Sala stampa. Asta soddisfatto a meta’: «Con maggiore convinzione l’avremmo portata a casa»

Punto pesante quello conquistato dal Diavolo in casa della vice-capolista Renate. Nella sala stampa del “Città di Meda“, le dichiarazioni dell’allenatore Asta: «Ero veramente curioso di capire la reazione dei nostri ragazzi dopo l’immeritato ko con il Gubbio. Avere il rammarico di non essere riusciti a vincere contro la seconda della classe, rende l’idea della prestazione prodotta. Forse non l’avremmo meritata pienamente, ma l’avevamo preparata bene, creato alcune buone occasioni sulle ripartenze e con un pizzico di convinzione in più, magari sbagliando meno sull’ultimo passaggio, l’avremmo portata a casa. E’ vero che Calore ha fatto buone parate su occasioni, però, create da palle inattive, ma rimane un po’ di amaro in bocca. La Samb? Sappiamo dell’attesa che c’è in città e daremo il massimo come sempre, ma prima c’è la Coppa e vogliamo cercare di fare una buona figura anche a Viterbo, dando spazio a chi ha giocato meno. Amadio? Ha sentito indurire il flessore, spero solo sia un avvertimento di un affaticamento, ha chiesto subito il cambio, non ha sentito proprio “tirare” ed è un buon segnale, considerando i diversi giorni a disposizione».

Ripartenza d’autore, pari e rimpianti contro la seconda della classe

Nuova trasferta da quasi 600 km per il Diavolo, opposto questo pomeriggio alla vice-capolista Renate al “Città di Meda”, retroguardia meno battuta (solo 7 reti subite in 12 incontri), che ha totalizzato tre vittorie, due pareggi ed una sconfitta tra le mura amiche, mentre i ragazzi di Asta, in versione esterna, hanno sinora ottenuto cinque pareggi e due sconfitte, con il blitz esterno che manca dal 7 maggio scorso (Feralpisalò – Teramo 0-1).
Inizialmente in panchina il bomber lombardo Gomez, mentre Asta deve rinunciare a Fratangelo e torna al 3-5-2.

Queste le formazioni ufficiali:

RENATE (4-3-3): Di Gregorio, Anghileri (K), Di Gennaro, Savi (67′ Mattioli), Vannucci; Simonetti, Pavan, Palma; Finocchio, Musto (67′ Sofia), Lunetta (55′ Gomez).
A disp.: Turati, Cincilla, Makinen, Confalonieri, De Micheli, Fietta.
All.: Cevoli.

TERAMO CALCIO (3-5-2): Calore, Caidi (VK), Speranza (K), Sales; Ventola (79′ Pietrantonio), De Grazia, Amadio (37′ Graziano), Ilari, Varas; Foggia (68′ Barbuti), Tulli (79′ Bacio Terracino).
A disp.: Lewandowski, Altobelli, Paolucci, Milillo, Soumarè, Mancini.
All.: Asta.

Arbitro: Marco D’Ascanio di Ancona.
Assistenti: Cavallina di Parma e Buonocore di Marsala.

Ammoniti: Savi (R), Ilari (T).
Marcatori: -
Spettatori: 400 circa (una quarantina provenienti da Teramo).
Note: pomeriggio di sole al “Città di Meda”, recupero: 1′pt, 4′st.

Primo tempo positivo del Diavolo, che crea due chiare occasioni da rete grazie a Foggia e successivamente con un fendente di Tulli che sfiora il palo, concedendo poco o nulla alla seconda forza del campionato. Amadio costretto a lasciare il campo per l’ex di turno Graziano. Inizio ripresa appannaggio dei lombardi, con Calore provvidenziale in due circostanze con altrettante parate ravvicinate, prima su Finocchio, poi su Lunetta. A metà ripresa è il colpo di testa di Graziano, però, a chiamare al miracolo il portiere ospite Di Gregorio, prima della risposta capolavoro di Calore su Simonetti, a garanzia dello 0-0 finale. Ora la parentesi di Coppa a Viterbo, prima della sfida con la Samb di lunedì sera al “Bonolis”.

