Asta: «Si puo’ fare di piu’ ma siamo sereni»

Schermata 2017-11-07 alle 14.58.10

Vigilia di un altro impegno di campionato per i biancorossi. Così il mister Asta analizza il momento e il match con la Triestina: «Sono sempre realista, non veniamo da una grande gara, ma abbiamo allungato la serie positiva e per una squadra che deve salvarsi va bene così: ricordo solo che una stagione fa un punto costrinse il Teramo a fare i playout. Sono strafelice dell’impegno mostrato dai ragazzi, che sono stati lodati da tutto il pubblico per aver dato l’anima. Se entriamo nei particolari, quando abbiamo vinto, a livello di prestazione, non meritavamo, al contrario di alcune gare in cui siamo stati penalizzati: giocar bene o male dipende da tanti fattori. Si può fare di più, non c’è dubbio, ma siamo sereni e proiettati alla difficile partita di domani. La Triestina ha una importante fase offensiva, avendo il miglior attacco del girone. I tre acciaccati? Fratangelo non parte, Soumarè e Varas sì, ma non sono certo al top della condizione. Qualche variazione penso di apportarla, davanti ed a centrocampo, dove ci occorre più fisicità, ma non parlerei di stravolgimenti. Petrella? Giocatore importante, spiace per l’infortunio ma contento che non ci sia. Attualmente, più che al ritorno al 4-3-3, sono più orientato ad un 3-5-2 maggiormente offensivo, che risponde meglio alle caratteristiche dei nostri calciatori. Ci manca qualche successo per uscire dal limbo e fare uno scatto mentale favorito da una maggiore serenità».