rimini e’ un 1-1 carico di rimpianti

Diavolo privo di Caidi per la quarta trasferta stagionale di campionato, sul campo del Rimini.
Mister Zichella opta inizialmente per il 3-5-2, con Ventola – Mastrilli coppia di fluidificanti e Di Renzo – Barbuti tandem offensivo. Sulla sponda riminese, in campo dall’inizio l’ex Ferrani (75 presenze e 7 reti in due stagioni e mezzo in Abruzzo), il classe ’99 Arlotti dietro le due punte Volpe e Cicarevic.

RIMINI (3-4-1-2): 1 Scotti (Cap.), 2 Brighi, 5 Ferrani (78′ Venturini), 13 Petti; 7 Simoncelli (53′ Buonaventura), 30 Montanari (53′ Alimi), 8 Variola, 11 Guiebre; 17 Arlotti; 10 Cicarevic (70′ Candido), 16 Volpe (78′ Cecconi).
A disp.: 22 Nava, 3 Buscè, 21 Danso, 23 Bandini, 24 Cecconi, 26 Cavallari, 28 Battistini, 29 Badjie.
All.: Righetti.

TERAMO CALCIO (3-5-2): 22 Lewandowski, 27 Ventola, 26 Piacentini, 6 Speranza (Cap.), 21 Altobelli, 13 Mastrilli; 20 Spighi (80′ Zenuni), 4 Ranieri (87′ De Grazia), 8 Proietti; 9 Di Renzo, 19 Barbuti (66′ Bacio Terracino).
A disp.: 1 Pacini, 2 Fiordaliso, 3 Vitale, 7 Fratangelo, 14 Piccioni, 16 Zecca, 17 Cappa, 18 Persia.
All.: Zichella.

Arbitro: Gianpiero Miele di Nola.
Assistenti: Bocca di Caserta e Fine di Battipaglia.

Reti: 9′ Ranieri (T), 93′ Venturini (R).
Ammoniti: Ventola (T), Volpe (R), Cicarevic (R), Petti (R), Mastrilli (T), Lewandowski (T).

Espulsi: Proietti (T).
Note: Spettatori 2.711 (un centinaio da Teramo). Recupero: 0′pt, 5′st.

GOL TERAMO! 9′: incursione di Ventola dalla fascia destra, sponda di Di Renzo e gran conclusione dai venti metri di Ranieri che s’infila all’angolino basso per il secondo centro consecutivo del centrocampista teramano! 0-1

18′: Diavolo vicino al raddoppio. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo guadagnato da Mastrilli, Proietti si libera in area e batte a rete, un difensore romagnolo salva a pochi passi dalla linea di porta. Sul prosieguo Ventola prende il “giallo” per un giusto fallo tattico.

21′: Cicarevic in sospetta posizione di fuorigioco, si trova davanti Lewandowski ma il suo lob viene deviato in angolo da Piacentini.

24′: Lewandowski si distende e devia il tiro di Cicarevic.

26′: dopo un buon inizio ora soffre un po’ il Diavolo. Altro tiro da fuori area di Guibre, fendente di poco a lato.

36′: break di Spighi che, servito da Ventola in verticale, riparte in contropiede andando poi a concludere in porta ma trovando una deviazione in angolo. Dal corner successivo rete di Barbuti di testa annullata per un dubbio offside segnalato.

La squadra di Zichella ora sta allentando la pressione romagnola e punge in ripartenza.

I pericoli per la porta biancorossa giungono soprattutto dal versante destro difensivo, dove le accelerazioni di Guibre stanno creando apprensione alla retroguardia.

45′: incredibile contropiede sprecato dal Teramo, in tripla superiorità numerica. Dopo nessun secondo di recupero, termina sul vantaggio teramano la prima frazione, grazie al fendente di Ranieri al minuto numero 9.

Si riprende dopo l’intervallo con gli stessi vendidue in campo.

48′: Di Renzo s’invola in contropiede, serve nello spazio Barbuti il cui diagonale costringe alla deviazione Scotti.

50′: ammonito Volpe per proteste.

53′: doppio cambio riminese, con la squadra di Righetti ora a trazione anteriore. Dentro Buonaventura e Alimi per Simoncelli e Montanari.

55′: ammonito Cicarevic per proteste.

56′: traversone teso e pericoloso di Ventola, ma nè Di Renzo nè Mastrilli giungono all’appuntamento.

Non ce la fa più Barbuti, pronto a lasciare il campo.

66′: Bacio Terracino al posto di Barbuti.