Asta: «Il Renate non e’ piu’ una favola. Noi dobbiamo leggere meglio certe situazioni»

Tradizionale conferenza stampa mattutina per l’allenatore biancorosso Asta, nell’immediata vigilia dell’impegnativa e lunga trasferta di Meda, per affrontare la vice-capolista Renate: «La differenza di numeri tra noi e loro è impietosa. Il Renate ha perso una sola volta, è la miglior difesa del campionato ed è la seconda della classe, con una grande libertà mentale. Non è più una favola, ma una piacevole realtà. Veniamo da un ko immeritato dopo una buona partita, voglio vedere come reagiranno i miei ragazzi e come l’avranno digerito: la fase di crescita passa anche attraverso questi tipi di sconfitte. Manchiamo ancora nella giusta scelta da effettuare in determinati momenti, nei falli “tattici”, nella lettura di piccoli dettagli, come in occasione dei gol subiti con il Gubbio nell’ultima gara. Il Renate? Dobbiamo essere bravi nel limitarli nel punto forte, le ripartenze, con i due esterni d’attacco particolarmente pericolosi quando si accendono, come del resto il centravanti Gomez.  Noi non abbiamo al momento un goleador come loro, ma siamo una squadra, un gruppo davvero compatto, che si propone anche con centrocampisti e difensori. Ci mancano quei gol “sporchi” che ti permettano anche di vincere una partita senza meritarlo. La scelta degli attaccanti? Li sto ruotando tutti, non importa chi partirà dal primo minuto. Gli acciaccati? Quando arrivi in un certo periodo della stagione, con l’aggiunta di tre partite settimanali, è normale che ci siano, ma sia Speranza che De Grazia saranno regolarmente a disposizione, mentre Fratangelo non partirà».

Convocati in ventuno per la sfida alla vice-capolista

Dopo la rifinitura di questa mattina svolta allo stadio “Bonolis”, il tecnico Asta, in vista della sfida esterna con il Renate, in programma domani, domenica (ore 14:30), allo stadio “Città di Meda”, ha convocato i seguenti ventuno calciatori: 

PORTIERI: 22 Calore, 12 Lewandowski.
DIFENSORI: 5 Altobelli, 23 Caidi, 13 Milillo, 3 Pietrantonio, 15 Sales, 6 Speranza, 2 Ventola.
CENTROCAMPISTI: 8 Amadio, 4 De Grazia, 16 Graziano, 10 Ilari, 7 Paolucci, 14 Varas.
ATTACCANTI: 24 Bacio Terracino, 25 Barbuti, 9 Foggia, 20 Mancini, 17 Soumarè, 11 Tulli.

Non figura nella lista dei convocati l’attaccante Fratangelo (prossimo al recupero completo dalla distorsione di primo grado alla caviglia sinistra, dopo i parziali allenamenti sostenuti in questi giorni).

Nuova vetrina televisiva: con il Mestre su Sportitalia

La Lega Pro – Serie C ha reso noti gli anticipi ed i posticipi televisivi fino al termine del 2017.
Dopo Teramo – Samb, in diretta televisiva su Raisport lunedì 27 novembre, una seconda partita casalinga dei biancorossi verrà trasmessa in diretta nazionale.
Teramo – Mestre, infatti, valevole quale prima giornata del girone di ritorno, sarà proposta su Sportitalia (canale 60 del digitale terrestre), venerdì 22 dicembre, con inizio fissato per le ore 20:45.
Nel dettaglio il calendario biancorosso aggiornato.

Il programma dei team giovanili

Altro fine settimana colmo di impegni per i nostri giovani.
Si comincerà domani sabato, con un doppio appuntamento: alle ore 14:30, al campo “Acquaviva“, obiettivo sorpasso per la Berretti che ospiterà il Gubbio, con gli umbri che sopravanzano Faggioli e compagni di una sola lunghezza.
Alle ore 17:30, invece, i Giovanissimi Sperimentali regionali fascia “B”, recheranno visita al River Chieti, nel match in programma al campo “Celdit” di Chieti Scalo.
Nuovo, duplice confronto per domenica 19, quando sempre al campo “Acquaviva” entreranno in scena le Under nazionali contro il Racing Fondi: alle 12 toccherà ai ragazzi di Scervino, mentre alle 14:30 sarà il turno di quelli guidati da De Amicis.
Lunedì 20, infine, il quadro verrà chiuso dagli Allievi Provinciali, con l’incontro pianificato al campo “Acquaviva” alle ore 16:30, contro il Controguerra.

I CONVOCATI

La determinazione dell’Osservatorio sulla gara con la Samb

Con determinazione n.42 del 2017, l’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, in relazione alle partite di campionato Lazio – Fiorentina, Pisa – Livorno, Siena – Arezzo e Teramo – Sambenedettese, connotate da profili rischio, suggerisce l’adozione, in sede di GOS, delle seguenti misure organizzative:
- Vendita dei tagliandi (per Teramo – Samb) per i residenti nella Regione Marche esclusivamente per il settore Ospiti;
- Incedibilità dei titoli di ingresso;
- Implementazione del servizio di stewarding;
- Implementazione dei servizi di controllo, nelle attività di prefiltraggio e filtraggio, con particolare riferimento alla corrispondenza delle generalità indicate sul biglietto e quelle dell’utilizzatore;
- Scambio di informazioni e stretto raccordo tra i Supporter Liaison Officer delle società interessate.

Il GOS si riunirà presso la Questura di Teramo la prossima settimana, in data che verrà successivamente comunicata.

“Focus Giovani”: tre domande a mister De Amicis

Per la rubrica “Focus Giovani“, abbiamo avvicinato l’ex regista, oggi allenatore dell’Under 17, Edmondo De Amicis.

Mister, qual è la tua personale analisi su questo inizio di stagione?
A livello di risultati siamo in perfetto equilibrio (3 vinte, 3 pareggiate, 3 perse, ndr): la partenza lanciata (tre vittorie consecutive, ndr) è dovuta al fatto di giocare con parecchi ragazzi che stavano con noi già dalla stagione passata, conoscendosi bene. Poi c’è stata probabilmente una crisi di rigetto, dove abbiamo pagato la maggiore fisicità delle nostre avversarie. Adesso siamo ripartiti bene, specie sotto il profilo delle prestazioni, in un gruppo promettente di 2001, cui stiamo gradualmente aggiungendo qualche 2002. A tal proposito mi preme ringraziare Scervino (allenatore Under 15, ndr) per il lavoro svolto, perchè ho trovato ragazzi che sanno stare in campo.

Un giudizio sul girone dove siete stati immessi?
Il raggruppamento è cambiato dal punto di vista logistico, visto che sono state inserite squadre del centro-nord. Il livello rimane importante, dovendoci scontrare contro realtà di spessore, però possiamo dire la nostra perchè abbiamo buone individualità. Ho la fortuna di allenare in un settore giovanile in cui il risultato è importante ma non è tutto, perchè la società mi ha chiesto in primis di lavorare sulla crescita del singolo.

Gli ingredienti principali per diventare un calciatore “alla De Amicis”?
Se pensi che devi puntare solo sul discorso tecnico-tattico, ti sbagli. Le partite sono costituite da tante componenti, finanche quella mentale e fisica. Consigli? Non bisogna mai trascurare nulla ed essere professionisti sempre, in campo e fuori, ad ogni livello, dall’atteggiamento all’alimentazione. Senza citare qualcuno in particolare, credo che in mezzo al campo, nel mio gruppo, ci sia più di un ragazzo che avvicini le mie caratteristiche.

Doppia seduta sotto la pioggia

Rientro in campo con doppia seduta quest’oggi, mercoledì, per Amadio e compagni.
Sotto una fitta pioggia, lavoro di mobilità e agilità al mattino, con possessi palla a tema, mentre nella seconda parte di giornata si è lavorato principalmente sulla potenza metabolica, con partitella finale.
Prosegue la fase di recupero l’attaccante Fratangelo, che ha svolto solo la prima parte dell’allenamento con il gruppo.