66′: subito Bacio a provocare il “giallo” di Petti.

70′: Candido per Cicarevic terzo cambio riminese.

73′: Lewandowski si distende e blocca il diagonale di Buonaventura.

78′: dubbio fuorigioco fischiato a Bacio Terracino in contropiede imbeccato da Proietti. Cecconi per Volpe, Venturini per Ferrani.

80′: ha dato tutto Spighi che, esausto e in preda ai crampi, viene rilevato da Zenuni.

83′: ammonito Lewandowski per comportamento non regolamentare.

87′: De Grazia per Ranieri.

Cinque minuti di recupero.

91′: espulso Proietti per un presunto colpo rivolto ad un avversario.

92′: Lewandowski sul colpo di testa di Cecconi.

93′: pareggio riminese con la testa di Venturini su angolo di Candido. Altra beffa.

Finale denso di rimpianti al “Romeo Neri”. Non riesce il colpaccio al Diavolo, raggiunto al 93′ da Venturini dopo l’iniziale vantaggio di Ranieri, giunto al secondo centro consecutivo. Mercoledì si torna al “Bonolis” (senza Proietti squalificato), per affrontare il Fano (ore 18:30). Sarà fondamentale recuperare in fretta le energie mentali e fisiche per andare a caccia del primo successo stagionale.

Il timing di campionato nel mese di novembre

La Lega Pro – Ufficio Agonistica – ha provveduto a rendere noto il timing di campionato dalla decima alla tredicesima giornata (suscettibile comunque di eventuali variazioni), inerente l’intero mese di novembre:
10°giornata (domenica 4 novembre, 18:30): Fermana – TERAMO
11°giornata (domenica 11 novembre, 14:30): TERAMO – Albinoleffe
12°giornata (domenica 18 novembre, 14:30): Virtus Vecomp Verona – TERAMO
13°giornata (domenica 25 novembre, 14:30): TERAMO - Giana Erminio.

Ricordiamo che dal mese di dicembre e fino al termine di febbraio, il girone B verrà programmato di sabato.

La vigilia di Zichella: «Dobbiamo riproporre in gara quanto provato in settimana»

Queste le dichiarazioni rilasciate dal responsabile tecnico biancorosso Zichella nella tradizionale conferenza stampa post-rifinitura: «Chi ha visto gli allenamenti sa che avevo già in mente la scorsa settimana di passare alla difesa a tre, vedremo domani. Le cose sono andate bene in precampionato, ma quelle sono partite “finte”, perchè il calcio vero è costituito dai tre punti finali e dal contesto ambientale. Anche nelle prime gare ufficiali non era andata male, non a caso dopo Bolzano ero molto adirato, perchè quando fai bene non puoi permetterti il lusso di lasciar punti per strada. Volevo aspettare tre mesi di lavoro e le prime cinque partite per vedere come reagiva la squadra a questo sistema di gioco, prima di prendere eventuali contromisure. Ho sempre detto che questa squadra non ha “under”, ma ventisei titolari, chi sta meglio gioca. Caidi? Purtroppo non è convocabile per domani, non è recuperato del tutto, senza dimenticare che mercoledì avremo un nuovo, importante impegno (con il Fano, ndr). Ho visto bene la squadra in questa settimana, ma abbiamo una doppia personalità: in allenamento vedo giocate fantastiche che non riusciamo, al momento, a riproporre in partita. Rimini? Gioca con il 3-4-1-2, è una compagine molto fisica, con attaccanti strutturati ed un trequartista che verrà sicuramente ad oscurare il nostro metodista».

Ventidue convocati per la trasferta del “Romeo Neri”

Sono ventidue i calciatori convocati dallo staff tecnico biancorosso in vista della trasferta di Rimini, in programma domani, sabato, alle ore 16:30.

La lista completa:
PORTIERI: 22 Lewandowski, 1 Pacini.
DIFENSORI: 21 Altobelli, 2 Fiordaliso, 13 Mastrilli, 26 Piacentini, 6 Speranza, 27 Ventola, 3 Vitale.
CENTROCAMPISTI: 10 De Grazia, 18 Persia, 8 Proietti, 4 Ranieri, 20 Spighi, 5 Zenuni.
ATTACCANTI: 11 Bacio Terracino, 19 Barbuti, 17 Cappa, 9 Di Renzo, 7 Fratangelo, 14 Piccioni, 16 Zecca.

Non convocati Caidi e Gomis (in fase di recupero dai rispettivi infortuni), oltre a Mantini.